pub_728_90
Sportweb
Pubblicità

FOTO | Cerignola, disservizi Rai: “Stiamo potenziando il ripetitore in zona Torricelli”

foto 2 (2)Si è svolta ieri nel primo pomeriggio a Cerignola, presso Palazzo di città, la conferenza stampa che ha visto protagonisti alcuni rappresentanti dei vertici Rai Way, con l’Assessore Rosario Spione, intenti a dare contezza di quanto fatto negli ultimi due anni per arginare il problema segnale delle trasmissioni televisive in digitale e gli ultimi provvedimenti che, a partire da oggi, saranno ultimati in tempo record per l’inizio dei Mondiali in Brasile. In buona sostanza le speranze dei cerignolani, così come confermato dai tecnici, di poter finalmente vedere la tv senza fastidiosi salti d’immagine o visioni alternate a criptaggi anomali, sono risposte nel potenziamento del ripetitore sito in zona Torricelli.

A darne conferma di ciò è stato Mirko Palmieri, componente dello staff Comunicazione e Formazione di Dvbt (Digital Video Broadcasting Terrestrial) di Rai Way, e referente Rai nella conferenza stampa che si è tenuta nel pomeriggio,  alla quale ha partecipato anche il Sindaco Antonio Giannatempo.  Nel suo intervento Palmieri, che a nome della Rai si è pubblicamente scusato con i telespettatori cerignolani per quanto avvenuto, ha chiarito che «gli accavallamenti di frequenze sono causati dal ripetitore installato sul Monte Conero, nelle Marche, il cui segnale, in special modo nelle ore serali, interferisce con quelli dei ripetitori di Monte Sambuco e di Monte Caccia, grazie ai quali, in poche parole, si vede la televisione a Cerignola. Per questo abbiamo attivato un nuovo canale di sintonizzazione dei programmi Rai, il canale 9, appunto mediante il terzo ripetitore, quello di Torricelli, qui in città. Ora si tratta di potenziarlo, e lo faremo nelle prossime ore. E’ una frequenza inattaccabile dal segnale che arriva dalle Marche. Fondamentale però resta il contributo degli installatori operanti sul territorio nell’orientare correttamente le antenne».

Alla conferenza stampa, fortemente voluta dall’Amministrazione comunale, e che ha visto sensibilizzati i vertici di Rai Way erano presenti, oltre a Palmieri, anche gli ingegneri Massimo Nardi e Mauro Ottonello, componenti dello staff Comunicazione e Formazione di Dvbt Rai Way; l’ingegner Matteo Tibberio, responsabile della Zona territoriale Puglia; il dottor Vincenzo Tesoro, responsabile Controllo Qualità Zona Puglia; insieme all’ingegnere Carlo Cardano, che rappresentava il ministero dello Sviluppo Economico. «Uno dei problemi è far coesistere diversi trasmettitori – ha detto l’ingegner Massimo Nardi –. Tra i ripetitori di Sambuco e Caccia, per esempio, c’è una distanza di ben 180 gradi che certamente non agevola le cose. In diversi casi il segnale è “radente”, e la presenza di numerosi palazzi molto alti determina coni d’ombra che impediscono una corretta ricezione. Soprattutto quando fa caldo, il quarto incomodo, il segnale del Monte Conero, si amplifica e crea danni, ed il problema è accentuato dalla cattiva installazione delle antenne».

Questo slideshow richiede JavaScript.

Paradossalmente, più l’interferenza arriva da lontano, più il segnale risulta disturbato. Le note dolenti  riguardano in particolare la zona nordorientale di Cerignola. Sono undici i punti della città monitorati dai tecnici di Rai Way. In sei casi non ci sono problemi, in cinque sì. Mentre in via Antonietta Rosati e via Santa Teresa di Gallura si può ovviare con due antenne, una orientata verso il Sambuco e l’ altra verso il Caccia, ed in via Tiro a Segno e via Ofanto sarebbero necessarie antenne puntate verso il ripetitore di Torricelli, la preoccupazione più grande riguarda via Terminillo dove, Nardi lo ha chiaramente evidenziato, non è detto che possano bastare le misure indicate per le altre strade.

