More

    HomeEvidenzaVideo, Inceneritore di Tressanti acceso di giorno

    Video, Inceneritore di Tressanti acceso di giorno

    Pubblicato il

    E’ il 13 marzo e l’inceneritore vicino Borgo Tressanti fuma, in pieno giorno. Alle 15,00 un gruppo di militanti del Movimento Politico La Cicogna giunge sul posto e gira un video. C’è rumore e ci sono operai al lavoro. Il fumo esce ciminiera principale (anche se non si vede bene dalle immagini) e dai camini più piccoli. «A detta di alcuni residenti – si legge nella nota stampa di Patrizio Maggio – è già dallo scorso pomeriggio che dal fumaiolo escono questi fumi e addirittura degli agricoltori ci hanno confermato la presenza di fumi nerastri in mattinata». Inoltre balzano all’occhio alcuni particolari. «…lamiere del fumaiolo staccate e penzolanti nel vuoto». Già sul mensile TRENTAWEB erano comparse le foto dei fumi notturni dell’inceneritore. E nonostante tutto dalle istituzioni non giunge alcuna risposta chiara.

    64 COMMENTS

    1. siii, MA ..aìABBIamo …” l’assessore regionale”..!! …. ed ORA ……”assessore regionale alla SANITA’…!!!!”….
      FORZA CERIGNOLANE-I …DIFENDIAMOCI…CACCIAmoli tutti e per SEMPRE

    2. CONOSCO MOLTI UOMINI DELLA CICOGNA CHE SONO ANDATI A CERCARE LAVORO
      PROPRIO NELL’INCENERITORE DI BORGO TRESSANTI.OOOHHHH!!! MA DA CHE PARTE STATE INVIDIOSI CHE NON SIETE ALTRO.
      POI IL CANCRO DA MO CHE ESISTE….TUTTI QUELLI CHE SONO MORTI FINO AD ORA SARANNO QUELLI CHE HANNO MANGIATO FRUTTA E VERDURA AVVELENATI DAI PESTICIDI CHIMICI OPPURE IL CANCRO AI POLMONI GLI E’ VENUTO FUMANDO DECINE DI SIGARETTE AL DI’,INGOIANDO FUMO DI CANNE FUMARIE A FORMA DI SIGARO PUZZOLENTE,DOVREMO ELIMINARE I CELLULRI PERCHE’ PORTANO IL CANCRO AL CERVELLO E AD ALTRE PARTI DEL CORPO….DIPENDE DOVE GLI SQUILLA….ELIMINIAMO LE AUTO CON LE MARMITTE,ECC.ECC…L’ASSESSORE ALLA SANITA’ DOVREBBE FAR SPARIRE TUTTO QUESTO???SOLO SE FOSSE L’ONNIPOTENTE.QUINDI INIZIATE A NON SPUTARE NEL PIATTO DOVE AVRESTE VOLUTO MANGIARE E FARE LA SCARPETTA.AMEN.

    3. bravo malboro… tumori cancro sono 20 anni ke esiste qst problema dunque fate aprire aziende non rompete le palle la gente e’ senza lavoro w il lavoro…

    4. guardate che l’inceneritore e’ in zona di Manfredonia quindi il lavoro andra’ ai sipontini non ai cerignolani.

    5. Apprezzo lo sforzo del m. p. La Cicogna di voler informare i lettori attraverso
      i video sulla situazione attuale dell’inceneritore. Però, credo sia giunto il
      momento di passare alla fase successiva, cioè quella di organizzare grandi manifestazioni
      di protesta coinvolgendo tutti i comuni
      interessati(vedi Taranto) e tutte le altre forze politiche locali per
      sensibilizzare le istituzioni a prendere decisioni a noi favorevoli. Se La Cicogna non si convince che dalle parole occorre
      passare ai fatti, e invece preferisce proseguire lungo la
      scia della sola informazione, rischia di
      dare la sensazione o la certezza a chi legge che il Movimento intenda strumentalizzare l’
      inceneritore per fare solo demagogia politica.

    6. Ciò, lo dico senza
      fraintendimenti e senza alcuna invidia personale verso chicchessia, solo perchè è mia consuetudine guardare in faccia
      la realtà delle cose pur se esse sono a volte sgradevoli….consapevole di
      rendermi anche antipatico.

      Tutto ciò vale pari pari
      riferendomi agli attuali dirigenti facenti funzioni del Movimento cinque stelle.
      A codesti Signori suggerisco di uscire dall’anonimato ed in collaborazione col
      m.p. La Cicogna attivarsi nella direzione cui facevo riferimento sopra. Inoltre, ritengo sia doveroso da parte di
      essi dedicarsi fare politica attiva con presenza fisica sul territorio. Interloquire via internet soltanto, credo non
      sia la risposta giusta che si possa dare ai 4500 elettori di Cerignola che
      nutrendo fiducia nel Movimento di Beppe
      Grillo ora attendono atti concreti.

      14-3-2013

    7. Il mio commento all’articolo, essendo stato diviso in due parti, prego i lettori leggerlo a parti cronologicamente invertite. Chiedo scusa per il disguido.

    8. Grazie mille ad Elena, grazie mille a Nichi per averci regalato quest’incredibile strumento rivoluzionario di tecnologia e morte. Spero che le tossine raggiungano per primi i vostri piatti… cosi’ almeno avremmo due pezzi di m…. in meno!

    9. signor Bruno e il movimento anti inceneritore di cui lei e’ o era membro che fine ha fatto? se non ricordiamo male prima eravate piu’ attivi o mi sbaglio? foste proprio voi a tentare , invano, di impedire alla cicogna di partecipare al maxi corteo con le bandiere perche’ avevate paura che poi a voi non vi inquadrava nessuno? io penso che la cicogna dal punto di vista dell’opposizione stia facendo piu’ del dovuto visto che il pd dorme e la maggioranza invece lo vuole l inceneritore. lei secondo me, visto che si sta molto impegnando, per ora solo virualmente di politica, deve pungolare il sindaco, il suo amico palladino e gli altri. i grillini e la cicogna non hanno in mano le carte per decidere e le manifestazioni seppur importanti all’orecchio di marcegaglia non arrivano….

      p.s. oggi per esempio e’ la giornata giusta per incontrarsi e fare qualcosa e chi ha orecchie per intendere intenda….

    10. Credo che comunque i ragazzi del movimento anti inceneritore,molti dei quali confluiti nel M5S, si stiano muovendo. Certo, come ho detto in un altro blog, secondo me è stupido frazionarsi, bisogna unirsi per poter vincere le battaglie. Anche con Movimenti che che non hanno lo stesso nome, ma lo stesso fine. I ragazzi hanno fatto tantissimo,La Cicogna ha però un vantaggio: essere rappresentata in Consiglio Comunale e quindi presentare mozioni, di concerto con i M5S, atte ad inibire il prosieguo dell’attività dell’inceneritore. Ragazzi, sveglia. I personalismi non portano da nessuna parte!

