More

    HomeSportBasketTerminata la prima fase vincendo il girone, l'Olimpica guarda già ai playoff

    Terminata la prima fase vincendo il girone, l’Olimpica guarda già ai playoff

    Pubblicato il

    L’Olimpica viene beffata negli ultimi minuti di una partita bellissima da un Manfredonia messo sotto per 38 minuti dall’Olimpica più bella della stagione, Manfredonia che ha comunque il merito di non arrendersi nemmeno quando va sotto di tredici alla fine del terzo quarto. Ma riteniamo che partite come queste non vadano raccontate da una fredda cronaca, partite come queste vanno solo ricordate, nel bene e nel male, per tutto le emozioni che ha regalato, e per la grande correttezza degli atleti sul campo e del numerosissimo pubblico sugli spalti. Certo non si può non sottolineare la grande prova di Rubbera (34 pt.) e di Bacchini (20 pt.) autori di una gara strepitosa che, insieme ai compagni di squadra, hanno messo alle corde il Manfredonia per 38 minuti, pagando, forse in termini di lucidità alla fine della gara e alla fine del supplementare, tuttavia la squadra ha dato spettacolo e ciò rappresenta una grande iniezione di energia e di fiducia per gli imminenti playoff. Playoff che inizieranno tra due settimane e che vedranno l’Olimpica nel girone di Lecce, Mesagne e Monopoli oltre a Manfredonia e Angiulli Bari. Playoff con una formula assurda che manda la prima in classifica come terza nella poule promozione e la terza come prima. Stessa cosa nell’altro girone dove l’Alius S.Severo, unica squadra dei due gironi che con l’Olimpica ha maturato 30 punti finendo seconda alle spalle della squadra cerignolana, che parte terza dietro la Diamond Foggia che si è classificata quarta. Un regolamento che fa dell’iniquità sportiva il metro di misura di questo campionato, iniquità denunciata a gran voce da tutte le società di serie D ma, come sempre, lamentele disattese dalla federazione sempre attenta a riscuotere tempestivamente i famigerati bollettini freccia, ma sempre superficiale quando si tratta di valutare gli effetti malefici di regolamenti partoriti da persone incompetenti.

    «Con le regole dello scorso anno, oggi avremmo dovuto affrontare la quarta dell’altro girone al meglio delle tre partite con l’eventuale bella in casa, per poi fare la finale al meglio delle tre partite con la bella in casa. Siamo veramente stupiti dall’esito di questo assurdo regolamento che, ci danneggia gravemente, per assurdo, se avessimo perso un altro paio di partite saremmo partiti come secondi nella poule promozione anziché terzi o quarti. Purtroppo evidenziamo che non c’è rispetto dei valori espressi durante il campionato e ora ci tocca inseguire nelle sei partire rimanenti, che per noi saranno sei finali», queste le parole di un contrariato Matteo Sgarro, uno dei tre soci dell’Olimpica. Ora una settimana di stop per poi iniziare i playoff dalla settimana successiva. Intanto si stanno chiudendo le prime fasi dei campionati giovanili che stanno vedendo l’Olimpica grande protagonista in tutti e quattro i campionati giovanili, squadre quasi integralmente composte da ragazzi cerignolani che stanno sfidando i pari età dei gironi della provincia barese, gironi notoriamente più forti e qualificanti. Manteniamo le posizioni di vertice dei campionati inseguendo la prestigiosa qualificazione alle fasi regionali/nazionali. Nel prossimo fine settimana faremo il punto preciso della situazione squadre giovanili nella speranza di dare già la conferma di qualche prestigiosa qualificazione.

    1 COMMENT

    1. X precisare vi faccio una domanda:ma ad agosto si sapevano già come la federazione avrebbe composto i due gironi di serie d di queso campionato, quindi voi della società sapevate bene come era la storia . Perchè oggi date la colpa ai regolamenti della federazione e nn pensate invece che con tutti i soldi che avete speso nn avete ammazzato il campionato , visto che sulla carta avete una squadra che puo competere anche in c2. Fate un profondo esame all’interno della vostra società e cercate le incompetenze li e nn dare sempre la colpa agli altri( regolamenti o altri spetri).

    Comments are closed.

    Ultimora

    Omicidio Donato Monopoli, ridotte in appello le pene per i due imputati

    Derubricando il reato di omicidio volontario in omicidio preterintenzionale, la Corte d’assise d’appello di...

    Cerignola, iscrizioni aperte per il registro delle imprese storiche

    Cerignola rende omaggio alle radici della sua economia e della sua storia. Il Comune...

    Tre anestesiste rafforzeranno il reparto di Rianimazione dell’ospedale di Cerignola

    Si è tenuto ieri pomeriggio, presso l’ospedale di Cerignola, l’incontro tra il sindaco Bonito...

    A Cerignola ed Orta Nova due panchine gialle contro bullismo e cyberbullismo

    L'inaugurazione a Cerignola e Orta Nova di due panchine gialle, simbolo di sensibilizzazione contro...

    “No smoking be happy”: torna a Cerignola l’evento dedicato alla prevenzione del fumo

    Il 30 e 31 maggio, in occasione della Giornata Mondiale senza Tabacco, l'associazione Costruire,...

    “Favugne. Storia di mafia foggiana”, domani la presentazione del libro a Cerignola

    All’interno de Il Maggio dei Libri, la biblioteca di comunità di Cerignola in collaborazione...

    Altro su lanotiziaweb.it

    Omicidio Donato Monopoli, ridotte in appello le pene per i due imputati

    Derubricando il reato di omicidio volontario in omicidio preterintenzionale, la Corte d’assise d’appello di...

    Cerignola, iscrizioni aperte per il registro delle imprese storiche

    Cerignola rende omaggio alle radici della sua economia e della sua storia. Il Comune...

    Tre anestesiste rafforzeranno il reparto di Rianimazione dell’ospedale di Cerignola

    Si è tenuto ieri pomeriggio, presso l’ospedale di Cerignola, l’incontro tra il sindaco Bonito...