More

    HomeNotizieAttualitàScrivo per...denunciare quanto accaduto nella festa del quartiere San Samuele

    Scrivo per…denunciare quanto accaduto nella festa del quartiere San Samuele

    Pubblicato il

    All’interno della rubrica “Scrivo per…”, dedicata ai cittadini cerignolani, oggi vi proponiamo una mail giunta in redazione, della nostra lettrice Anna, la quale denuncia lo scempio della festa nel quartiere San Samuele di Cerignola. Di seguito il documento integrale.

    Il 28 e 29 settembre si è tenuta “La festa del quartiere San Samuele”. Il tutto si è svolto a cominciare dalle 16,15 di sabato con musica ad altissimo volume e in serata il concerto di musica napoletana neomelodica. La domenica sera siamo stati “dilettati” dalla presenza assordante di un presentatore/presentatrice che ha animato l’evento con battute allusive ed irrispettose soprattutto per la presenza di minori. In altri contesti tale genere di intrattenimento sarebbe stato censurato per il cattivo gusto e l’assenza di una finalità culturale che stimoli davvero gli abitanti del quartiere. In qualità di contribuente di questo Comune mi chiedo: Era proprio necessario questo spreco di denaro pubblico? Non sarebbe stato più proficuo destinare queste risorse al sostentamento delle famiglie bisognose della città? Le famiglie in difficoltà economica certamente non si sfamano con i lazzi e le moine delle ballerine! Consiglio per il prossimo anno: organizzatori ed amministratori locali se tanto vi piace questo genere di eventi finanziatelo con i vostri soldi e nelle vostre abitazioni poiché la maggior parte dei residenti del quartiere certamente non ha richiesto tale festa!

    22 COMMENTS

    1. Partendo dal presupposto che la penso come la signora visto che abito alle spalle del posto scelto per la festa, da quello che so io, l’amministrazione non ha messo un cent, per l’organizzazione, ma la suddetta festa di quartiere (o presunta tale) è stata organizzata da un privato cittadino.

    2. NOn credo che l’amministrazione con le casse in rosso,abbia potuto deliberare per il pagamento di simile festa..Almeno lo spero…Se un evento musicale è di pessimo gusto,l’unica arma per combatterlo,è disertarlo…se poi la gente rimane ,vuol dire che gradisce ed i gusti non si discutono..questa è la libertà…Bisogna comunque verificare se l’amministrazione (in campagna elettorale sotterranea) abbia contribuito in un modo nascosto a caccia di futuri consensi!!Pensare male non si fa peccato?!?

    3. ma ke state a dire primo e stata una festa bellissima e poi i soldi nn li ha cacciati il comune

      • Allora l’anno prossimo affittatevi un locale così le persone che stanno a casa non dovranno sopportare il chiasso che è stato fatto. Se uno vuole sentirsi la musica a tutto volume si mette le cuffie per non creare disturbo agli altri.

        • Sinceramente ha me è piaciuto tanto se lei non vuole sentire quella musica faccia come fanno gli altri che durante la festa patronale vanno via dal paese

          • Quando uno lavora non sempre può scegliers il periodo per le vacanze! Se poi uno non ha problemi a guadagnarsi da vivere allora è un altro discorso. Qui si sta parlando che le persone sono libere di ascoltare la musica e le oscenità che vogliono a patto che non si crei disturbo agli altri. Penso che darebbe fastidio anche a lei se qualcuno disturbasse il suo tempo libero o peggio ancora il riposo.

    4. Premetto che non sono io ad aver messo su la manifestazione in questione, ne l’Associazione di cui faccio parte, detto questo posso capire il buon gusto, posso capire le battute volgari fuori luogo, ma vorrei ricordare a me e alla Signora che ha scritto, che molte volte le Associazioni, farebbero a meno di fare feste, ma se andiamo a cercare soldi per dire dobbiamo fare questa cosa utile per la città o per autofinanziamento ci rispondono picche, oppure come qualcuno mi ha detto in questi giorni, fatti dare il contributo dai bar del Mercadante visto che le feste si fanno tutte la. Ora io dico alla Signora, nel nostro futuro di Associazione per l’esattezza l’A.N.C. vogliamo fare cose concrete per la città, come assistenza agli anziani, accompagnamento degli stessi, ma ci vuole il mezzo 40.000 Euro circa che non possiamo pretendere dall’Amministrazione, ne possiamo intaccare i bilanci familiari, visto che comunque impieghiamo tempo e danaro, allora si pensa all’evento, oppure come quello di dotare le scuole di defibrillatori costo medio 1.500 euro cadauno moltiplicato per quante suole vi sono a Cerignola, allora propongo alla Signora, non facciamo l’evento mi da una mano a fare una colletta; non credo che lo farà, allora dobbiamo per forza di cose creare l’evento e sperare che ci sia gente più generosa. Signora era mia intenzione per il futuro far girare gli eventi anche per i quartieri di Cerignola, ma credo che saltero’ San Samuele, ma forse più semplicemente alla Signora ha dato fastidio il genere napoletano, magari se mi dice qual’é il suo cantante preferito vedo di accontentarla. Con Stima un cittadino che crede di dare qualcosa alla città

      • La “colletta” per la mia città io la faccio quotidianamente, pagando tutte le tasse, i tickets dovuti, la TARSU e provvedendo direttamente alle famiglie bisognose. Non è importante conoscere i miei gusti musicali ma sapere che si può aiutare gli altri in tanti modi e che tanti lo fanno già senza la necessità di farsene vanto.