    11. ma se le mozioni poi non le approvano? ecco perche’ dico che bisogna incontrarsi.

    12. Mi piacerebbe sapere quali nozioni tecnico-scentifiche permettono al sig. Maggio di dedurre dal fumo che vede cosa succede nell’impianto. Ha mai pensato che quello potrebbe essere vapore e non fumo? Ha mai pensato che l’impianto è autorizzato per la messa a regieme dello stesso? Sicuramente avete una copia dell’autorizzazione, leggete bene tutto e non fate demagogia spicciola. Vi scandalizzate se vedete gli operai. Avete mai visto che un impianto funziona da solo? Ma cosa dite!!!!!!!

    13. e se poi le mozioni non le approvano? ecco perche’ dico che bisogna incontrarsi e chi puo’ faccia lo faccia.senno’ qui non ne usciamo vivi.

    14. @edf65091903a8d8ff580117467421c79:disqus uhmmm, potrebbe essere solo vapore per portare a regime l’impianto, ma è proprio quello che si cerca di evitare: di portare a regime l’impianto!

    15. @b994390231cdd8e702dd1b8eca939929:disqus incontrarsi serve solo a parlare e a cercare di trovare soluzioni. ma se poi le stesse non vengono recepite da chi di dovere, vedi sindaco e assessore, mi sa che è meglio morire, si fa prima

      • GLI IMPIANTI NON SONO VIETATI, SONO VIETATI QUELLI CHE FUNZIONANO MALE, E SE NON FUNZIONANO NON SI SAPRA’ MAI SE FUNZIONANO MALE

        • senta, io non ho qualifiche tecniche per dire se un inceneritore funzioni, bene o male che sia. Io so solo che nella nostra terra (e Lei mi dirà che l’inceneritore è situato in terra di manfredonia, ma non importa) ad altissima vocazione agricola, per me sarebbe stato meglio impegnarsi nello sviluppo di tecnologie agricole ed export dei nostri prodotti altamente qualificati (noti bene che le parla una persona che non ha niente a che fare con il mondo agricolo e le cui progenie derivano dal terzo settore, ma che crede fermamente che se si blocca il comparto agricolo muore tutto il resto ) E’ indubbio che dietro questo progetto girino interessi altissimi. L’interesse che più mi sta a cuore, però è il futuro dei miei figli e la loro salute.

    16. permettetemi di dissentire, il dialogo e’ sempre utile. poi, si ci possono essere problematiche che possono causare intoppi o ritardi tutto puo’ accadere, ma il dialogo e’ necessario, l’incontrare le istituzioni e’ necessario senno’ poi si perde quello che si e’ fatto fino ad ora.

      • solo se ciò che si è fatto fin’ora è qualcosa di concreto. io ritengo che sia il movimento anti-inceneritore che la Cicogna si siano mossi bene e nella direzione giusta.

    17. incontrarsi serve sempre storto o dritto qualcosa esce fuori, l importante e’ che tutte le parti abbiano delle soddisfazioni. ma qui chi puo’, non fa nulla.
      dal video si vede del vapore e il vapore vuol dire che ci sta una combustione? quindi io penso che li stanno bruciando.

    18. CHI FUMA DAVANTI AI FIGLI LI METTE IN GRAVE PERICOLO…
      SCAGLI UNA PIETRA CHI NON L’HA MAI FATTO!

    19. Dunque,abbiamo una discarica enorme a pochi Km dal centro abitato,in cui confluiscono rifiuti da parecchi paesi limitrofi (che oltretutto non pagano),abbiamo un impianto di smaltimento e trattamento rifiuti ”speciali”in zona industriale (praticamente in linea d’aria a pochi metri dal centro abitato) poi abbiamo un inceneritore, per ora fermo,ma che ha operato per decenni sempre in zona industriale,ora abbiamo un inceneritore anche a Tressanti,Non abbiamo controlli particolari sui fertilizzanti e concimi vari nel nostro agro,non esistono controlli su altezza fusti di piante che vengono trattate.

      In pratica tra l’agro vastissimo che possediamo ,la discarica e,l’inceneritori siamo circondati.

      Poi hanno formato una commissione medica(di cui non ho più notizie) per capire come mai a Cerignola c’è uno spropositato numero di malati oncologici,ma il motivo è semplice non occorre la ”commissione”,SIAMO SEMPLICEMENTE CIECHI.

      Tra tutti questi potenziali ed eventuali siti a rischio ,possibile che nessuno provochi danni?

      Non ho competenza tecnico scientifica in materia,ma la logica è la madre di tutte le discipline…….

      Certezze non ho ,ma un serio studio su queste problematiche è urgente ed auspicabile.

      Saluti

    20. non uso mai le maiuscole, ma..
      COME NON ESSERE D’ACCORDO CON BIANCARDI???
      Siamo così presi nel lavoro, negli impegni, nelle mille scadenze e cose da fare che spesso per inseguire le urgenze mettiamo da parte le cose REALMENTE IMPORTANTI !!!
      Chi ha l’obbligo di monitorare l’ambiente? il rispetto delle leggi? Gli organismi di ASL e Comune? Bene! allora che i risultati delle verifiche siano pubblici!
      Spero che chiunque legga fornisca il proprio contributo legato a questo problema.
      grazie in anticipo

    21. Bisognava impedire la realizzazione dell’inceneritore e basta. Adesso, possiamo solo sperare che si facciano i dovuti controlli…
      Very…è sempre il solito discorso: poi…chi controlla i controllori? Il Comune? l’ASL? Hai mai pensato che sono proprio Comune (di Manfredonia) ed ASL (FG) ad aver concesso le autorizzazioni?

    22. Oramai il danno è fatto…inutile illudersi di poter cambiare le cose, anche il ricorso straordinario al Presidente della Repubblica dimostra che nessuna strada è ormai percorribile. Inutile illudere i cittadini -ai soli fini elettorali…badate bene!- che si possa ancora fare qualcosa, questa è una strumentalizzazione ancora più criminale, perchè sfrutta la paura ed il dolore delle persone. Con buona pace nostra, continueremo a veder morire amici e parenti per malattie oncologiche. Chi materialmente ha rilasciato quelle maledette autorizzazioni? CHI??? E, soprattutto, perchè? In nome di quale principio?

