More

    HomeNotizieCronacaSciopero dei Forconi: bloccati gli accessi di Cerignola

    Sciopero dei Forconi: bloccati gli accessi di Cerignola

    Pubblicato il

    Prosegue senza sosta lo sciopero promosso dal gruppo dei Forconi che sta coinvolgendo l’intera penisola. Cerignola, dopo la buona risposta di ieri mattina, si è ritrovata in serata con una Piazza Duomo gremita pronta ad imbastire tattiche di presidio notturno, blocchi stradali, e altre forme di protesta. In verità, nonostante l’assoluta tranquillità del corteo, in serata non sono mancate tensioni tra alcuni sindacalisti e i manifestanti più coinvolti, i quali hanno rimproverato ai rappresentanti sindacali la loro sottesa volontà di protestare senza creare disagi, quindi in modo sostanzialmente inutile (secondo il pensiero dei manifestanti).

    Così ci si è riuniti in batterie di uomini da circa 40 persone ognuna, per presidiare e rallentare la viabilità agli accessi principali della città, dalla SS16 alle ex 98 fino a via Manfredonia, con notevoli disagi per chi doveva raggiungere anche la Stazione Ferroviaria. I camionisti sono stati invitati a bloccare la corsa dei propri mezzi e a scendere per manifestare mentre agli automobilisti è stato rallentato significativamente l’accesso, con non pochi problemi, ma in modo del tutto pacifico.

    In centro città, invece, non sono mancate tensioni tra alcuni gruppi di manifestanti e i titolari di attività commerciali che non volevano aderire allo sciopero. Il tutto, fortunatamente, si è risolto senza problemi gravi. Stamane i blocchi stradali non cesseranno e il corteo sta nuovamente percorrendo le vie principali del paese facendo sentire la propria voce. Le forze dell’ordine presidiano tutti i punti caldi della protesta, compreso il corteo, e al momento non si registrano particolari difficoltà.

    33 COMMENTS

    1. ieri i piccoli chiusi i grandi aperti….in conclusione ho fatto la spesa al GM , portando i miei soldi lì, dove ce ne sono già tanti, bella protesta del c—o, danni ai già danneggiati, MA FACCIAMOCI FURBI, PROTESTIAMO PER ESEMPIO VENDENDO SENZA SCONTRINO COSI’ IL DANNO LO FACCIAMO A QUALCUNALTRO(TUTTI)

      • Ho scritto la stessa cosa ieri nell’altro commento… Facciamo arrivare questa voce ai quei poveri commercianti che dai ieri sono perstrada…

          • Allora facciamola arrivare questa voce… APRIAMO TUTTE LE ATTIVITÀ COMMERCIALI.. E nn facciamo scontrini… Vedi poi come lo stato ne risentirà.. Anche perché i loro stipendi vengono pagati dalle tasse che paghiamo NOI!!

            • io tra 5 minuti vado ad aprire il negozio in zona di vittorio e nn farò scontrini!, forza qualcuno mi segua!

            • alla fine non sono riuscito a tenere aperto una mezz oretta e subito una squadra armata di mazze mi ha fatto chiudere:
              ps: ero l’unico aperto… e il resto dove cacchio stava???

            • Chi con le mazze, chi a parole tutti sn stati “CONSIGLIATI” a chiudere ( ho usato un termine gentile) però questo nn significa che mettendosi tutti d’accordo nn si possa ancora fare… Fatto sta che questi incassi persi nn ve li darà nessuno…

    2. cari commercianti!! non vi sentite causa della rovina degli italiani?? dove eravate quando con l’euro un prodotto che costa 1000lire lo avete portato a 1 euro?? e ora di cosa vi lamentate, ci avete spremuto per bene.

      • Il commerciante si è ritrovato con ei costi più alti nel passaggio all’euro e quindi per forza di cose tutto ciò è gravato sul consumatore finale

          • Io parlo da cliente.. Ma con conoscenti commercianti.. Ora mi chiedo.. Lei perché si è svegliato solo ora, che i nostri concittadini sono lì davanti al comune? Perché nn si è’ ribellato dieci anni fa’.. Magari quando ci fu questo rialzo del prodotto nn soffrivamo la fame.. Notavamo ma ci poteva andare ancora bene, giravamo x trovare convenienza sui prodotti.. Ora nonostante le offerte di qualsiasi negozio, la gente nn entra.. Compra solo se è strettamente necessario.. Capisce la differenza?

