lunedì, 24 Febbraio - 02:06
Sportweb
pub_728_90

BREXIT: i nonni cacciano i propri nipoti dall’Europa

i più letti

Baresi e leccesi: scontro tra tifoserie sulla A16 all’altezza di Cerignola

In tarda mattinata, lungo l’autostrada A16 Canosa-Napoli, si è registrato uno scontro tra tifoserie. Al km 154 alcuni tifosi del...

Coronavirus, task force in Puglia. Oltre 130 casi in Italia, Casa Sollievo chiude alle visite

Sul fronte Coronavirus anche la Puglia corre ai ripari e annuncia una nuova riunione della task force regionale ad inizio...

Fermato con 50 grammi di cocaina sulla ss 89: scatta l’arresto per un 25enne di Cerignola

Il robusto servizio dell’altro ieri, svolto tra Monte Sant’Angelo e Manfredonia, finalizzato a reprimere lo spaccio di sostanze stupefacenti...

La Brexit, il referendum inglese sulla permanenza o meno in Europa della Gran Bretagna ha dato il suo verdetto: il Leave (andarsene) ha prevalso con il 51,9 % dei voti. I britannici che hanno votato Leave sono stati 17.410.742. Il Remain (rimanere) ha ottenuto 16.141.241 voti.

Due i dati interessanti del referendum inglese. Il primo è che tra gli inglesi con più di 65 anni, solo il 40% ha votato per restare nell’Unione Europea (Remain). Tra i votanti fino a 34 anni, la percentuale sale al 62%. Tra ragazzi tra 18 e 24 anni, quelli favorevoli all’Europa sono il 73%. I nonni hanno deciso il futuro dei nipoti.

L’altro dato interessante è che con la sola eccezione di Birmingham, tutte le maggiori città votano Remain: A Londra la maggioranza è abbastanza netta ovunque, e votano Remain anche Manchester, Liverpool, Bristol, Cambridge, Leeds, Oxford, Newcastle, Brighton & Howe.
Gli abitanti delle contee – o come diremmo noi delle province – sceglie di abbandonare l’Europa, puntando tutto su se stessi, nel sogno di un’autarchia salvifica, anacronistica in un mondo globalizzato.

I “teen” ci sono rimasti male: nessuno avrebbe mai immaginato che la generazione Erasmus, Leonardo, Raynair potesse ritrovarsi fuori da quella che era e resterà casa loro. Quella Europa con tante difficoltà, con troppe chiese e troppe banche, spesso sentita distante, almeno dalle istituzioni, ma raggiungibile facilmente, Londra stessa è stata finora l’immagine plastica di ciò che è l’Europa. Ci sono rimasti male anche perché a decidere è stato chi dal proprio paesino non ci ha mai messo fuori neanche il naso, che l’Europa l’ha vista in tv nei ghigni della Merkel e nelle sedute fiume di un parlamento sentito distante.

A rimanerci male anche i giovani “rimasti” in Europa: è come perdere un organo del proprio corpo dice qualcuno, o come meglio si esprime qualcun altro: è come non dover parlare più con i tuoi cugini preferiti perché i tuoi nonni hanno litigato con i loro.

il_segno
Oropoint_300_250
Ultimi Spazi
OSS_300_250
Cala la pasta

Ultim'ora

Quattro reti al Sorrento, il Cerignola continua nella rimonta: sognare si può

Con un primo tempo fantastico, il Cerignola supera il Sorrento (4-2), anche se nella ripresa l'Audace concede qualcosina di...

Baresi e leccesi: scontro tra tifoserie sulla A16 all’altezza di Cerignola

In tarda mattinata, lungo l’autostrada A16 Canosa-Napoli, si è registrato uno scontro tra tifoserie. Al km 154 alcuni tifosi del Bari avrebbero aspettato il passaggio...

Coronavirus, task force in Puglia. Oltre 130 casi in Italia, Casa Sollievo chiude alle visite

Sul fronte Coronavirus anche la Puglia corre ai ripari e annuncia una nuova riunione della task force regionale ad inizio settimana. SI intensificano i controlli...

Raffica di controlli e contravvenzioni a Cerignola per automobilisti indisciplinati

Oltre 70 conducenti e 40 veicoli controllati in tre ore ieri mattina a Cerignola e ben 36 contravvenzioni elevate per altrettante infrazioni al Codice...

Fermato con 50 grammi di cocaina sulla ss 89: scatta l’arresto per un 25enne di Cerignola

Il robusto servizio dell’altro ieri, svolto tra Monte Sant’Angelo e Manfredonia, finalizzato a reprimere lo spaccio di sostanze stupefacenti e a controllare in maniera...