    23. Cerco di esprimere con più calma ciò che volevo dire..
      Credo che l’impianto, giusto o sbagliato (certamente sbagliato, a mio avviso, visto che tempo fa parlando con un promotore del comitato contro l’inceneritore esprimevo le mie perplessità e soprattutto quelle che sono a mio avviso le moderne soluzioni in tema di smaltimento di rifiuti, ma questa è un’altra storia..); dicevo che l’impianto, giusto o sbagliato ormai è li, e probabilmente, prima o poi quando sarà terminata la fase di “rodaggio” inizierà a funzionare. Alla luce di questa considerazione, la cosa “meno peggio” che possiamo fare (nella attesa di soluzioni alternative..), è costituire un organismo che, “di concerto” con gli enti finalizzati al controllo di aria/acqua/terreno sulle zone adiacenti e sui punti nevralgici del territorio, svolga un compito di sentinella attenta affinchè vengano rispettati tutti i requisiti necessari e sufficienti di depurazione e di manutenzione. Ovviamente non sono un tecnico, ma se ci mettiamo insieme e, soprattutto, se teniamo alta la guardia su questo argomento credo, anzi sono certo, che tenere sotto controllo “il mostro” si può. Penso, per contro, che la rassegnazione o peggio il disinteresse, siano i veri nemici in tema di ambiente.
      Ripeto, mi auguro che i lettori interessati, in particolare chi è un tecnico in tale materia, possano fornire il proprio contributo a cui, ovviamente, associo la mia disponibilità e partecipazione uscendo chiaramente dalle dinamiche del blog.
      Buonasera
      ps. ciao Rita. grazie (!).

    24. Dimenticavo di precisare nel mio intervento, che qualsiasi eventuale interessamento o partecipazione, sia avulsa da interessi di partito o politici o di movimenti che non abbiano a cuore solo ed esclusivamente il benessere e la salute dei cittadini.
      buonasera

    25. Rispondo a “nuvole e lenzuola”

      Gentile anonimo Signore o
      Signora, la ringrazio per le domande perchè mi dà la possibilità di fare un po’
      di chiarezza sulla mia persona riferita all’inceneritore. Affermo senza timore
      di essere smentito, coloro che hanno voluto
      e in poco tempo costituito il Comitato contro gli inceneritori – che Lei preferisce chiamarlo “movimento
      anti inceneritore”- siamo stati in tre : io, Matteo Capuano e Luigi Doria. Il Comitato man mano è cresciuto con
      l’adesione di tante bravissime persone, però con un neo: una buona parte di
      esse come pregiudiziale non voleva
      intavolare alcun rapporto con i partiti
      politici e sono quelle che in larga parte ora militano nel Movimento cinque stelle. Io
      che ero e sono tuttora convinto che la Politica nelle questione inceneritore
      deve essere coinvolta per ovvie ragione i rapporti, per tale motivo, sono andati sempre più deteriorandosi nel
      tempo a tal punto che tanto tempo addietro decisi di tirandomi fuori per
      incompatibilità di vedute facendo il cosiddetto passo indietro e dedicarmi un
      po’ di più alla mia grande passione che è appunto la politica.

      E vengo all’episodio cui faceva
      Lei cenno, riguardante le bandiere de La Cicogna. Quel giorno, ed era il 18 giugno 2011, lo
      ricordo come fosse ieri, al Sig Metta tentai in tutti modi di spiegargli che io
      ero favorevolissimo che si esibissero nel corteo bandiere di tutti i partiti e movimenti
      perchè ritenevo giusto che si consentisse a tutti la libertà di pensiero a
      differenza di altri (come accennavo prima) che invece erano nettamente
      contrari. Il problema fu che, la grande
      tracotanza del Sig. Metta espressa in
      maniera aggressiva nei miei confronti non mi diede la possibilità di chiarire
      l’equivoco. Sembrò che io non volessi
      far sfilare gli aderenti a La Cicogna con le bandiere di appartenenza.
      Convinzione che come l’ha avuta Lei , l’hanno avuta tutti. E questo purtroppo mi addolora perchè io sono
      per il rispetto delle opinioni politiche altrui, anche quando non sono da me
      condivise.

      E quindi che timore potevo avere
      di essere inquadrato o meno ..e poi inquadrato da chi? E a che scopo?

      Lei dice che mi sto dedicando solo virtualmente
      alla politica e che dovrei pungolare il Sindaco Giannatempo e “l’amico”
      Assessore Stefano Palladino, ( in realtà non siamo amici, ma eravamo
      semplici interlocutori quando svolgevo l’ attiva nel Comitato). Si è vero. Cerco di rendermi utile, sperando
      di riuscirci, facendo politica via telematica. Anche se realizzare l’idea di
      costituire un movimento politico locale la trovo importante nell’interesse collettivo,
      perchè solo attraverso un soggetto politico si può essere meglio ascoltati
      dall’Amministrazione Comunale. La realtà è che
      ora non rappresento nessuno se non me stesso. Però quando ero parte integrante il Comitato,
      unitamente a Matteo Capuano e Luigi Doria molte volte ci siamo accapigliati col
      Sindaco e con l’Assessore Palladino sulla questione inceneritori Ecocapitanata
      sito nella zona industriale ed ETA di Tressanti. Tanto che alla fine qualcosa si è ottenuto: il
      Sindaco non ha dato più l’autorizzazione ad Ecocapitanata a riprendere
      l’attività di incenerimento di rifiuti ospedalieri e ad iniziare la raccolta
      differenziata nella zona Fornaci. Ciò anche grazie al resto dei membri
      componenti il Comitato ed al Movimento La Cicogna. E ciò lo devo dire ad onor del vero!

      Desidero concludere rendendomi
      conto che mi sono dilungato, dicendoLe che non è vero che se la popolazione si
      ribella le notizie alla Marcegaglia non arrivano. Arrivano e come se arrivano!!

      La Marcegaglia si, ma le notizie
      dovrebbero arrivare a ben altri personaggi che contano!

      Ribadisco ciò che ho scritto
      nell’altro commento: IL PROBLEMA SI PUO’ RISOLVERE POSITIVAMENTE A NOSTRO FAVORE
      SE C’E LA PROTESTA DI MASSA SOPRATTUTTO
      SUL POSTO! Signori
      attivisti “Grillini” e “Cicognini”, fuori le vostre capacità
      organizzative!

