pub_728_90
Sportweb

L’augurio di Reddavide a Gentile. «Nessuna ruffianeria!»

i più letti

Cerignola, tre arresti dei Carabinieri: eseguiti provvedimenti restrittivi per condanne da scontare

Nei giorni scorsi i carabinieri della Compagnia di Cerignola hanno eseguito sei provvedimenti restrittivi emessi dall’Autorità Giudiziaria nei confronti...

Scende dalla macchina e viene gambizzato. Vittima un 44enne demolitore di Cerignola

E’ rimasto ferito nella mattinata di ieri un 44enne del posto, raggiunto da un colpo di pistola al polpaccio....

Dopo lo scioglimento per mafia, Rino Pezzano vuole candidarsi alla regione

Dopo lo scioglimento e il successivo commissariamento per infiltrazioni mafiose è partita - già da diversi mesi - la...

elena_gentile_primarie«Ieri, augurando all’assessore regionale Elena Gentile il successo elettorale alle Europee, e sapendo bene di rivolgermi esclusivamente al popolo della sinistra, ho solo auspicato pubblicamente che gli elettori del centrosinistra decidano di votare, nell’importante consultazione del 25 maggio, i candidati rappresentanti del nostro territorio come la stessa Gentile». Con queste parole, il neo vicesindaco di Cerignola Franco Reddavide chiarisce il senso del suo intervento durante la manifestazione del Primo Maggio.

Infatti per lo strano assunto secondo cui “il paese è piccolo e la gente mormora”, già in mattinata si sono diffuse voci «di pettegolezzo infondato», come le definisce Franco Reddavide raggiunto telefonicamente da lanotiziaweb.it.

«Io milito in Forza Italia, Gentile nel Partito Democratico – dice Reddavide in una nota stampa diffusa questo pomeriggio -. Il fatto di essere avversari non mi può però impedire di dire che l’elezione di candidati cerignolani alle Europee, così come alle Politiche o alle Regionali, porterebbe vantaggi sotto tutti i punti di vista alla nostra città, che ha bisogno di vedere rappresentate le sue istanze da personaggi di spessore, possibilmente di Cerignola. Siamo confinati da troppo tempo, e qui mi riferisco anche alla provincia di Foggia, in un ruolo periferico rispetto alle scelte e alle strategie dei grandi centri decisionali, a partire da Bari per arrivare a Roma e Bruxelles».

Secondo Reddavide, che ovviamente chiarisce di «non avere né voglia né interesse a guardare in casa d’altri»,  sarebbe necessario «mettere da parte a livello locale gli individualismi esasperati all’interno dei diversi partiti quando ci sono in ballo gli interessi del nostro territorio, facendo invece fronte comune per sostenere chi, nato ed operante a Cerignola, conosce da vicino i bisogni della nostra popolazione. Durante la campagna elettorale per le Europee di cinque anni fa, noi del centrodestra invitammo i nostri elettori a votare il candidato locale, Salvatore Tatarella, piuttosto che candidati provenienti da città, province e regioni diverse. E, nei loro comizi, anche autorevoli esponenti del centrosinistra, riconoscendo il valore politico dell’ex sindaco, chiesero agli elettori del centrodestra di fare quadrato intorno a Tatarella. Invece, quando le fronde interne ai diversi partiti hanno spinto autorevoli esponenti degli stessi a far convogliare i propri pacchetti di voti su candidati di altri territori, i risultati sono stati decisamente infelici, perché Cerignola ha recitato la parte dell’utile idiota, finendo con l’essere sempre più dimenticata».

«Ciò che qualcuno potrebbe battezzare erroneamente come inciucio o ruffianeria – aggiunge Franco Reddavide a lanotiziaweb.it – tale non è. Ieri ho solo esposto il mio pensiero ad una platea in gran parte popolata da elettori di centrosinistra. Il messaggio è stato valorizzare i territori attraverso i loro attori più importanti. Poi lo sanno tutti che il sottoscritto è uomo di partito, di centrodestra da sempre».

il_segno
Oropoint_300_250
Ultimi Spazi
OSS_300_250
Cala la pasta

Ultim'ora

Infertilità femminile: al “Tatarella” di Cerignola nuove tecniche diagnostiche

Le coppie con problemi di sterilità oggi hanno una opportunità in più di diagnosi. È la Sonoisterosalpingografia (SHSG). Unico centro...

Cerignola e i due volti della Giornata della Memoria

Cerignola rivive anche nella Giornata della Memoria, ieri 27 gennaio, le sue contraddizioni. Una città dai due volti, che ha raccontato due storie diverse,...

Memoria e impegno per la legalità, appuntamento a Cerignola con Pinuccio Fazio

Si terrà a Palermo, il prossimo 21 marzo, la XXV edizione della Giornata della Memoria e dell’Impegno in ricordo delle vittime innocenti delle mafie,...

In Capitanata «il pericolo vero è la borghesia mafiosa»

La quarta mafia nelle sue articolazioni (Società, mafia garganica e mafia cerignolana) e poi quella zona grigia che si innerva intorno a malaffare professioni,...

Dopo lo scioglimento per mafia, Rino Pezzano vuole candidarsi alla regione

Dopo lo scioglimento e il successivo commissariamento per infiltrazioni mafiose è partita - già da diversi mesi - la ricollocazione di alcuni membri di...