Sportweb
Pubblicità
pub_728_90

500 euro per i diciottenni da spendere in cultura: perché storcere il naso?

Rispondere al terrore con la cultura e l’arte. È questa la proposta del presidente del Consiglio Matteo Renzi e del suo esecutivo: “Per ogni euro in più investito sulla sicurezza ci deve essere un euro in più investito sulla cultura!”. In arrivo una “carta bonus” da investire in teatri, musei, concerti e cultura per tutti quei ragazzi che compiono 18 anni il prossimo anno. E non sono pochi, parliamo di 550 mila italiani che diventeranno maggiorenni nel 2016. Quella fascia di società che si trova nella “terra di mezzo” per la politica da anni: troppo grandi per le politiche per l’infanzia e troppo piccoli per la politiche giovanili.

Perché “snobbare” questa misura che permetterà a Davide di vedere il concerto della sua band preferita, a Fabio di fare quel corso di francese che non riuscirebbe a pagarsi con le mance del bar, a Rebecca la possibilità di comprare la collana di libri su Alda Merini che ama tanto, a Francesca di acquistare le ultime uscite di Zerocalcare o di vedere finalmente in teatro Ascanio Celestini…

In un Sud in cui quasi il 25% dei minori non può permettersi attività ricreative di tipo intellettuale o sportivo e in cui il 16% dei minori vive in famiglie che hanno da zero a dieci libri (dati tratti da Save the Children), perché storcere il naso? Perché agitare lo “spauracchio egualitario” di fronte ad una misura che tiene tutti dentro ad un’età in cui la “paghetta di famiglia”, risulta essere sempre troppo risicata per spendersi in cultura. La cultura è un diritto? Sottoscrivo.

E 500 euro sono pochi, sono troppi, sono giusti? Questo non interessa, non ora. Il punto è altrove, ed è tutto giocato su quelle due parole usate dal premier: opportunità e responsabilità.  L’opportunità di gestire personalmente questo budget che apre l’accesso al mondo della cultura agli adolescenti. La responsabilità di mettere a valore questa possibilità come un beneficio collettivo, per tutti.

Davide, Fabio, Rebecca, Francesca…voteranno per il premier appena diciottenni? È l’insulto peggiore che si possa fare ad una generazione che oggi ha ben poco da imparare da chi li considera incapaci di giudicare e di decidere sul proprio futuro e su quello del proprio paese.

il_segno
Oropoint_300_250
Ultimi Spazi
Cala la pasta

Ultim'ora

Scoperta piantagione di cannabis a ridosso del fiume Ofanto: due arresti dei carabinieri

Alcuni giorni fa, i militari della Stazione Carabinieri di Margherita di Savoia, unitamente ai militari della Sezione Operativa della...

Cerignola, i 115 lavoratori di Tekra proclamano sciopero per il 14 luglio

“Oggi abbiamo proclamato lo sciopero dei 115 lavoratori della TEKRA, società alla quale il Comune di Cerignola ha affidato i servizi relativi alla raccolta...

Oggi tre casi di Covid-19 in Puglia, nessuna variazione nella Capitanata

Il presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano, sulla base delle informazioni del direttore del dipartimento Promozione della Salute Vito Montanaro, informa che oggi venerdì...

Omicidio Dipaola, nel processo condannato a 22 anni di reclusione il cugino reo confesso

La corte d’assise di Milano ha condannato a 22 anni di reclusione (ed a tre anni di libertà vigilata una volta espiata la pena) Sebastian Ganci, 41 anni,...

In Puglia fissata al 24 settembre la data di riapertura delle scuole

"Suonerà nella seconda metà di settembre la campanella per migliaia di studenti e studentesse della Puglia. L'emergenza sanitaria da Covid 19 ha pesantemente inciso...

SOSTIENI LANOTIZIAWEB.IT

LANOTIZIAWEB.IT è il tuo quotidiano, quello che leggi gratis da dieci anni. I giornalisti della Redazione in questo particolare periodo (#emergenzaCoronavirus) stanno lavorando giorno e notte per offrire un’informazione precisa, puntuale ed affidabile. Per supportarci oggi ti chiediamo (se puoi e vuoi) un piccolo contributo. Non è un abbonamento o una sponsorizzazione: sarà una semplice donazione. Grazie!

Dona Adesso

i più letti

Omicidio Dipaola, nel processo condannato a 22 anni di reclusione il cugino reo confesso

La corte d’assise di Milano ha condannato a 22 anni di reclusione (ed a tre anni di libertà vigilata una volta espiata...

Sante Cartagena coordinatore cittadino di Forza Italia giovani

Si aggiungono nuovi tasselli che rilanceranno il movimento giovanile e di conseguenza l'intero movimento di Silvio Berlusconi. Infatti Marzia...

In Puglia fissata al 24 settembre la data di riapertura delle scuole

"Suonerà nella seconda metà di settembre la campanella per migliaia di studenti e studentesse della Puglia. L'emergenza sanitaria da...