Sportweb
pub_728_90

Quattro nomi per sostituire Giannatempo

i più letti

Mafia, imprenditori, politici: preoccupa l’«area grigia». A Cerignola diversi gli affari criminali

Spietata, violenta, omertosa (pentiti zero, o quasi), in evoluzione e in espansione emulando i moduli organizzativi della ‘ndrangheta calabrese;...

Scioglimento del Comune di Cerignola, via il segretario generale Monica Claudione

Mansione di segretario comunale momentaneamente vacante nel Comune di Cerignola: ciò per effetto della mancata conferma e conseguente sospensione in...

Furti di pc e tablet nelle scuole di tre regioni: arrestati due uomini di Cerignola

Sono 14 i furti commessi (per un totale di 520 tra pc e tablet e per un valore complessivo...
Gennaro Balzano
Giornalista, corrispondente da Cerignola per La Gazzetta del Mezzogiorno, insegna nella scuola primaria. Collabora con l'Università di Bari ed è consulente in comunicazione in diversi progetti.

Non si arresta il totoSindaco nelle fila del centrodestra. Dato certo è che non ci saranno Primarie. Come cinque anni fa si tratta di una lotta per sfinimento dove l’ultimo a mollare rischia di essere il designato alla competizione da Sindaco. Oltre al Sindaco uscente Antonio Giannatempo, nuovamente candidato per molti, ma a dir suo e del suo più intimo entourage proto a “lasciare” la politica cerignolana, circolano i nomi di Domenico Carbone, Franco Reddavide, Paolo Vitullo e Francesco Decosmo. Tutti uomini di questa maggioranza, tutti interessati ad essere per 5 anni primi cittadini. La partita però la giocano i cittadini e per alcuni ci potrebbe essere qualche problema.

Francesco De Cosmo, stimato professionista, non è ben visto dall’intera compagine di centrodestra perché secondo alcuni “debole”; i motivi sarebbero da ricercare non nel bagaglio personale di voti del commercialista (tra i più consistenti, ndr), ma nelle vicenda Audace Cerignola e nel fatto che di sicuro non potrebbe, dati gli impegni professionali, essere Sindaco 24 ore al giorno.

Idem dicasi per Paolo Vitullo, tra i quattro il più attivo dietro le quinte a ritagliarsi una maggioranza interna che supporti la candidatura. Nelle scorse ore pare che siano stati proprio i “vitulliani” a mettere in giro la voce di una possibile ricandidatura di Giannatempo, probabilmente, ipotizza qualcuno, per far fare un passo indietro agli altri.

Domenico Carbone, seppur politicamente preparato a una simile competizione viene visto da gran parte di Forza Italia troppo fuori dai giri che contano e pressoché sconosciuto ai giovani.

Franco Raddavide, già viceSindaco, non sarebbe per alcuni l’uomo giusto a causa di vecchie polemiche mediatiche riguardanti il Concorso dei Vigili, quando era assessore alla sicurezza. Tuttavia Reddavide, da sempre braccio destro di Giannatempo potrebbe contare di certo sulle personali preferenze del Sindaco uscente (e non sono poche, ndr), ma anche sull’appoggio di parte dei centristi.

A questi (e alle fantasie da bar) si aggiungerebbero i nomi di Mimmo Farina e di Salvatore Tatarella, pare in aperta rottura con Franco Metta, soprattutto dopo quanto sostenuto dall’avvocato nei confronti di Enzo Pece in radio e lo scorso lunedì sera alla consueta riunione di coalizione de La Cicogna.

Attualmente nessuno può dirsi candidato ma di certo ci vorrà un uomo che in caso (certo) di ballottaggio sia capace di intercettare voti altri: questa pare essere la vera priorità del centrodestra, prima del nome stesso.

il_segno
Oropoint_300_250
Ultimi Spazi
OSS_300_250
Cala la pasta

Ultim'ora

In auto con patente revocata da 20 anni e con 3kg di marijuana a casa: arrestato 52enne a Cerignola

Non allenta la “morsa” dei controlli straordinari del territorio da parte dei Carabinieri del Comando Provinciale di Foggia in...

Sabato 25 gennaio presentazione del libro “Push you away” della cerignolana Veronica Cellamaro

“Perchè la vita non è una somma di eventi, ma la storia delle nostre risposte a quello che il caso ci pone davanti”. Veronica...

Domenica 26 gennaio evento XC e cicloescursione “Capacciotti”

Doppio evento ciclistico a Cerignola, domenica 26 gennaio: le società ofantine Bike3 Asd e Cicogna Asd organizzano la 1^ Xc "Capacciotti", valida come quarta...

Agricoltura, pensioni da 513 euro. Cia Capitanata: “Uno scandalo”

“Una vita di lavoro in agricoltura non può valere la miseria di 513 euro mensili di assegno pensionistico”. Sono di Matteo Valentino, presidente ANP...

Prende tempo il Tribunale: “decide di non decidere” sulle incandidabilità di Metta e Bufano

Prende tempo il Tribunale Civile di Foggia che “decide di non decidere”. All’udienza fissata per oggi circa l’incandidabilità di Franco Metta e Tommaso Bufano,...