Sportweb
Pubblicità
pub_728_90

La contraddizione di Metta sul servizio mensa: “Ladisa, qualità eccellente”

«Qualità eccellente, soddisfazione generale,  numero di pasti somministrati superiore in media a quello dell‘anno precedente». Queste le parole in uno dei passaggi più significativi della nota stampa che il Sindaco Metta ha inoltrato alle Redazioni nella giornata di ieri. Fa sorridere – amaramente – leggere un simile giudizio proprio da chi, non più tardi di un anno fa, parlava da candidato alla guida della città in termini piuttosto diversi: «i nostri bambini mangiano merda», urlava dai palchi riferendosi a Ladisa. 

Quel che più di ogni altro aspetto, però, ha il sapore della beffa è quanto sta accadendo in queste ore. «Il 7 giugno la commissione presieduta dal dirigente dott.ssa Dettori ha aggiudicato il servizio alla Ladisa spa – annuncia Metta -. Due i partecipanti. Uno di questi è stato escluso dalla Commissione per totale carenza di requisiti. Ora si procede con le attività propedeutiche alla aggiudicazione definitiva. 35 giorni dopo la “definitiva“ si stipulerà il contratto tra Amministrazione e Ladisa spa, un colosso mondiale della ristorazione». E solo un anno fa garantiva, diversamente, alle mamme che mai avrebbe riaffidato il servizio a quell’azienda tanto criticata. «Ci ha detto per anni Metta che la Ladisa lì non poteva stare e che i cibi erano rischiosi per la salute dei nostri figli. Ci ha promesso che non avrebbe mai riaffidato a Ladisa» urlavano davanti alle scuole le mamme nel novembre dello scorso anno. Anni di battaglie dai palchi, nei banchi dell’opposizione e davanti alle scuole, sono magicamente scomparsi, volatilizzati.

Cambiare idea non è reato, questo si sa, ma non ottemperare alle promesse fatte in campagna elettorale dovrebbe appartenere a una politica vecchia, alla conduzione autocratica della macchina amministrativa, a una politica partitica e non al civismo nel suo senso più ampio. Evidentemente, ed è sotto gli occhi di tutti, il passaggio dalla politica urlata, a quella parlata, dalla denuncia alla proposta, dalla critica alla costruzione non c’è stato e Cerignola, in questo senso, rappresenta solo uno dei tanti fallimenti italiani dell’ultimo quinquennio, lì dove il civismo e i movimenti, volatili o stellati che siano, hanno preso la guida, sono venuti a galla tutti i limitati in termini strutturali e di competenza della gestione della cosa pubblica.

il_segno
Oropoint_300_250
Ultimi Spazi
Cala la pasta

Ultim'ora

Oggi tre casi di Covid-19 in Puglia, nessuna variazione nella Capitanata

Il presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano, sulla base delle informazioni del direttore del dipartimento Promozione della Salute Vito...

Omicidio Dipaola, nel processo condannato a 22 anni di reclusione il cugino reo confesso

La corte d’assise di Milano ha condannato a 22 anni di reclusione (ed a tre anni di libertà vigilata una volta espiata la pena) Sebastian Ganci, 41 anni,...

In Puglia fissata al 24 settembre la data di riapertura delle scuole

"Suonerà nella seconda metà di settembre la campanella per migliaia di studenti e studentesse della Puglia. L'emergenza sanitaria da Covid 19 ha pesantemente inciso...

Sante Cartagena coordinatore cittadino di Forza Italia giovani

Si aggiungono nuovi tasselli che rilanceranno il movimento giovanile e di conseguenza l'intero movimento di Silvio Berlusconi. Infatti Marzia Spagnuolo ha provveduto a nominare nuovi...

Da sei giorni in Puglia non si registrano casi di Coronavirus

Il presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano, sulla base delle informazioni del direttore del dipartimento Promozione della Salute Vito Montanaro, informa che oggi giovedì...

SOSTIENI LANOTIZIAWEB.IT

LANOTIZIAWEB.IT è il tuo quotidiano, quello che leggi gratis da dieci anni. I giornalisti della Redazione in questo particolare periodo (#emergenzaCoronavirus) stanno lavorando giorno e notte per offrire un’informazione precisa, puntuale ed affidabile. Per supportarci oggi ti chiediamo (se puoi e vuoi) un piccolo contributo. Non è un abbonamento o una sponsorizzazione: sarà una semplice donazione. Grazie!

Dona Adesso

i più letti

Omicidio Dipaola, nel processo condannato a 22 anni di reclusione il cugino reo confesso

La corte d’assise di Milano ha condannato a 22 anni di reclusione (ed a tre anni di libertà vigilata una volta espiata...

Sante Cartagena coordinatore cittadino di Forza Italia giovani

Si aggiungono nuovi tasselli che rilanceranno il movimento giovanile e di conseguenza l'intero movimento di Silvio Berlusconi. Infatti Marzia...

In Puglia fissata al 24 settembre la data di riapertura delle scuole

"Suonerà nella seconda metà di settembre la campanella per migliaia di studenti e studentesse della Puglia. L'emergenza sanitaria da...