            • Isabella, sei una grandissima bugiarda e paracula,
              prima parli da commerciante e poi da consumatore quando ti conviene. non li fare gli scontrini, se capisco chi sei chiamo la Finanza. Buona galera.

            • Innanzitutto presumo tu sia un uomo, molto, ma molto volgare, maleducato e anche cretino.. Ma anche ignorante, visto che nn riesci a seguire un discorso fatto con logica da tutti quelli che hanno partecipato alla discussione.. Dopotutto lo scemo della compagnia ci dev’essere sempre! X la finanza nn preoccuparti.. Ho scritto su un giornale pubblico.. Se mi vogliono rintracciare, con i loro mezzi l’avrebbero fatto. Ma anche loro cm tutti pagano le tasse.( evidentemente tu NO) cmq io invece spero di nn incontrarti mai.. Nn vorrei che i miei preziosi occhi, possano guadare codesto scempio. Con educazione. Isabella.

            • Isabella,
              non sai con chi stai parlando.
              se vuoi un corso di educazione, sono pronto a dartelo.
              Se vuoi un corso di Lingua italiana sono pronto a dartelo, infatti non si scrive sono “d’accordissima”, come hai scritto tu, ma si scrive sempre al maschile, ignorante!!!
              Se poi vuoi anche un corso di Legge e di Economia anche questi sono pronto a darteli, gratis!!!
              oltre che evadere le tasse, evadi le domande pensando che qui non se ne accorge nessuno.
              Sempre se ci arrivi a capire, rileggiti tutti i commenti, e rispondi a chi ti chiedeva perché prima avete approfittato e ora vi lamentate.
              Quando avete approfittato appena uscito l’euro, noi abbiamo pagato i vostri guadagni raddoppiati. adesso che non volete pagare le tasse, dovremmo pagarle per voi.
              Quindi ce lo volete mettere in quel posto per la seconda volta.
              Eh no, adesso non vi appoggia più nessuno!!!
              Paga le tasse come me e poi ne riparliamo.

            • Sei un cafone.. Sono una donna.. E se di primo mattino nn sai cosa fare, c’è sempre la villa comunale per perdere tempo. X quanto riguarda il mio linguaggio, preferisco scrivere male piuttosto di offendere la gente. E poi cos’è una minaccia..??? A me nn interessa chi sei.. Ogniuno e’ qualcuno. E ribadisco.. Tu sei solo un maleducato che si nasconde dietro un nome creato.. E smettila di commentare i miei post. Se nn ti piace ciò che scrivo, ci sn sempre tanti argomenti dove puoi metterti in luce con il tuo spiccato intelletto.

      • hai ragione, la vera protesta dobbiamo farla noi chiedendo gli scontrini dato che non li hanno mai fatti e non hanno mai pagato tasse. non comprate più senza scontrino.

        • Non ritengo il suo commento congruo alla discussione.. Il problema e’ permettere ai commerciante di fare tutti gli scontrini e di nn lasciare quasi il 50% allo stato.. Nn giustifico gli evasori, ma ormai lo stato si può dire di essere socio ad ogni singolo commerciante, visto la percentuale..

    3. non credo che non facendo lo scontrino si risolva il problema secondo me lo si aumenta…… verissimo il 1 gennaio 2001 mi sembra quello che costava 1000 lire costava il doppio……non mi sembra una cosa giusta….. ho saputo che un commerciante e’ stato picchiato perche ‘ no ha chiuso la sua attivita’…e neanche questo e’ giusto……….sempre detto andiamo a Roma … invadiamo Roma con pullman auto treni………..facciamo sentire a Roma non qui… non risolviamo nulla…fuoco di paglia

      • La mia proposta e’ ben diversa da ciò che è stato capito.. Stare chiusi e perdere ulteriori incassi e’ deleterio.. Invece rimanendo aperti, vendere e nn fare gli scontrini, lo stato si sarebbe mosso perché nn avrebbe potuto mettere mani su i nostri soldi.. Poi ovviamente quando lo stato si sarebbe mosso a favore dei cittadini, tutto sarebbe tornato alla normalità… Speriamo che almeno, in qualsiasi modo agiranno, migliorerà qualcosa.. Perché il futuro nn e’ così roseo…