      Onestamente, non ho capito il
      P.S……Sarà perchè sto rimbambendo?
      16-3-2013

    26. Rispondo cumulativamente al resto
      dei commentatori.

      Constato con grandissimo piacere
      la presenza di interesse in tutti gli altri commentatori verso il problema
      inceneritore. Non ritengo opportuno rispondere ad ognuno via telematica,
      sia pure sinteticamente, perchè dovendo comunque impiegare molte parole
      correrei il rischio di essere noioso. Mi
      limito a dire o a scrivere dicendo che si è ancora in tempo per fare qualcosa
      di utile per evitare che il “mostro” (come lo chiama, giustamente, Very Normal
      Citizen) non vada in funzione. La mia
      non è utopia. Dovremmo essere capaci anche di prendere i politici locali con la
      cravatta ,che a parole dicono di essere contrari all’inceneritore, e farli
      intervenire politicamente. Il momento è
      favorevole, visto il malcontento, in senso lato, esistente in Italia. Circa i controlli, diffido in chi dovrebbe effettuarli.
      Taranto insegna molte cose. Chi o coloro
      che erano deputati al controllo dell’ILVA sono inquisiti perchè non avevano
      fatto il loro dovere. Comunque sia, l’inceneritore
      pur funzionando a norma di legge, nei
      fumi fuoriescono ugualmente sostanze cancerogene le cosiddette nano particelle (più
      piccole delle micro particelle)che i
      filtri non riescono a trattenere e sono
      le più letali per la vita umana. Mi fermo qui per le ragioni sopra descritte.

      Avrei tanto altro da aggiungere,
      magari in appresso se le condizioni lo permetteranno, non mi tirerò indietro a
      farlo.

      Saluto tutti di cuore.

      16-3-2013.

    27. MALBOROLIGHT : se tutti fossero come me saresti lapidato. Non ho mai fumato in vita mia, non consento che si fumi nella mia auto o in casa mia e se qualcuno fuma, evito che si avvicini a me o ai miei bambini subito dopo. Non mi piacciono le persone che fumano, non le ritengo intelligenti (scusate, ma è il mio pensiero) poichè causano a sè stesse del male e non le ritengo forti di carattere, perchè non capaci di smettere. Mio marito fumava, quand’ancora eravamo solo fidanzati, e l’ho fatto smettere, altrimenti non l’avrei sposato…odio avere accanto a me persone che puzzano. Persino con la Maestra di mia figlia ho messo subito in chiaro le cose. Sarò antipatica? Sicuramente! Questo mio pensiero viene amplificato quando si tratta dei vari incenerito che come giustamente ha fatto notare il Sig. Biancardi, ci circondano. Have a good life.
      P.S. per favore qualcuno rintracci Vult-e-Ger!!!!!!!!!!!

    28. Buongiorno Sig. Bruno,
      facendo seguito all’incontro che abbiamo già avuto, Le confermo la mia disponibilità a “costruire” tutto quanto può fungere ad attività che si pongano a garanzia della salute pubblica, siano esse attività di controllo (le nanoparticelle di cui parla, se censite, e se vanno oltre la quantità stabilita per legge, comportano la denuncia presso l’autorità giudiziaria ed eventualmente alla chiusura o riammodernamento degli impianti/mostri..confermo una certa diffidenza anche io, nel senso spesso come diceva AdJustice, bisogna controllare i controllori..ma ritengo che se non si ferma il mostro, almeno questa cosa vada fatta!) siano esse manifestazioni de sensibilizzazione alla cittadinanza. Ritengo che la cosa più importante sia l’informazione. Ciò che dobbiamo assolutamente far emergere è il livello di informazioni legate all’inceneritore. Mi permetto di ribadire che qualunque campagna di sensibilizzazione deve essere distante da interessi di carattere politico, per un motivo molto semplice. “Targarla” con un simbolo significa allontanare cittadini di fede politica diversa o, peggio, prestare il fianco a critiche con ‘targa’ diversa.. Invece come argomento è così tanto importante che deve essere di interesse trasversale, sempre a mio avviso.
      Buona domenica

      • io penso che il fatto dei simboli serva piu che altro a dimostrare a marcegaglia che ipartiti con le loro bandiere, le parrocchie con i loro stemmi, i sindacati con i loro gonfaloni, il comune con lo stendarndo le associazioni degli agricoltori con i fazzoletti e le bandiere sono tutti uniti contro l inceneritore. il fatto che uno se vede la bandiera del pd o del pdl o della cicogna e’ un falso problema, chi afferma questo e’ perche’ il proprio partito non si vuole esporre o compromettere.

    29. Riguardo al tema ambiente, se esistesse un parametro temporale, per indicare il grado di sensibilizzazione del nostro paese ,saremmo all’anno 1.

      Sembra quasi che per decenni questo spropositato aumento di patologie tumorali ,non abbia scalfito nessuno,anzi sembra quasi esserci una cortina nebbiosa che tende a sminuire e ad ignorare tali problematiche.

      Facendo un piccolo sondaggio ,anche qui tra di noi,credo che in molti abbiano un parente o un amico o un conoscente che è stato od è malato di tumore,i richiami ad indagare su questo fenomeno,sono giunti sia dai nosocomi Milanesi sia da San Giov.Rotondo.

      Già dal lontano 2001 ,io assieme a molti altri in zona industriale, interpellavamo di continuo gli organi preposti a causa di ”odori malsani”che si avvertivano in zona ,gli stessi provocavano bruciori agli occhi gola e, nausea.

      Le risposte erano sempre vaghe e ripetitive,anche L’Arpa adduceva che era tutto ok.

      La cosa più sconcertante (se non ricordo male)era che, l’Arpa per effettuare un controllo su un sito doveva ,per legge,dare un preavviso di alcuni giorni……..!!!!!!!

      Concludendo ,la vicenda è rimasta nel limbo per un decennio,fin quando non si è insediata in Z.I. la mensa per i bimbi,APRITI CIELO!!!!Da quel giorno in poi la questione è balzata agli onori della cronaca con le conseguenze che tutti conosciamo.

      La mia domanda è questa; semplice semplice,un sito o è a norma o non lo è,certo che i bambini sono importanti,ma noi che abbiamo lavorato per 10 anni affianco all’inceneritore non avevamo diritto alla tutela della nostra salute?

      Oltretutto i fumi si propagavano ovunque anche in paese,quindi il danno lo abbiamo ricevuto tutti.

      Quindi qualsiasi iniziativa proporrete troverà il mio appoggio,ma non solo sulla questione inceneritore nuovo ,ma anche su tutto il resto che anche se non ”NUOVO”và MONITORATO UGUALMENTE.

      Ps un plauso particolare lo merita il sig.Bruno(per il comitato) e il sig. Lionetti ,che è riuscito a dare un contributo notevole per la sensibilizzazione del paese al tema ambientale.Che invito sempre a informare noi tutti su questi temi,a prescindere dalla politica.

      saluti

    30. Sig. Biancardi, la questione mensa è stata la goccia che ha fatto tracimare il vaso, ed i risultati non sono stati nemmeno brillanti dal momento che sì Ecocapitanata è stato e rimane chiuso, ma la mensa insiste ancora in Z.I. Ora, giusto per non spostare l’attenzione dall’argomento che è di alta gravità, invito tutti a riunirsi, non solo qui a parole, ma “live”, saltando le contrapposte ideologie politiche e dandoci realmente una mossa. Le debacle degli eventi già organizzati non fanno ben sperare, ma se ognuno di noi si fa portavoce, tipo nel proprio condominio, di ciò che succede, credo che una partecipazione maggiore ci potrebbe essere.