L’assessore, pur sottolineando l’impegno profuso da Rai, precisa: «Se adesso venite a dirci che tante persone dovranno dotarsi di una seconda antenna per vedere i vostri programmi, si può sostenere che i cerignolani sono stati pesantemente danneggiati. E se molti di noi riescono a vedere solo le trasmissioni dei primi tre canali Rai, quando questi sono in tutto 14, allora mi viene da dire che avremmo tutto il diritto di pagare solo i tre quattordicesimi del canone. Vi chiediamo, dunque, di rappresentare le nostre istanze ai vertici dell’azienda di Stato. Come Amministrazione Comunale, abbiamo compiuto una serie di azioni in grado di fornire ai cittadini di Cerignola garanzie in via di autotutela utili qualora le cose non andassero nel verso che noi auspichiamo».

La scelta del canale 9, inoltre, rappresenta un’ancora di salvezza privilegiata che la città di Cerignola possiede rispetto ad altri territori. Infatti, come sottolineato dai rappresentanti Rai, il solo canale 32, quello che fino a poco tempo fa ci ha permesso di vedere la tv, è quello più soggetto a interferenze provenienti dal Conero e, inoltre, riceve sbalzi di potenza sul segnale dovuto al riflesso del mare, tanto che in molte zone balneari il problema è molto più grave del nostro. Il canale 9, invece, dal ripetitore di Torricelli che, seppur basso a causa della zona (si tratta di un terreno di un privato e non è possibile alzare il ricevitore oltre una certa metratura), permette una copertura adeguata che, col potenziamento delle prossime ore, diverrà, a detta dei rappresentanti,  molto buona coprendo per intero la città.

Spione, in chiusura di conferenza, ha rivolto un appello a tutti gli antennisti di Cerignola, «perché il prezzo dei molti interventi che sono chiamati a fare sia adeguato alle possibilità economiche della stragrande maggioranza dei cittadini».

il_segno
Oropoint_300_250
Ultimi Spazi
Cala la pasta

Ultim'ora

Nell’ultima settimana a Cerignola sette arresti operati dai carabinieri per diversi reati

Sono sette gli arresti eseguiti dai Carabinieri, a Cerignola, durante la settimana appena trascorsa. I militari della locale Stazione...

Riavvio delle attività ordinarie ospedaliere e ambulatoriali: operativo il recall

Stanno ripartendo gradualmente le attività ospedaliere e territoriali della ASL Foggia. La Direzione sta riaprendo le strutture man mano che diventano operativi i nuovi...

Meno di 10 gli attualmente positivi al Coronavirus su Cerignola

Sono in numero compreso tra 6 e 10 gli attualmente positivi a Cerignola. A dirlo è il bollettino regionale odierno sul Coronavirus diffuso dalla...

A San Giovanni Rotondo con 300 grammi di cocaina: arrestato 34enne di Cerignola

I Carabinieri di San Giovanni Rotondo, nella serata del 25 maggio scorso hanno arrestato un 34enne di Cerignola, con precedenti di polizia, per detenzione...

Coronavirus, oggi 1° giugno in Capitanata un nuovo caso e un decesso

Il presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano, sulla base delle informazioni del direttore del dipartimento Promozione della Salute Vito Montanaro, informa che oggi lunedì...

SOSTIENI LANOTIZIAWEB.IT

LANOTIZIAWEB.IT è il tuo quotidiano, quello che leggi gratis da dieci anni. I giornalisti della Redazione in questo particolare periodo (#emergenzaCoronavirus) stanno lavorando giorno e notte per offrire un’informazione precisa, puntuale ed affidabile. Per supportarci oggi ti chiediamo (se puoi e vuoi) un piccolo contributo. Non è un abbonamento o una sponsorizzazione: sarà una semplice donazione. Grazie!

Dona Adesso

i più letti

Covid e ristorazione, Didonna: «Non abbiamo subito riaperto, ci siamo reinventati»

Sofferenza conclamata quella del comparto ristorazione, che nonostante la riapertura vede e vedrà ridursi sensibilmente gli introiti a fronte...

Cinque anni fa si votava per il Sindaco. Alla fine vinsero Metta… e le infiltrazioni mafiose

Cinque anni fa, il 31 maggio 2015, Cerignola era chiamata a scegliere il suo nuovo Sindaco. Ebbe luogo il...

Video dell’incidente in viale di Ponente

Dopo la cronaca dell'incidente avvenuto lo scorso 24 maggio e il racconto (con scuse) del protagonista, ecco le immagini dell'impatto...