    4. QUELLO CHE STA AVVENENDO A CERIGNOLA ED IN ALTRE ZONE E’ ILLOGICO, IN QUANTO SOLO LA SERRATA DEL 09-12-2013 AVEVA SENSO, MENTRE QUELLE SUCCESSIVE NON FANNO IL BENE DI NESSUNO, ANZI DANNEGGIANO COMMERCIANTI ED ARTIGIANI. IL SENSO AD UNA PROTESTA CONTRO “QUESTO GOVERNO” DEL FARE UNA BEATA MAZZA PER IL ” POPOLO SOVRANO”, DOVEVA E DOVREBBE TROVARE OSTRUZIONE NEI PUNTI NEVRALGICI DELLA ECONOMIA, QUINDI IL BLOCCO PACIFICO DI TUTTE LE BANCHE, DEGLI UFFICI POSTALI, DELL’AGENZIA DELLE ENTRATE, DELL’ EQUITALIA. UNA ALTRA INIZIATIVA COLLATERALE DOVEVA EFFETTUARSI ANDANDO DUE O TRE PULLMAN A ROMA ED INSEDIARSI DINANZI AI MINISTERI ED UFFICI DELLO STATO. MENTRE NEL FRATTEMPO GLI ESERCIZI COMMERCIALI DOVEVANO TENERSI APERTI, SIA PER IL COMMERCIO CHE PER IL POPOLO, MAGARI SENZA EMISSIONE DI SCONTRINI E FATTURE. I QUATTRO O CINQUE GIORNI DI PROTESTA POTEVANO ARRECARE UN SENSIBILE DISGUIDO ALLO STATO CENTRALE. QUESTA CLASSE POLITICA DEVE ESSERE RIFORMATA E RIVISTA A TUTTI I LIVELLI.

    5. in effetti avete ragione, chiudere attività, tenere fermi i camion e tutte le stronzate che stanno facendo, serve solo a danneggiare il singolo…. e basta…..
      non pagare più le tasse non fare gli scontrini è l’unica soluzione, cosi la CASTA non ha più soldi da derubarci per spenderseli come vogliono……

      • Esatto lo sto dicendo dal 9 dicembre.. Aprite e nn fatturate… Così sta volta le ville e le case al mare le costruiamo noi

    Comments are closed.

    Ultimora

    Presunte violenze al carcere di Foggia: tornano in libertà sei agenti della penitenziaria indagati

    Il Tribunale del Riesame di Bari ha rimesso in libertà sei dei dieci agenti...

    Audace Cerignola, con la Virtus Francavilla una delle ultime chiamate per i playoff

    Battute conclusive nel girone C di serie C: in programma la 36^ e terzultima...

    La Polizia Postale di Foggia sequestra oltre 40mila euro a due soggetti per truffa

    La Sezione Operativa per la Sicurezza Cibernetica di Foggia, al termine di una attività...

    Dal 15 aprile al via il calendario di disinfestazione e derattizzazione a Cerignola

    Con l'arrivo della primavera e delle alte temperature, l'amministrazione Comunale di Cerignola, come di...

    “Al cuore della democrazia”, verso la cinquantesima Settimana Sociale dei Cattolici in Italia

    Si svolgerà giovedì, 18 aprile 2024, a partire dalle ore 19,30, nel salone “Giovanni...

    Precisazioni del MISAAC sullo sciopero degli assistenti all’autonomia e comunicazione

    Pubblichiamo di seguito e integralmente una rettifica richiesta dal MISAAC, da parte del Portavoce...

    Altro su lanotiziaweb.it

    Presunte violenze al carcere di Foggia: tornano in libertà sei agenti della penitenziaria indagati

    Il Tribunale del Riesame di Bari ha rimesso in libertà sei dei dieci agenti...

    Audace Cerignola, con la Virtus Francavilla una delle ultime chiamate per i playoff

    Battute conclusive nel girone C di serie C: in programma la 36^ e terzultima...

    La Polizia Postale di Foggia sequestra oltre 40mila euro a due soggetti per truffa

    La Sezione Operativa per la Sicurezza Cibernetica di Foggia, al termine di una attività...