More

    HomeEvidenzaQuestione Mensa, la replica di Lepore. Martedì incontro amministrazione famiglie in Comune

    Questione Mensa, la replica di Lepore. Martedì incontro amministrazione famiglie in Comune

    Pubblicato il

    Dopo le polemiche delle ultime ore circa la risoluzione momentanea della questione mensa, con un affidamento diretto alla tanto contestata Ladisa, che ha suscitato l’intervento duro dell’opposizione di centrosinistra, oggi ritorna sull’argomento la maggioranza, con le parole di Loredana Lepore, Capogruppo del gruppo unico del Cambiamento.

    «Sul tema mensa scolastica da parte dell’opposizione solo strumentalizzazioni, errate informazioni e falsi allarmismi. La mensa riprenderà lunedì 23 novembre in proroga alla ditta aggiudicataria dell’ultima gara, espletata ben oltre dieci anni fa, pena la sospensione del servizio. Nessun’altra ditta avrebbe mai potuto svolgere il servizio – afferma la consigliera di maggioranza -. Contestualmente, partirà il nuovo bando di gara europeo che affiderà il servizio per i prossimi cinque anni alla ditta che si aggiudicherà la gara. L’amministrazione Metta ha deciso di far ripartire la mensa scolastica senza aspettare il termine della procedura predetta, per diverse ragioni. A rischio il diritto allo studio degli studenti. A rischio posti di lavoro nel corpo docenti».

    Sulle ragioni di una proroga quasi obbligata secondo le forze di governo cittadino, Lepore precisa: «La proroga del servizio, pienamente legittima, potrà partire nella massima serenità, avendo l’amministrazione preteso e fatto eseguire gli accertamenti necessari in tema di inquinamento ambientale e dopo aver ottenuto le più ampie garanzie da parte dell’ARPA. Mai avremmo potuto consentire la distribuzione di pasti “avvelenati”. Abbiamo osteggiato la ditta Ladisa dai banchi dell’opposizione perché confezionava pasti a pochi metri da una ciminiera di un inceneritore di rifiuti, ora definitivamente chiuso». 

    Ultimo passaggio sul punto politico della questione: «Chiariamo che non vi sono altri inceneritori in funzione e che nel nuovo bando di gara è stato, comunque, stabilito che chi si occuperà del servizio mensa scolastica, per i prossimi cinque anni, dovrà garantire inderogabilmente l’ubicazione dell’azienda in zone non a rischio inquinamento, ovvero non in zona industriale. Indirizzo perfettamente in coerenza con gli impegni elettorali di questa amministrazione. Su questo e molto altro ancora l’Amministrazione Metta, nella persona del Sindaco, degli Assessori e dei Consiglieri comunali, incontrerà i genitori, i docenti e tutti gli operatori del settore, martedì 17 novembre alle ore 18:00 presso la sala consiliare del comune di Cerignola – ha concluso la capogruppo -. La corretta informazione è la migliore garanzia di trasparenza». 

    8 COMMENTS