    31. Rispondo in primis a Nuvole e L. :A me interessa fare! non apparire. La partecipazione a fini politici molto spesso su temi trasversali come questo, implica una maturità che i partiti ad ora non hanno ancora dimostrato, facendo di ogni argomento una campagna elettorale. QUi si parla di salute, se movimenti o partiti o chiese o quartieri vogliono dare un contributo lo facciano senza preclusioni ed interessi di parte, altrimenti credo che il danno sia maggiore del beneficio.
      COnfermo a Michele, Liv, Ciro, Rita e chiunque voglia ad incontrarci anche al di fuori del blog non solo la mia partecipazione ma anche il mio interesse e la volontà acchè questa iniziativa non cada nel dimenticatoio. Michele mi conosce, ho avuto modo di incontrare il Sig.. Pinuccio Bruno che ringrazio e che ha manifestato da subito tanto interesse su questo argomento.. Facciamo in modo che non si tratti solo di 4 righe sul web (che comunque rimane uno strumento di comunicazione e diffusione di info estremamente utile ed efficace, anzi.. insostituibile..). Credo che un punto di partenza sia già in piedi: il comitato contro l’inceneritore di fatto esiste già.. perchè non incontrarci con gli ideatori del comitato e non tenere alta l’attenzione con loro???
      Ciao a tutti

    32. io sono daccordo con il fatto di incontrarsi per qualcosa di concreto, chi mi conosce sa come fare.

    33. Ok. Partecipo anche io perchè chiaramente avere un inceneritore sotto casa, non fa piacere neppure a me.
      Però, vorrei fare una domanda ai sigg.ri bloggers: poniamo che Marcegallia ci dia ascolto e quindi decida di non mettere a regime l’inceneritore di Tressanti (che battutona, eh!!?!!). Ok? Bene. La monnezza dove la smaltiamo? Io la mia potrei accumularla nel mio box, ma è un pò piccolo per contenere anche la vostra…
      Purtroppo, a mio avviso, un inceneritore è come una supposta: non fa piacere a nessuno (…mi auguro…), ma se hai la febbre, è necessaria…
      Battute a parte, in qualche modo si dovrà pur “incenerire” l’immondizia che produciamo.
      La risposta di qualcuno sara, giustamente: “ci sono i sistemi…si potrebbe fare la differenziata”…
      D’accordo, ma, al momento, noi cerignolani abbiamo dato prova di essere degli incivili, visto che siamo uno dei pochi comuni in Italia a non aver neppure fatto finta di intraprendere un programma di raccolta differenziata. Pertanto, l’inceneritore sembra essere la giusta punizione per l’inciviltà dimostrata.
      Quanto al coinvolgimento dei partiti…no comment. Chi credete abbia autorizzato l’installazione dell’inceneritore? La Divina Provvidenza? Chi è stato ad ignorare il problema della salute pubblica? Babbo Natale? Chi ha sottovalutato l’opportunità di organizzare e realizzare un valido piano di raccolta differenziata? I Puffi?

      L’unica possibilità, al momento, dunque, è vigilare che tutto sia fatto secondo legge. Però…aspè…mi sa mi sa…che toccherebbe alle autorità farlo!

      Quali autorità?
      Ah già: quelle che hanno dato le autorizzazioni…

      La vedo male, signori.

      Però, se volete il mio appoggio lo avrete.

      E’ giusto che ognuno di noi combatta per quello in cui crede. D’altra parte…i sogni aiutano a vivere meglio…come dice, tra gli altri, il buon Marzullo…
      Ciao cari, buona Domenica.

    34. Per Andjustice, e per tutti coloro che nutrono interesse per l’argomento: Invero esiste una tecnologia che è stata utilizzata in via sperimentale in varie zone tra cui a Benevento (ma qualche comune la adotta ormai a regime..credo in Toscana,) chiamata Dissociazione molecolare, che utilizza un principio semplice ed efficace. Combustione in carenza di ossigeno (più precisamente combustione con quantità di ossigeno controllata).
      – Gli impianti di dissociazione molecolare hanno la caratteristica di essere molto piccoli (rispetto ad un inceneritore classico ovvio..). E questa caratteristica permette loro di essere collocati in più zone logisticamente più efficaci intanto per lo spostamento dei rifiuti (non è necessario ad esempio che pervengano rifiuti da piùcomuni allo stesso centro, molto distante, con un consumo annuo di migliaia di chilometri su ruota e quindi di costi sia economici che ambientali, ogni comune può dotarsi di uno o più impianti a seconda delle dimensioni della città).
      – I dissociatori molecolari attuando una combustione a temperature mediamente molto più basse degli inceneritori (non superano gli 800 gradi..) hanno una caratteristica molto positiva: non generano nano polveri e diossina, che sono gli elementi probabilmente più negativi dei “mostri”.
      – Infine la combustione fatta in questa maniera genera un gas (syngas) che è combustibile, ed alcuni impianti utilizzano questo gas per la produzione di energia direttamente o di idrogeno (combustibile che ha la caratteristica di conservabilità);
      In definitiva, precisando che non sono un tecnico sia chiaro, questa tecnologia, pur essendo per come appare abbastanza vincente non riesce ad emergere e nel web c’è chi sospetta sia oggetto di boicottaggio da parte di chi, evidentemente, potrebbe avere interessi diversi.
      Io non sono in grado di certificare la bontà di questa tecnologia o di un’altra, quello che mi viene spontaneo affermare è che, se per la costruzione del mostro di Tressanti sono stati investiti ingenti capitali e questo inceneritore dovesse non essere conforme con gli interessi e la funzionalità della collettività, molto spesso diventa facile supporre che risulta sempre più difficile “tornare indietro” per utilizzare strumenti più idonei proprio a causa dei costi ormai effettuati che spesso rendono i comuni ostaggio dei loro stessi investimenti.
      Ovviamente quanto ho citato, pur essendo il risultato di ricerche via web e di alcuni seminari a cui ho partecipato in passato, deve necessariamente essere oggetto di riscontro, si spera solo da parte di chi ha a cuore il benessere della collettività e non “altro”.
      Buona domenica

