Sportweb
pub_728_90

Sgarro-Lionetti a suon di social, Sgarro: “Incompetenza e incapacità amministrativa”

i più letti

Omicidio-suicidio a Cerignola, “I disagi non devono mai vivere nel silenzio, vanno sempre denunciati”

Il Presidente dell’Ordine degli Psicologi della regione Puglia, Antonio Di Gioia, interviene sulla tragedia che ha coinvolto due donne...

Protesta e sciopero della fame. I dipendenti del “verde” rivogliono il proprio lavoro

Sciopero della fame ad oltranza per i dipendenti del comparto verde pubblico. Questa la decisione presa dai lavoratori della...

Premio Zingarelli, il bando della dodicesima edizione

La data di scadenza del bando prevista il 29 febbraio 2020 dà a tutti la possibilità di partecipare al...
Gennaro Balzano
Giornalista, corrispondente da Cerignola per La Gazzetta del Mezzogiorno, insegna nella scuola primaria. Collabora con l'Università di Bari ed è consulente in comunicazione in diversi progetti.

«Quando tra qualche mese vi troverete immondizia per strada e la TARI che aumenterà in maniera impressionante dovrete dire grazie all’assessore Lionetti, che per giustificarsi cercherà di scaricare la colpa su qualcun altro, come quando si era bambini… perché questo è il livello di maturità politica di questa amministrazione». Ad affermarlo è il leader del centrosinistra Tommaso Sgarro in risposta al post dell’assessore Antonio Lionetti, ribattezzato da Sgarro «Assessore alla Maturità».

I fatti hanno inizio quando il Segretario Pd chiede al cicognino di far luce sulla puzza che si diffonde in serata in città. Sabato il cattivo odore era davvero tanto e il piddino scriveva: «Cerignola avvolta stanotte da una nube di fumo e da un cattivo odore di gomma e plastica bruciate che provoca irritazione alle vie respiratorie e rende l’aria pesante. Il depuratore non c’entra niente».

Di tutta risposta il delegato all’ambiente replica su Facebook (perché di questa consiliatura – dalla maggioranza all’opposizione – ricorderemo anche il forte slancio comunicativo, a suon di social, ndr.), con una rivisitata anafora «Tommasino da Cerignola voleva…». E conclude, «Tommasino da Cerignola voleva fare il Sindaco ma i cittadini gli hanno fatto capire che può solo fare il filosofo… forse».

Il tentativo dell’assessore di prendere in prestito l’ironia di Franco Metta e la poetica di Cecco Angiolieri risulta tuttavia orfano di risposte. E offre l’assist a Sgarro per poter dire: «quando penso a incompetenza e incapacità amministrativa mi riferisco proprio a episodi come questi, a personaggi come questi. E la prego assessore – conclude il Consigliere – la prossima volta lasci almeno stare la filosofia che è cosa seria ed ha a che fare col pensiero, a quanto leggo cosa lontana dai suoi orizzonti».

il_segno
Oropoint_300_250
Ultimi Spazi
OSS_300_250
Cala la pasta

Ultim'ora

Omicidio-suicidio a Cerignola, “I disagi non devono mai vivere nel silenzio, vanno sempre denunciati”

Il Presidente dell’Ordine degli Psicologi della regione Puglia, Antonio Di Gioia, interviene sulla tragedia che ha coinvolto due donne...

Protesta e sciopero della fame. I dipendenti del “verde” rivogliono il proprio lavoro

Sciopero della fame ad oltranza per i dipendenti del comparto verde pubblico. Questa la decisione presa dai lavoratori della Cooperativa "il Giglio", precedentemente "Mondoservice",...

Premio Zingarelli, il bando della dodicesima edizione

La data di scadenza del bando prevista il 29 febbraio 2020 dà a tutti la possibilità di partecipare al Premio Letterario Nazionale “Nicola Zingarelli”...

Omicidio-suicidio in agro di Cerignola. Due morti e una donna ferita

E' accaduto in agro di Cerignola a metà mattinata. Non si è ben compreso dalle prime rilevazioni cosa sia accaduto precisamente. Quel che è...

Picchia la madre mentre è ai domiciliari: torna in carcere un 32enne di Cerignola

Nello scorso fine settimana, gli Agenti del Commissariato di P.S. di Cerignola hanno eseguito l’ordine di sospensione della detenzione domiciliare e ripristino della custodia...