Sportweb
pub_728_90

Commissariato all’ex-Tribunale: nasce il comitato #fermalacriminalità

i più letti

Via Nizza al collasso, urge intervento sulla viabilità

Non serve una grande intelligenza e neppure un pensiero particolarmente raffinato per comprendere - già prima - che un...

Polizia arresta giovane cerignolano per tentato furto d’auto

Nella giornata di ieri 8 dicembre u.s., Agenti della Polizia di Stato del Commissariato di P. S. di Cerignola,...

Nuovo appuntamento con la Scuola di Formazione Socio Politica “Giorgio La Pira”

Si terrà sabato, 14 dicembre 2019, con inizio alle ore 16, nel Salone “Giovanni Paolo II” della Curia Vescovile...
Gennaro Balzano
Giornalista, corrispondente da Cerignola per La Gazzetta del Mezzogiorno, insegna nella scuola primaria. Collabora con l'Università di Bari ed è consulente in comunicazione in diversi progetti.

E’ nato a Cerignola il Comitato di raccolta firme per sostenere il trasferimento del Commissariato di P.S. presso l’Ex-Tribunale “#fermalacriminalità”. «Una iniziativa di fondamentale importanza – racconta il promotore, l’ex-assessore Michele Romano – necessaria per avviare il lavoro di innalzamento del presidio da secondo a primo livello».

Nel 2015 l’amministrazione guidata da Antonio Giannatempo destinava a sede del Commissariato di Polizia di Stato il Palazzo già sede dell’ex Tribunale con la delibera n. 7. Lo scorso 19 febbraio la Giunta Metta ha revocato tale delibera (con la delibera n. 40) adducendo motivazioni prevalentemente economiche. Immediatamente si è levata l’opposizione, contraria a tale provvedimento, e diversi gruppi di cittadini che individuano nella sicurezza uno dei temi fondamentali da affrontare a Cerignola.

«Siamo contro il provvedimento di revoca della delibera, che fu fatta col preciso obiettivo di offrire una sede più idonea al presidio di sicurezza della città, presidio per il quale ottenemmo all’epoca la promessa di particolare attenzione da parte del Ministro Alfano. Oggi questa amministrazione ha irresponsabilmente revocato tale atto, nascondendosi dietro il milione e mezzo di euro preventivato, non si sa da chi e a che titolo, per l’adeguamento del plesso».

Infatti secondo il comitato la cifra parrebbe essere nettamente inferiore e con il canone versato dal Ministero si potrebbe addirittura accendere un mutuo per i lavori di adeguamento e miglioramento, laddove necessari. «Scenderemo in strada e raccoglieremo firme e adesioni. In molti non hanno mandato giù la revoca di questo provvedimento. Viene da pensare che la sicurezza non è una priorità per questa amministrazione».

il_segno
Oropoint_300_250
Ultimi Spazi
OSS_300_250
Cala la pasta

Ultim'ora

Il vescovo Luigi Renna inaugura il nuovo oratorio “Santa Scorese e Carlo Acutis” ad Orta Nova

“Quali scelte vanno fatte? Anzitutto potenziare gli oratori, con una progettualità che sarà seguita e guidata dal Servizio Diocesano...

LetteraTour, ultimo appuntamento incentrato su J. K. Rowling

Ultimo appuntamento di questo LetteraTour edizione del 2019. E quale modo migliore per concludere, se non quello di dare spazio ad una delle autrici...

LETTERA | «Dovremmo imparare a dire grazie al personale di Pronto Soccorso»

«Dovremmo imparare a dire grazie a tutto il personale che lavora in Pronto Soccorso». Così si legge in una lettera giunta presso questa redazione...

Anziani e battaglieri, per i pensionati di Foggia un 2020 di nuove lotte

“I pensionati foggiani guardano al futuro, certo, e lo costruiscono ogni giorno nelle famiglie in cui rivestono un ruolo importante, talvolta fondamentale per le...

“Un libro per tutti”, antologia delle poesie finaliste alle edizioni del Premio Zingarelli

L’Associazione Artistico-Culturale “Motus” in collaborazione con l’Associazione LiberaMente Aps Circolo di Cerignola, in occasione del bando per la XII edizione del Premio Letterario Nazionale...