More

    HomeNotizieCronacaTruffa e furti, arrestate tre persone: capo della banda un cerignolano

    Truffa e furti, arrestate tre persone: capo della banda un cerignolano

    Pubblicato il

    Una banda accusata di aver compiuto decine di furti e truffe in Basilicata, Campania e Molise è stata sgominata dalla sezione criminalità organizzata della squadra mobile di Potenza che ha arrestato ieri tre persone (il quarto componente del gruppo è ricercato), accusate di una serie indeterminata di furti aggravati e di numerosi reati di falso e truffa. Il capo della banda era un cerignolano, Giuseppe Albano (41 anni), già noto alle forze dell’ordine: in manette anche due uomini di Melfi (Pz) di 23 e 25 anni, mentre un quarto elemento -anch’egli di Cerignola e destinatario di un ordine di custodia cautelare- è risultato irreperibile e sembra si sia trasferito in Svizzera da circa sei mesi. Dal 2010 alle scorse settimane, i quattro hanno rubato e truffato in ventitrè comuni del Potentino, sei del Materano, due della provincia di Salerno e uno in provincia di Campobasso: dappertutto hanno agito utilizzando una fiammante Bmw X3 nera, utile soprattutto per le truffe, fatte fingendo di essere facoltosi imprenditori alla ricerca di materiale (prelevato subito ma con pagamento da saldare successivamente, cosa ovviamente mai avvenuta, con l’elargizione di assegni falsi) o addirittura ufficiali dei Carabinieri e appartenenti alla Polizia penitenziaria (di qui l’accusa di sostituzione di persona e usurpazione di titoli e onori), facendosi consegnare capi di abbigliamento da far provare ad un fantomatico fratello, portatore di handicap.

    Il gran numero di paesi del Potentino “colpiti” dai furti in negozi di abbigliamento, bar, tabaccherie – dove venivano rubati gratta e vinci e soldi e venivano scassinati i videopoker alla ricerca di altro denaro – hanno indotto gli investigatori della Polizia a indagare su tutto il “fenomeno”: così sono emerse analogie anche con casi avvenuti in altre province. I quattro non agivano tutti insieme: hanno raccolto un bottino complessivo stimato intorno a 300mila euro. Gli arresti (eseguiti dalla mobile potentina e dagli agenti dei commissariati di Melfi e Cerignola) sono stati ordinati dal gip di Melfi, Amerigo Palma, su richiesta del pm, Renato Arminio.

    Ultimora

    Audace Cerignola, tris alla Virtus Francavilla che tiene vive le speranze playoff

    Riassapora il successo l’Audace Cerignola, con una prestazione autoritaria davanti al pubblico del “Monterisi”...

    Flv Cerignola, sconfitta annunciata in casa del rullo compressore Star Volley Bisceglie

    Tutto come da programma, la Flv Cerignola cede nettamente alla capolista Star Volley Bisceglie...

    Vittoria al quinto set per la Mandwinery Pallavolo Cerignola su San Giorgio

    La Mandwinery Pallavolo Cerignola ha superato al tie break la Intecservice San Giorgio del...

    Presunte violenze al carcere di Foggia: tornano in libertà sei agenti della penitenziaria indagati

    Il Tribunale del Riesame di Bari ha rimesso in libertà sei dei dieci agenti...

    Audace Cerignola, con la Virtus Francavilla una delle ultime chiamate per i playoff

    Battute conclusive nel girone C di serie C: in programma la 36^ e terzultima...

    La Polizia Postale di Foggia sequestra oltre 40mila euro a due soggetti per truffa

    La Sezione Operativa per la Sicurezza Cibernetica di Foggia, al termine di una attività...

    Altro su lanotiziaweb.it

    Audace Cerignola, tris alla Virtus Francavilla che tiene vive le speranze playoff

    Riassapora il successo l’Audace Cerignola, con una prestazione autoritaria davanti al pubblico del “Monterisi”...

    Flv Cerignola, sconfitta annunciata in casa del rullo compressore Star Volley Bisceglie

    Tutto come da programma, la Flv Cerignola cede nettamente alla capolista Star Volley Bisceglie...

    Vittoria al quinto set per la Mandwinery Pallavolo Cerignola su San Giorgio

    La Mandwinery Pallavolo Cerignola ha superato al tie break la Intecservice San Giorgio del...