    5. Penso che il tutto derivi dallo stress, dal cattivo umore, siamo circondati da tanto malessere e allora ce la prendiamo un po con tutti.
      Se quel baccano come dice qualcuno, si sarebbe fatto per un altro tipo di evento, del tipo religioso, sono convinto che nessuno avrebbe reclamato.
      Calmiamoci un po tutti, e cerchiamo di collaborare con quelle persone che mettono impegno e soprattutto la faccia, per farsì che Cerignola non diventi un CIMITERO.
      Auguri e complimenti a chi fa qualcosa per cerignola e i suoi abitanti.

    6. Cara signora arrabbiata, sia un pochino più tollerante, non tutti sono intenditori e di gusti musicali raffinati come i lei.
      C’è chi si accontenta di musica neomelodica napoletane e chi, come presumo lei, cerca di soddisfare il suo palato musicale con altro.
      La prossima volta consiglio agli organizzatori della manifestazione, che sono certo non è stata finanziata con risorse pubbliche, di organizzare la “festa del quartiere San Samuele” a “Stornara”, così la signora sarà tranquilla di non ascoltare “barzellette sconce” che si ascoltano in tutti i programmi televisivi, ma prevalentemente “contenta” di essere stata protagonista di un articolo giornalistico pretestuoso ed intriso di inutile “protesta” a tutti i costi e di essere stata “protagonista” ignota per un giorno.

      • Io mi sono firmata con nome e cognome e certo non mi si può dire di essere “protagonista“ ignota, lei piuttosto faccia il proprio nome e cognome. Cosa vuol dire “a tutti i costi”? Ho forse inventato qualcosa? Lei era presente?
        Perché, invece di andare a “Stornara” (dove hanno ospitato Edoardo Bennato), non cosiglia agli organizzatori di tenere la prossima festa nel suo quartiere, così avrà modo di provare in prima persona l’utilità di questo genere di spettacoli?
        Questa è una rubrica pubblica in cui, chiunque, con garbo, può esercitare il diritto di cittadinanza, di parola, …

    7. sempre da ridire gente lagniosa……. cum u fe a fe a na dec semp e nn aggiungo altro….

    8. Cara “Signora”, chi le scrive è uno degli organizzatori di tale festa “oscena e volgare” come da lei citato, le confermo la tesi di vari utenti, che il caro comune di cerignola non ha messo un centesimo, premesso questo, preciso che il baccano è stato fatto in orari permessi dall’amministrazione, quindi lei ha avuto la tranquillità per poter dormire il pomeriggio e sera, al massimo le abiamo disturbato la visione di Barbara DURSO e altre trasmissioni da lei seguite.
      L’assurdità stà nel fatto, che lei s’indigni, per barzelette oscene, canzoni neomelodiche, e ballerine sexy, provi ad infdignarsi per cose ben più serie.

      • Io ho reso noto quali sono i miei motivi di indignazione. Può fare anche lei il suo elenco di rimostranze, magari mi troverà d’accordo. Il pomeriggio anche volendo seguire il programma della signora D’Urso ho molto lavoro da fare.
        Con questo non ritengo di intervenire ancora nel blog a proposito perché non è mia intenzione dilungarmi in inutili e improduttivi confronti. Buona serata a tutti

    Comments are closed.

    Ultimora

    Presunte violenze al carcere di Foggia: tornano in libertà sei agenti della penitenziaria indagati

    Il Tribunale del Riesame di Bari ha rimesso in libertà sei dei dieci agenti...

    Audace Cerignola, con la Virtus Francavilla una delle ultime chiamate per i playoff

    Battute conclusive nel girone C di serie C: in programma la 36^ e terzultima...

    La Polizia Postale di Foggia sequestra oltre 40mila euro a due soggetti per truffa

    La Sezione Operativa per la Sicurezza Cibernetica di Foggia, al termine di una attività...

    Dal 15 aprile al via il calendario di disinfestazione e derattizzazione a Cerignola

    Con l'arrivo della primavera e delle alte temperature, l'amministrazione Comunale di Cerignola, come di...

    “Al cuore della democrazia”, verso la cinquantesima Settimana Sociale dei Cattolici in Italia

    Si svolgerà giovedì, 18 aprile 2024, a partire dalle ore 19,30, nel salone “Giovanni...

    Precisazioni del MISAAC sullo sciopero degli assistenti all’autonomia e comunicazione

    Pubblichiamo di seguito e integralmente una rettifica richiesta dal MISAAC, da parte del Portavoce...

    Altro su lanotiziaweb.it

    Presunte violenze al carcere di Foggia: tornano in libertà sei agenti della penitenziaria indagati

    Il Tribunale del Riesame di Bari ha rimesso in libertà sei dei dieci agenti...

    Audace Cerignola, con la Virtus Francavilla una delle ultime chiamate per i playoff

    Battute conclusive nel girone C di serie C: in programma la 36^ e terzultima...

    La Polizia Postale di Foggia sequestra oltre 40mila euro a due soggetti per truffa

    La Sezione Operativa per la Sicurezza Cibernetica di Foggia, al termine di una attività...