Sportweb
pub_728_90

«Si poteva fare di più e meglio»

i più letti

Un cerignolano alla guida delle Fiamme Gialle del Lazio: è il Generale di Divisione Rosario Lorusso

Avvicendamento al Comando Regionale Lazio della Guardia di Finanza. Si è tenuta lunedì 27 gennaio presso la Piazza d’Armi della caserma “Tenente Francesco Arcioni...

Cerignola, tre arresti dei Carabinieri: eseguiti provvedimenti restrittivi per condanne da scontare

Nei giorni scorsi i carabinieri della Compagnia di Cerignola hanno eseguito sei provvedimenti restrittivi emessi dall’Autorità Giudiziaria nei confronti...

Infertilità femminile: al “Tatarella” di Cerignola nuove tecniche diagnostiche

Le coppie con problemi di sterilità oggi hanno una opportunità in più di diagnosi. È la Sonoisterosalpingografia (SHSG). Unico centro...
Daniela Giordano
Direttore Responsabile, giornalista pubblicista.

Sei mesi di amministrazione Metta, il primo semestre del “cambiamento”, giorni attesi e dipinti per 5 anni come momento di riscossa totale per una città sopita, devastata, occupata – così dicevano – dai dinosauri della politica. Cerignola da preda della vecchia politica a fortunata comunità alla quale veniva concessa la possibilità di cambiare, di voltare pagina. «Per farlo basta una matita», raccomandava Metta negli spot elettorali.

Dalla matita alla tela, il quadro cambia. E dall’etereo paesaggio impressionista si passa ad un impressionante immobilismo, ben occultato da iniziative spot frutto di un fare di facciata. Tra aiuole, rotonde e pulizie straordinarie i problemi reali della città passano in secondo piano.

Sono più di cinquanta i nuclei familiari (tutti cerignolani) che non hanno un tetto e vivono in location di fortuna (garage, autodemolizioni, parcheggi e autovetture). Nel solo 2015 alla redazione de lanotiziaweb.it sono giunte (tutte testimoniali) oltre 700 richieste di aiuto per problemi inerenti la mancanza di lavoro. «Parlatene, scrivete che non riusciamo neanche a comprarci il pane», lamentava una 34enne ragazza madre lo scorso settembre.

La crisi e le difficoltà non sono solo un fatto cerignolano e non sono colpa dell’amministrazione in carica. Purtroppo però esistono responsabilità rispetto a ritardi riguardanti misure in grado di arginare, laddove possibile, le difficoltà di decine e decine di cittadini. E anche un po’ di sobrietà. «Invece di realizzare rotonde a costo zero, mettevano insieme i soldi e creavano un fondo di aiuto per la gente bisognosa», commenta crudo Matteo, padre di due figli, senza lavoro, occupante di un seminterrato di 25 mq umido e senza riscaldamento in cui vive con la famiglia.

La coperta, si sa, è corta, e le casse degli enti pubblici sono vuote, soprattutto quando il denaro serve per dar sollievo alla povera gente. «E’ vero», però, «si poteva fare di più e meglio», ci dice un signora anziana del quartiere San Gioacchino. «Io ho conosciuto la fame, eravamo nove figli e mio padre morì giovane, quando io avevo solo 11 anni. Siamo andati avanti. Ci siamo riusciti, con i sacrifici. Oggi mancano proprio i sacrifici, della gente comune e di chi comanda».

il_segno
Oropoint_300_250
Ultimi Spazi
OSS_300_250
Cala la pasta

Ultim'ora

Tre titoli regionali per Asd Bike3 e Asd Cicogna Cerignola nella mountain bike

Domenica 26 gennaio si è tenuto il 1° XC "Capacciotti", valevole per il 7° trofeo dei 5 reali siti-Campionato...

In passerella modelle curvy e oncologiche: a Cerignola la visione della moda di Sabrina Altamura

Domenica 2 febbraio alle ore 18 presso "Villa Torre Quarto" a Cerignola (ingresso libero) ci sarà una sfilata dal nome "Eternal love #perfect bridal",...

Borgo Tressanti, da oltre due mesi sessanta famiglie senza acqua in casa

"È assurdo che nel 2020 non abbiamo acqua in casa...le condotte dell'acquedotto arrivano a pochi chilometri ma sembra che noi famiglie di Borgo Tressanti...

Setacciato il promontorio del Gargano, rinvenuta droga, armi e munizioni. Due gli arresti

I militari della Compagnia Carabinieri di San Severo, potenziati in fase esecutiva dall’intervento dello Squadrone Eliportato Cacciatori Puglia e dal Nucleo Cinofili di Modugno,...

Un cerignolano alla guida delle Fiamme Gialle del Lazio: è il Generale di Divisione Rosario Lorusso

Avvicendamento al Comando Regionale Lazio della Guardia di Finanza. Si è tenuta lunedì 27 gennaio presso la Piazza d’Armi della caserma “Tenente Francesco Arcioni M.A.V.M.” sede del Comando Regionale...