More

    HomeNotizieProvinciaFoto | San Ferdinando, arrestato per tentata rapina

    Foto | San Ferdinando, arrestato per tentata rapina

    Pubblicato il

    I Carabinieri della Stazione di San Ferdinando di Puglia hanno eseguito un’ordinanza di applicazione di misura cautelare in carcere emessa dal GIP del Tribunale di Foggia su richiesta della locale Procura della Repubblica nei confronti di SARACINO Giuseppe, 33 anni, poiché gravemente indiziato di aver commesso la tentata rapina alla banca CARIME di San Ferdinando di Puglia. Il 4 marzo 2013 il SARACINO si era introdotto nella filiale armato di taglierino e con il volto coperto da passamontagna e, dopo aver minacciato clienti e dipendenti, scavalcava il bancone cercando di impossessarsi dei contanti contenuti nelle casse, che però erano tutte chiuse ed in blocco. Resosi conto che stava perdendo troppo tempo, il malvivente si faceva aprire la bussola scorrevole e si dava alla fuga, senza bottino. Il rapinatore non sapeva però che il cilindro a vetro piazzato all’ingresso aveva una telecamera ed un rilevatore biometrico di impronte, pertanto il SARACINO veniva inquadrato dalla telecamera di sorveglianza prima che avesse il tempo di calarsi il passamontagna sul volto e la sua impronta digitale veniva rilevata dal pulsante che consente l’ingresso nella banca. L’indagine però non permetteva di identificare subito il SARACINO quale autore della rapina poiché lo stesso, a quel tempo, non aveva precedenti specifici. Le prove raccolte dai Carabinieri, infatti, diventavano utili alla sua identificazione dopo che l’uomo veniva arrestato per la rapina in banca commessa a Rapino (CH) nel settembre scorso dove, in quel caso, insieme ad altri due cerignolani, tutti armati di pistole e fucili, ingaggiava anche un conflitto a fuoco con i militari. Il SARACINO, infatti, veniva raggiunto dall’ulteriore misura cautelare mentre si trovava ancora detenuto in carcere per quel fatto criminoso.

    Foggia: furto e spaccio di droga. Tre arresti dei Carabinieri

    I Carabinieri della Compagnia di Foggia hanno tratto in arresto per furto aggravato MUSTAFA Claudia Simona e MUSTAFA Pamela, rumene di 19 e 21 anni. I Carabinieri intervenivano dopo aver visto le due donne correre, inseguite da un uomo che inveiva contro di loro. I Carabinieri si ponevano, immediatamente, all’inseguimento delle due ragazze, bloccandole poco dopo nel tentativo delle stesse di disfarsi della somma di 400 euro. Le due donne, secondo quanto raccontato dall’uomo in denuncia, lo avrebbero avvicinato a Borgo Segezia, appena dopo aver riscosso la pensione presso il locale Ufficio Postale, chiedendogli un passaggio per l’Ospedale. Il pensionato non sospettando alcunché acconsentiva ad accompagnarle. Giunti nei pressi della stazione di Foggia le due ragazze chiedevano di scendere. Il pensionato si accorgeva subito dopo però che il proprio borsello era stato aperto e che all’interno era stato sottratto il portafoglio contenente la pensione, circa 400 euro, oltre ai documenti personali. Le due ragazze già si erano date alla fuga. La refurtiva, totalmente recuperata, veniva restituita al legittimo proprietario. Le due donne sono state associate alla locale Casa Circondariale e a seguito di giudizio per direttissima tenutosi presso il Tribunale di Foggia sottoposte alla misura degli arresti domiciliari presso le proprie abitazioni.

    I Carabinieri della Compagnia di Foggia hanno tratto in arresto in flagranza di reato VALENTE Lorenzo, classe ‘73, resosi responsabile del reato di detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente e resistenza a Pubblico Ufficiale. I Carabinieri sorprendevano il VALENTE nell’atto di cedere hashish ad una persona a bordo di una macchina nei pressi della centrale Via Capozzi. Alla vista dei militari l’acquirente si dava alla fuga mentre il VALENTE tentava, in sella ad una bicicletta, di dileguarsi nelle vie limitrofe. Nel tentativo di fuga non esitava a investire uno dei militari cadendogli rovinosamente addosso continuando a sferrare gomitate. L’arrivo di altro personale permetteva di immobilizzarlo e di effettuare un’accurata perquisizione personale che consentiva di rinvenirgli addosso 7 stecche di hashish pronte per essere suddivise in dosi. L’arrestato, dopo la celebrazione del rito per direttissima tenutosi presso il Tribunale di Foggia, è stato sottoposto alla misura degli arresti domiciliari presso la propria abitazione.

    Questo slideshow richiede JavaScript.

    Ultimora

    Una rete per tempo: 1-1 tra Audace Cerignola e Avellino

    Ennesimo pareggio 1-1 per l'Audace Cerignola nella gara casalinga con l'Avellino dell'ex- Michele Pazienza....

    “Potere e dominio nelle pratiche di cura”, Felice Di Lernia ha presentato il suo libro a Cerignola

    «Un libro che ha il merito di essere fuori dal tempo». Definisce così una...

    Successo per “The chance to find your self”, lo spettacolo riservato alle persone non udenti

    In scena si racconta della diversità a causa del colore della pelle. In platea...

    Dopo un febbraio magro, l’Audace Cerignola vuole rompere il digiuno di vittorie con l’Avellino

    Sfida al recente passato per l'Audace Cerignola, nella 29^ giornata del girone C di...

    “Taralli & Vino per Solidarietà”: domani in Piazza della Repubblica e Corso Aldo Moro

    Si terrà domani, l’iniziativa “Taralli & Vino per Solidarietà”, organizzata dal Rotary Club di...

    Operazione antidroga a Torino, 6 arresti: Cerignola piazza di smistamento dell’hashish

    La Guardia di Finanza di Torino ha arrestato sei persone su ordinanza della Direzione...

    Altro su lanotiziaweb.it

    Una rete per tempo: 1-1 tra Audace Cerignola e Avellino

    Ennesimo pareggio 1-1 per l'Audace Cerignola nella gara casalinga con l'Avellino dell'ex- Michele Pazienza....

    “Potere e dominio nelle pratiche di cura”, Felice Di Lernia ha presentato il suo libro a Cerignola

    «Un libro che ha il merito di essere fuori dal tempo». Definisce così una...

    Successo per “The chance to find your self”, lo spettacolo riservato alle persone non udenti

    In scena si racconta della diversità a causa del colore della pelle. In platea...