More

    HomeNotizieCronacaRapina e sparatoria nel teatino: arrestati tre cerignolani

    Rapina e sparatoria nel teatino: arrestati tre cerignolani

    Pubblicato il

    Nella giornata di ieri, era stata effettuata una rapina alle Poste di Rapino, un piccolo centro nella provincia di Chieti, nel quale il bottino era stato di 500 euro: al colpo era seguito un inseguimento con sparatoria fra i malviventi e i Carabinieri, con un militare dell’Arma ferito lievemente dalle schegge di vetro scaturite da un proiettile che ha infranto i vetri della volante. Dopo qualche ora di fuga, i tre responsabili del delitto sono stati arrestati: si tratta dei cerignolani

    • Matteo Mastropietro, 46enne
    • Giuseppe Da Bellonio, 33enne
    • Giuseppe Saracino, 33enne.

    I malviventi, ieri mattina, verso le ore 9:30, con i volti travisati da calzamaglie e armati di un fucile ed una pistola, si erano fatti consegnare dal personale dell’ufficio postale di Rapino la somma contante di 500 euro. Subito dopo erano fuggiti a bordo di una Lancia Lybra rubata, la notte precedente, a Grottammare (AP). Durante la fuga, però, erano stati intercettati da una pattuglia di carabinieri della locale che era stata inviata sul posto dalla Centrale operativa del Comando Provinciale dei carabinieri di Chieti attivata, a sua volta, da una chiamata al 112. I rapinatori, accortisi della presenza dei militari, non avevano esitato, a quel punto, ad esplodere contro di loro dei colpi di arma da fuoco riuscendo così a guadagnare la fuga e a far perdere le proprie tracce. Dopo aver abbandonato la lancia Lybra i tre uomini erano saliti a bordo di un autocarro Iveco intestato ad una società di Cerignola (FG) ma, una volta raggiunta la zona industriale di Rapino (CH), si erano imbattuti nuovamente nei Carabinieri del posto che avevano intimato loro di fermarsi e di scendere dal mezzo. I rapinatori a quel punto avevano nuovamente esploso dei colpi di arma da fuoco in direzione degli uomini dell’Arma dando vita ad un conflitto a fuoco con i carabinieri e ad un successivo inseguimento che terminava in località “Cerrone” del Comune di Casacanditella. Infatti, a causa di una stretta svolta a sinistra, l’autocarro era costretto ad arrestare la marcia dando così modo ai Carabinieri di avvicinarsi. Per coprire la fuga e dare tempo ai compagni di fare manovra, uno dei malviventi era sceso dal mezzo ed aveva continuato a fare fuoco sull’auto dei Carabinieri attingendo, in questo caso, lo specchietto retrovisore lato guida senza però ferire i militari a bordo. Subito dopo i malviventi si erano nuovamente allontanati a bordo dell’autocarro ma, percorse poche centinaia di metri, avevano deciso di abbandonare il mezzo e fuggire a piedi nella macchia boschiva circostante.

    Da quel momento, ininterrottamente, i Carabinieri del Reparto Operativo del Comando Provinciale di Chieti e delle Compagnie di Chieti, Ortona e Lanciano hanno cinturato l’intera area oggetto delle ricerche dando vita ad una vera e propria battuta di caccia che, alle successive 22:30, ha dato i primi risultati. Il primo a cadere nella rete tesa dai militari dell’Arma è stato il Mastropietro bloccato mentre percorreva a piedi le campagne adiacenti la strada statale “Val di Foro” del comune di Vacri (CH). Alle ore 03:00 circa è stata la volta di Da Bellonio individuato nel territorio del Comune di Villamagna mentre cercava di dileguarsi nella boscaglia circostante. L’ultimo a finire nella trappola dei militari è stato il Saracino fermato a bordo di una Ford Focus, appositamente giunta da Cerignola e condotta dal proprietario L.S., 29enne di Cerignola, denunciato a sua volta per favoreggiamento personale. Da Bellonio è stato trovato in possesso di 945 euro in contanti, parte dei quali costituenti ragionevolmente l’intero provento della rapina. I tre arrestati sono stati associati alla casa circondariale di Chieti e dovranno rispondere dei reati di tentato omicidio, porto abusivo di arma, resistenza a P.U. e naturalmente rapina. (tratto da ilcentro.it)

    18 COMMENTS

    1. Bravi Bravi Bravi…. Tanto non vi preoccupate arresti domiciliari e vai per nuove ed esilaranti avventure. IAC….

      • Gentile Cittadina…questi agli arresti domiciliari non ci andranno c’è il tentato omicidio…certo c’è da vomitare.

        • sono ridicoli oltre che pericolosi. andassero a lavorare in germania, svizzera, ecc. si guadagna e si vive sereni. a cosa serve rischiare cosi tanto per pochi soldi che poi li bruciano in una giornata. poveri familiari e figli se ne hanno, che esempio di vita. credo che alla fine queste attività criminose portino solo a sofferenza per loro e chi gli sta vicino.