    35. Ma l’ignoranza a me sembra che in quella citta’ che è poi quella che mi ha dato le origini,si tagli col coltello.Nessuno si rende conto che la puzza potrebbe (uso il condizionale) essere quella dei rifiuti prima di essere trattati? Quando vengo a Cerignola, vedo cumuli di rifiuti in ogni angolo,gente che getta la qualsiasi da tutte le parti e ……udite udite…qualcuno ha mai notato le decine di rottamai (sfasciacarrozze) sorti in terreni che una volta, fertilissimi, erano coltivati di qualsiasi prodotto agricolo.Qualcuno si è mai chiesto L’olio dei motori, il liquido antigelo o l’acido delle batterie se viene correttamente smaltito o finisce nella falda freatica? Piuttosto che vedere il corretto funzionamento dell’inceneritore, nessuno dice che l’amministrazione comunale ancora una volta si è fatta sfuggire l’occasione di creare qualche posto di lavoro a vantaggio del Comune di Manfredonia di gran lunga più furbi.Comunque è evidente che il fumo del filmato è vapore acqueo……L’informazione va approfondita prima di procedere…

    36. Scusatemi la non pertinenza tematica, ma……… qualcuno saprebbe dirmi che fine ha fatto il “grillino ciruzzo”……????????
      Potete riferirgli che pur non essendo Nostradamus ne il Mago Otelma, gli avevo preannunciato una prefigurazione di scenario parlamentare, in merito alla gestione degli “pseudo-sprovveduti” senatori a cinque stelle, sia in relazione alle difficili decisioni istituzionali (votazione del Presidente del Senato e succ.) che per il sicuro aggiornamento rivalutativo stipendiale di “Onorevole” (anche se strumentalmente il guru non vuole si definiscano tali) …..????
      Fra poco verificheremo anche l’epilogo sul contributo elettorale, per il quale hanno già preannunciato l’incasso della sola prima rata, pari a circa sette milioni di euro…!!!!!!!
      Sbandierare di rinunciare ai privilegi della politica quando non si posseggono, è pura demagogia, si deve avere la coerenza di rinunciarci, quando se ne è acquisito il diritto.

    37. Buongiorno;L’assenza temporanea di Ciro è imputabile a motivazioni che nulla centrano con le ultime vicende politiche,Io non posso risponderle perchè la penso in parte come lei,mi sembrava però doveroso riferirle il suo temporaneo silenzio volontario, per cause che forse esporrà lui prossimamente.
      Saluti

    38. ma che carino questo fatto; si sono innescate delle sinergie atte a far sì che non appena qualcuno decide di non commentare più gli altri ne sentono la mancanza. Che bello sapere di mancare a qualcuno, vuol dire che c’è stima…riferirò a Ciro il messaggio, anche se credo che ci abbiano già pensato il sig. Biancardi o Very Normal.
      Per tornare in argomento: Very, io sono comunque disponibile ad un incontro, ma secondo meformare un nuovo gruppo non servirebbe a niente. Propenderei per il sostegno al Movimento anti-inceneritore, per il sostegno alle iniziative che loro fanno, partecipando attivamente, ed esponendo in quegli incontri le varie posizioni. Per quel che riguarda le bandiere sono d’accordo con Lei. Buona giornata a tutti 🙂

    39. Ciro, uno dei commentatori tra i più assidui e corretti di questo blog, ha ricevuto un trattamento inqualificabile da parte della Redazione, che come al solito, quando non condivide certi commenti, trova il modo e la ragione per cancellarli laddove non esiste nessuna ragione per farlo. Condivido la sua amarezza, sempre se interpreto correttamente questo silenzio, e mi chiedo se possiamo trovare un altro posto dove poter dialogare senza la manina santa dell’inquisizione che cancella ciò che non ritiene ortodosso. Professore, dico anche a lei…non aveva accennato, tempo fa, ad un altro blog? PS: Osservatore….le manca Ciro, che le ha sempre risposto con santissima pazienza? Mi complimento per la sua faccia di bronzo.

      • Ci teniamo a specificare che quanto lei afferma non ha fondamenta veritiere, in quanto all’amico Ciro (che ben conosciamo e col quale molto spesso parliamo in privato e ci confrontiamo su molti temi) non è stato riservato alcun “trattamento inqualificabile” come lei afferma. Ha chiesto, molto cortesemente, spiegazioni riguardanti una questione (che per privacy qui non staremo a specificare) e noi con eguale cortesia abbiamo spiegato cosa era accaduto. Sarebbe bene parlare quando si conoscono i fatti. Diversamente è meglio astenersi per non incorrere in simili figure.
        Redazione

        • Continuate ad essere inqualificabili, a negare la verità e nascondervi dietro un dito. Avete censurato Ciro non per frasi offensive, perchè non ne ha mai pronunciate, nemmeno quando sarebbe stato necessario verso certi commentatori, ma perchè aveva chiaramente smascherato il vostro giochetto denigratorio contro il M5S. Siete piccoli piccoli. Peccato.

          • Mi rincresce non riuscire a dare il mio parere in merito alla questione in quanto non mi è chiaro ciò che è successo.
            Ai fini di un’auspicabile ricomposizione dei rapporti con la Redazione, invito le parti in causa, in primis i bloggers “offesi” a chiarire l’accaduto.
            Chi ha buon senso…lo metta a disposizione….

    40. Ciao Rita,la tua”SUPPOSTA” nei confronti della redazione è giusta;-)
      Ciro per il momento si astiene dallo scrivere proprio per i motivi da te esposti.
      Penso che anche Vult non scriva più per lo stesso motivo,l’alterco con te non centra nulla,non era ne il primo ne sarebbe stato l’ultimo.
      Anche a me ha dato fastidio la cancellazione indiscriminata di parecchi commenti,tale procedura poi,è coincisa con un mio commento che pubblicava un particolare elenco,forse non gradito .
      Sinceramente non ho ancora capito se per questo giornale sia un bene ricevere tanti commenti oppure no.
      Valuteremo il proseguo e ci comporteremo di conseguenza….
      Ti saluto.

      ps VULT DACCI UN SEGNO

      • La risposta che abbiamo postato alla lettrice Rita, ovviamente, vale anche per lei. Aggiungiamo, inoltre, che noi non rimuoviamo commenti a casaccio, come pensa qualcuno. Il sistema nuovo introdotto nella moderazione dei commenti contiene un sistema di rimozione automatico quando il commento contiene parolacce. In più, noi come da normativa, provvediamo appena possibile a rimuovere o, dove possibile, censurare alcuni commenti che contengono offese chiaramente riferibili a personaggi pubblici o altri utenti che commentano poiché, anche se firmati con nome e cognome reale, noi non possiamo permettere la divulgazione di simili contenuti.
        Se, invece, c’è stata una errata rimozione (ovvero voi ritenete che il commento non sia da censura), vi invitiamo a segnalarcelo così da poter prendere i dovuti accorgimenti. Siamo tutti umani e possiamo tutti sbagliare.
        Redazione

