More

    HomeEvidenzaDestra e sinistra verso le primarie tra incertezze e sorprese

    Destra e sinistra verso le primarie tra incertezze e sorprese

    Pubblicato il

    Oltre la certa candidatura a Sindaco di Franco Metta per il Movimento Politico La Cicogna & Co., i due maggiori comparti politici, centrodestra e centrosinistra, sono alle prese con un’accesa quanto silenziosa discussione interna. Discussione alla quale assistono con distacco i “partiti” di centro, in virtù di una possibile scelta che al momento li vede più vicini al partito di Renzi. Ma se in via Mameli «le primarie sono strumento democratico condiviso», tra gli ex-Pdl esiste ancora uno zoccolo duro che le primarie, probabilmente per paura di lasciare troppi feriti sul campo, non le vuole.

    In casa Pd, i nomi già circolati di Michele Longo, oggi capogruppo in consiglio comunale, e di Carmine Roselli, attualmente in segreteria cittadina, probabilmente non potrebbero restare i soli. In molti parlano di una possibile candidatura di Silvana Ladogana, ex-segretario Pd, che non ha però mai esternato tale possibilità in maniera esplicita. Circolano anche altri nomi, tutti appartenenti alla segreteria cittadina, tutti, a loro dire, non interessati. Tra gli ex-Pdl crescono invece le adesioni al progetto “primarie” lanciato da Michele Allamprese e Domenico Carbone.

    ruocco-150x150A mostrarsi in sintonia è da subito il consigliere regionale Roberto Ruocco. «Nell’ormai lontano 2008 ebbi a chiedere, solo solo, le primarie nel centrodestra. Fui trattato, nel migliore dei casi, dai dirigenti (si fa per dire!) del mio partito (accoliti compresi) come Uno un po’ strano. Acqua passata! Ora ne parlano tutti e la cosa non può che farmi piacere – commenta Ruocco sulla pagina social Primarie Centrodestra Cerignola -, anche se si sono persi, inutilmente, ben sei anni. Però, allora ed oggi, penso che le primarie, per avere un senso, devono essere vere, aperte, ad armi pari e partecipate. E soprattutto vanno indette per tempo, in modo da dare ai non organici ai partiti il tempo necessario per proporsi e farsi conoscere». Anche se i nomi più gettonati sono interni ed organici ai partiti. Tra questi il capogruppo Paolo Vitullo, il consigliere Gianvito Casarella, l’attuale Sindaco Antonio Giannatempo, in pole su tutti in caso di candidatura, e il consigliere Michele Allamprese. In casa Udc intanto si valuta bene da che parte stare. Qualcuno giura, «sicuramente non con i movimenti civici», anche se in politica, si sa, le cose cambiano molto velocemente. Mentre centrodestra e centrosinistra iniziano a dare “l’ultimatum” agli uomini dello scudo crociato. L’attendismo, questa volta, potrebbe risultare deleterio per tutti.

    17 COMMENTS

    1. Sarebbe veramente bello se nella Grande Coalizione del Cambiamento entrassero anche il Pd, il Pdl e l’Udc…….tutti i partiti di Cerignola che appoggiano un’unica candidatura a Sindaco ……..il grande Avvocato Franco Metta.