      • io metterei in carcere i giudici che li fanno uscire. dopo tantissimo rischio dei carabinieri non DEVONO non devono NON DEVONO metterli fuori. comunque con il tentato omocidio se li faranno certamente degli anni di galera.

        • Da come parli si vede che non capisci niente!
          Chi fa le leggi? I politici fuorilegge!
          Sono loro che devono finire male.

          • Mastropietro ha un banco di frutta enorme giù a piazza vecchia e lavora.Significa che non vuole lavorare onestamente vuole strafare e quindi rompete gli il C,………..o

    2. La redazione ha fatto bene a pubblicare le foto. Mettiamoli alla berlina come veniva fatto nei tempi passati.

      • Addirittura date dei maiali a delle persone che purtroppo non trovano lavoro hanno famiglie sulle spalle e per sfamare le loro famiglie rischiano la vita, la vostra a questo punto sapete Cos e ? Tutta invidia!!! Voi siete dei rosichi mantenuti..che se non avete un euro per i vostri figli vi fate aiutare sa mamma e papà e dai vostri parenti, c’è gente che pur di mangiare fa queste cose perché non c’è lavoro.prima di giudicare la vita degli altri, guardatevi ad uno specchio e credete che chi sputa in cielo in faccia lo prende..non fate i santi perché scommetto che dietro a questi commenti e questi nomi anonimati, c’è gente che per prima tradisce la moglie, va a pu****, ruba nei penny e nell md risorse di salami per risparmiare alcuni euro! Oppure hanno i macchinoni e vanno a prendere il mangiare alla caritàs basta che fanno schiuma..non tutte le persone sono uguali!! Chi siete voi Pr giudicare ? Per caso Dio? Prendetevela con i politici che ci fanno morire di fame a tutti, mettendo a dura prova la pazienza di noi persone comuni mortali !!!!!!

        • sono pienamente d akkordo cn flora conkordo in pieno il suo pensiero.x voi altri pensate più ai cavolacci vostri ke credo ne avete nelle vostre case.portateveli alle case vostre le persone disagiate a mangiare e dormire cosi nn rubano

          • Non e’ giustificabile rubare!!!!!lo dicono anche i comandamenti!!
            Quindi e’ giusto che paghino per gli errori fatti in quanto in una societa’ seria e civile ed onesta non sono ammissibili determinati ragionamenti da stolti.Non giustifichiamo le personche che rubano con la scusa che non c’e’ lavoro in quanto principalmente e’ una questione di testa e di educazione impartita sia dai genitori e sia da le persone che si frequentano.Hanno sbagliato!!Inoltre sono recidivi in quanto il problema principale e’ che a questi elementi non piace proprio lavorare….finiamolo di giustificare la gente che ruba con scusa banalissime, e da dementi!!cerchiamo di essere piu’ seri nei commenti e di far vedere alla gente che legge che esiste ancora la CERIGNOLA bene.

    Comments are closed.

    Ultimora

    Il Cerignola a Latina per ritrovare compattezza e rimettersi in cammino

    Il crocevia probabilmente più rilevante nel corso di questo campionato: l'Audace Cerignola va in...

    Pulizia e lavori di ripristino su viale Cimitero e in via Tiro a Segno di Cerignola

    Pubblichiamo di seguito e integralmente una nota stampa di Matteo Conversano, consigliere comunale di...

    La Giunta comunale di Cerignola delibera sull’istituzione del trasporto sociale

    La giunta Comunale di Cerignola ha deliberato all’unanimità sull’istituzione del nuovo servizio di trasporto...

    Ragazza ferita in discoteca a Trani, fra i quattro arrestati anche un cerignolano

    La Polizia di Stato di Bat sotto la direzione della Procura della Repubblica presso...

    Pallavolo Cerignola affronta la capolista Star Volley Bisceglie, nuova sfida salvezza per la Flv

    Un sabato importante e denso di emozioni, quello che attende le due formazioni cerignolane...

    Nuovo ceppo della Xylella, Cia Puglia: “Rischio mortale per l’agricoltura”

    “L’individuazione, a Triggiano, di sei alberi di mandorlo positivi al batterio della Xylella fastidiosa...

    Altro su lanotiziaweb.it

    Il Cerignola a Latina per ritrovare compattezza e rimettersi in cammino

    Il crocevia probabilmente più rilevante nel corso di questo campionato: l'Audace Cerignola va in...

    Pulizia e lavori di ripristino su viale Cimitero e in via Tiro a Segno di Cerignola

    Pubblichiamo di seguito e integralmente una nota stampa di Matteo Conversano, consigliere comunale di...

    La Giunta comunale di Cerignola delibera sull’istituzione del trasporto sociale

    La giunta Comunale di Cerignola ha deliberato all’unanimità sull’istituzione del nuovo servizio di trasporto...