    41. Gentile Redazione;Le figure a cui Alludete forse le fate voi e non io e Rita ,la vicenda è da entrambi ben conosciuta ;Uno perchè ci sentiamo tutti, anche al di fuori di questo blog(quindi siamo informati e non parliamo a vanvera),Due il trattamento riservato all’amico Ciro è facilmente intuibile leggendo semplicemente il vostro commento sulla pagina riguardante Grillo con maglietta da nazi.
      Il mio intento era soltanto quello di non sgretolare il bel gruppetto che si era formato su questa testata,che tanto ha contribuito all’incremento del numero di commenti,ma costo con rammarico, che le vostre risposte sono sempre di tipo perentorio e vagamente supponente.
      Spero che tali incomprensioni possano risolversi al più presto e, che il gruppetto possa ritornare serenamente a scrivere in armonia su questo giornale.
      Saluti

      • Michele, ti ringrazio per il tuo intervento, sempre corretto e generoso. Purtroppo, quando si è in evidente impasse -e uso volutamente un eufemismo- si annaspa e si cercano motivazioni ridicole e, soprattutto, non vere: è il triste spettacolo a cui ci fa assistere carinamente la Redazione. Per decenza, dovrebbero almeno tacere se non chiedere scusa a chi hanno offeso.

      • biancardi, l’importante che prima di commentare e di giudicare è di notevole importanzza documentarsi, per evitare di giudicare impropriamente gli altri.

    42. Buonasera,
      vista la mia vicinanza con Ciro cerco di omettere considerazioni personali sull’argomento, ma desidero segnalare l’equilibrio e la sobrietà che hanno da sempre caratterizzato gli interventi dell’amico-blogger. Ne consegue che probabilmente, anche se frutto di “fraintendimento”, è possibile che il suo intervento sia stato ingiustamente censurato. Può succedere. Specie se il blocco è contestuale proprio con il suo intervento. E, ammettere di aver fatto un errore, rafforza chi ha il coraggio di riconoscerlo, proprio come ‘Redazione’ ha giustamente affermato…
      Ma, conoscendo Ciro e la sua incapacità di risparmiarsi, sono convinto che presto tornerà a scrivere in questo blog, strumento i cui meriti e la cui importanza sono sempre stati riconosciuti in primis proprio da Ciro.
      Rispondo a Liv, per dire che nel mio ultimo intervento, seegnalo proprio l’importanza e l’opportunità di aderire al Movimento contro l’inceneritore già in essere. Anzi, colgo l’occasione per chiedere al Sig. Pinuccio Bruno se ci sono opportunità di incontro e di promozione di attività a supporto di questo comune interesse.
      Grazie, buonasera.
      Vult dove seiiiii??? (sono certo che ci leggi..ke ò succìss??)

    43. Mi rendo conto che involontariamente ho innescato la trattazione di un “affare di stato” con corrispondente unanime “levata di scudi” in soccorso di “ciruzzo”.
      A questo punto non posso esimermi dal riconoscere che, anche se “partigiano del verbo grillino” il caro ciruzzo si è “quasi” sempre comportato con educazione e rispetto nell’affermare le proprie tesi in web.
      Sono però, anche sicuro che essendo “ciruzzo” (lo dico affettuosamente) un soggetto egocentrico e “intelligente”, non lo sfiora minimamente l’idea di abbandonare il giornaliero e costante confronto su questa testata giornalistica.

    44. Buongiorno a tutti belli e brutti;

      OK ragazzi spero che questa parentesi di fraintendimenti sia terminata ,Ciro ritornerà sicuramente a scrivere e Rita ”sorvolerà”assieme al sottoscritto su alcune cosette.(spero)

      Sono sicuro che tra persone intelligenti si comprenda che tali episodi fanno parte di dinamiche lavorative che possono capitare a chiunque.(Solo chi non fa nulla non sbaglia mai).Ricordiamoci sempre che i ragazzi della redazione sono giovani ma capacissimi e,a tutt’oggi sono gli unici che hanno dato la possibilità a molti di esprimere la loro opinione su un giornale a Cerignola.

      Forza ragazzi andiamo avanti ….

      Saluto tutti

      PS Rita grazie a te per le belle parole,
      Per Osservatore;mi fa piacere la sua costante presenza nei temi da tutti noi trattati.

    45. Giunti a questo punto corre l’obbligo di fare alcune precisazioni.
      Da direttore di questa testata ho lasciato che si tollerasse al massimo l’opinione del lettore, senza cadere nell’illazione.
      A seguito di diversi episodi abbiamo dovuto, in passato, prendere provvedimenti e adottare il sistema DISQUS per i commenti.
      Tengo a ricordare che abbiamo sempre lasciato correre sugli insulti a chi ne lanotiziaweb.it ci lavoro e spende parte del proprio tempo.
      Con il sig. Ciro, se ci sono state delle incomprensioni, si chiarirà tutto.
      Agli avvocati e ai censori consiglierei di farsi un esame di coscienza e di rileggere frasi come: “trattamento inqualificabile”, “Continuate ad essere inqualificabili”, “il vostro giochetto denigratorio contro il M5S. Siete piccoli piccoli. Peccato”, “SUPPOSTA nei confronti della redazione è giusta”, “le vostre risposte sono sempre di tipo perentorio e vagamente supponente”, “quando si è in evidente impasse -e uso volutamente un eufemismo- si annaspa e si cercano motivazioni ridicole e, soprattutto, non vere: è il triste spettacolo a cui ci fa assistere carinamente la Redazione. Per decenza, dovrebbero almeno tacere se non chiedere scusa a chi hanno offeso”. Complimenti!
      Inoltre ci tengo a specificare che lanotiziaweb non ha in corso alcuna battaglia nei confronti di Grillo o di altri esponenti politici di qualunque fazione.
      In ultimo vi ricordo che per tutto ciò che qui viene scritto, anche nei commenti con nome e cognome, ne risponde (in casi estremi) il direttore e l’editore. Pertanto, non credete che abbiamo il ‘minimo’ diritto di ‘moderare’ quanto si scrive?
      Sicura della vostra comprensione vi auguro buona giornata.
      Daniela Giordano

    46. Questa volta rispondo a titolo esclusivamente personale;premesso che l’episodio in questione sta andando ben oltre il suo reale valore,tengo a precisare che la mia frase ”supposta nei confronti di..)era semplicemente una battuta e,se qualcuno ha ritenuto ciò un’offesa ,chiedo scusa.
      Riguardo alla ”supponenza”gentile direttore, il mio riferimento era inteso a una critica costruttiva,atta a evidenziare che a volte date per scontate cose che in realtà non sono ,essere additato come uno che scrive così, per partito preso non mi è sembrato giusto.
      Infine se a volte mi permetto di esprimere giudizi ,sotto forma di critica,il mio intento è solo quello di contribuire alla crescita del giornale,certo potreste pensare che il mio parere o opinione non conti nulla ,o che, non abbiate bisogno di alcun contributo in tal senso,ma scrivo ciò ,solo al fine di sottolineare la bontà dei miei commenti.
      Sicuro che questa sterile polemica possa concludersi al più presto ,le porgo i miei saluti

      • Tacciare una risposta o un atteggiamento di “supponenza” di solito intende un significato denigratorio, lontano da ogni intendo costruttivo. Se, però, la sua voleva essere una critica costruttiva l’accettiamo serenamente e ci scusiamo per l’intenzione bonaria da noi, evidentemente, non compresa. Grazie ancora e buona navigazione…
        Redazione

        • In effetti volevo rifermi al verbo supporre ,supporre di sapere qualcosa…

          Supponente come verbo e non come aggettivo sostantivato.

          L’errore è mio.
          saluti

    47. beh e allora? si rimane dietro ad una finestra a guardare o, vogliamo fare qualcosa e , ci incontriamo? decidetevi il tempo passa.

    48. Considerata la impossibilità di
      poter mandare in onda il presente commento nella sede sua naturale, e cioè quella riferita all’articolo.”Dal
      web:1932-2013, storia dei Movimenti Popolari”, causa la chiusura ai commenti per maleducazione di
      alcuni commentatori, ho ritenuto opportuno inviarlo sotto il presente articolo
      consapevole di aver commesso un atto arbitrario.

      Chiedo scusa alla Redazione ed ai
      lettori per il disguido forzato.

      ———————————————————————————————————————————————

      Testo:

      Evito di entrare specificatamente
      nel merito dell’articolo per evitare di ampliare il numero delle polemiche. Cerco invece di potermi rendere utile,
      esternando le mie osservazioni alla luce degli interventi.

      Rilevo nei sostenitori del M5S
      che sono intervenuti precedendomi e più in generale in quelli che intervengono
      su questa testata giornalistica, espressione di legittima euforia verso la “NOVITA’”, detto con un eufemismo. Questo, perchè essi
      credono che il M5S possa contribuire a
      risolvere i problemi nazionali nella direzione della giustizia sociale. Rilevo altresì
      con un certo stupore l’assenza di autocritica da parte dei medesimi sostenitori per
      non aver, con altrettanta euforia, contribuito
      a tutt’oggi a far decollare il Movimento
      sul territorio. A queste simpatiche persone sento di poter dare un consiglio. Esso consistente
      nel rendersi parte attiva, scendendo in campo in prima persona considerata la loro passionalità, congiuntamente all’attività di rete. Così facendo esse potranno contribuire, in
      sintonia con altre forze politiche, a portare a risoluzione i problemi locali esistenti e quelli futuri.

      19-3-2013

    49. COMUNICAZIONE IMPORTANTE:

      Chiedo prima di tutto scusa ai
      lettori-commentatori che mi hanno chiamato in causa, per non essermi fatto vivo
      a causa di impegni personali improrogabili.
      Mantenendo fede alla promessa di disponibilità, comunico che sono perfettamente
      d’accordo ad incontrarci quanto prima
      possibile per fare il punto sull’argomento inceneritore alla luce di notizie
      passate e recenti e cosa intendiamo fare da subito.

      Non sapendo come fare per rintracciarvi perchè
      né conosco tutti di persona, nè ho i numeri di telefono per potervi contattare,
      a tal proposito ieri sera ho lasciato il
      mio numero di telefono a Franco il giornalaio di fronte al Convento a
      disposizione di chiunque. O chiamo io o
      chiamate voi, purchè a Franco venga lasciato il recapito telefonico.

      Aggiungo che, essendo un
      pensionato (non ancora derelitto) non ho orari obbligati da rispettare, quindi,
      dove e quando poterci incontrare decidetelo voi. Intanto ognuno di voi può sin da questo
      momento prevederlo e grosso modo programmarlo.
      Suggerisco farlo di sera dalle
      18,30 in poi perchè si è liberi da impegni di lavoro e da faccende domestiche .

      Questa è la mia proposta, Se ve
      ne sono altre,è bene farle sapere o telefonicamente ,oppure via rete.

      In attesa di riscontri, porgo
      cordiali saluti a tutti.

    50. Nel tempo che ci si organizza, è giusto far sapere che dal casello di Cerignola est escono decine di autoarticolati con la scritta “Castiglia” che con molta probabilità trasportano rifiuti all’inceneritore.
      Normalmente l’orario è tra le 18.00 e le 20:00.
      Temo per la ns salute.

    Comments are closed.

    Ultimora

    Amara trasferta campana per la Flv Cerignola, sconfitta a Pozzuoli (3-1)

    Trasferta campana senza punti per la Flv Cerignola, sconfitta 3-1 dalla Pallavolo Pozzuoli nella...

    Polibus fa tappa a Cerignola: lunedì 26 al Liceo “Einstein”

    Si conclude domani a Cerignola il tour del POLIBUS, il progetto che porta l’Università...

    La capolista Star Volley sbanca il “Dileo”, Mandwinery Pallavolo Cerignola a testa alta

    Non riesce l’impresa alle Fucsia della Mandwinery Pallavolo Cerignola che, ieri sera, in un...

    Cerignola, incendio in un appartamento di via delle Rose: ferito il proprietario

    Un'esplosione si è verificata nella notte a Cerignola (Fg) in un appartamento al primo...

    Il Cerignola a Latina per ritrovare compattezza e rimettersi in cammino

    Il crocevia probabilmente più rilevante nel corso di questo campionato: l'Audace Cerignola va in...

    Pulizia e lavori di ripristino su viale Cimitero e in via Tiro a Segno di Cerignola

    Pubblichiamo di seguito e integralmente una nota stampa di Matteo Conversano, consigliere comunale di...

    Altro su lanotiziaweb.it

    Amara trasferta campana per la Flv Cerignola, sconfitta a Pozzuoli (3-1)

    Trasferta campana senza punti per la Flv Cerignola, sconfitta 3-1 dalla Pallavolo Pozzuoli nella...

    Polibus fa tappa a Cerignola: lunedì 26 al Liceo “Einstein”

    Si conclude domani a Cerignola il tour del POLIBUS, il progetto che porta l’Università...

    La capolista Star Volley sbanca il “Dileo”, Mandwinery Pallavolo Cerignola a testa alta

    Non riesce l’impresa alle Fucsia della Mandwinery Pallavolo Cerignola che, ieri sera, in un...