pub_728_90
Sportweb

Nuova sede INPS a Stornara. Rischio chiusura per Cerignola

Gli attriti del febbraio scorso tra il Sindaco Metta e la Dirigente Ciriello sembrano non esser stati superati e la nuova sede annunciata a Stornara potrebbe essere il preludio alla definitiva chiusura di quella cerignolana

i più letti

Cerignola, tre arresti dei Carabinieri: eseguiti provvedimenti restrittivi per condanne da scontare

Nei giorni scorsi i carabinieri della Compagnia di Cerignola hanno eseguito sei provvedimenti restrittivi emessi dall’Autorità Giudiziaria nei confronti...

Scende dalla macchina e viene gambizzato. Vittima un 44enne demolitore di Cerignola

E’ rimasto ferito nella mattinata di ieri un 44enne del posto, raggiunto da un colpo di pistola al polpaccio....

Dopo lo scioglimento per mafia, Rino Pezzano vuole candidarsi alla regione

Dopo lo scioglimento e il successivo commissariamento per infiltrazioni mafiose è partita - già da diversi mesi - la...
Vito Balzano
Caporedattore, giornalista. Laureato in Scienze della Comunicazione Sociale, Istituzionale e Politica. Dottore di Ricerca in Dinamiche Formative ed Educazione alla Politica.

La questione riguardante la sede INPS a Cerignola muove i primi sussulti nel febbraio 2016 quando, attraverso i media, il botta e risposta tra Metta e la dirigente regionale Ciriello diventa un caso. Intanto, però, nonostante il silenzio degli ultimi mesi, il problema persiste e, secondo molti, potrebbe portare alla definitiva chiusura del polo ofantino, con conseguente spostamento dei funzionari nelle sedi di Foggia.

In queste ultime ore giunge una svolta che ha dell’incredibile, con il Sindaco di Stornara Rocco Calamita che annuncia l’apertura di una nuova sede INPS nel territorio stornarese. Non è ancora chiaro se si tratti della sede di Cerignola che sarà trasferita o di una nuova, ma la possibilità che oggi è offerta al piccolo centro foggiano è davvero importante. Infatti, Cerignola da sempre è stato un punto di riferimento non solo per i residenti ma anche per i tanti comuni limitrofi; con lo spauracchio di una chiusura nella città ofantina, e la possibilità di operare a Stornara senza dover raggiungere Foggia, potrebbe aprire uno scenario roseo per il paese guidato da Calamita e, contestualmente, un’altra pagina triste per Cerignola.

La questione, come si è detto, parte otto mesi fa quando, in data 8 febbraio, sulle colonne de La Gazzetta del Mezzogiorno, si legge la volontà della direzione generale INPS circa la sede cerignolana: «Mai chiesti locali in uso gratuito per ospitare gli uffici dell’INPS. La richiesta si è limitata ad ottenere i locali comunali in quanto di pubblica proprietà, come espressamente previsto dalle disposizioni vigenti, alle condizioni e secondo i criteri di congruità stabiliti dall’Agenzia del Demanio. La richiesta di ristrutturazione dei locali e della loro idoneità con relativa destinazione d’uso è a carico del locatore. In alternativa – continuavano i vertici INPS – si è proposto al Sindaco l’apertura di un punto INPS all’interno del Palazzo di Città al fine di garantire il presidio del territorio. Eventuali divergenze interne all’amministrazione non dovranno avere ripercussioni sull”Istituto».

Secca giungeva, il giorno seguente, la replica del Sindaco di Cerignola Franco Metta, attraverso facebook: «Il giorno 1 febbraio, alle ore 10:30, ho ricevuto, per la seconda volta in due mesi, la dottoressa Ciriello, dirigente della sede INPS di Cerignola. La gentile signora mi ha chiesto, per espresso incarico della Direzione Regionale dell’Istituto, la concessione di un immobile comunale di almeno 450 mq da adibire a sede cittadina dell’INPS, la ristrutturazione, a totale carico del Comune, del suddetto immobile per renderlo adeguato ad ospitare gli uffici INPS. Ha precisato che l’INPS non avrebbe corrisposto alcun canone di locazione al Comune».

Contro risposta, neanche troppo sottile, della Dirigente Ciriello«L’incontro avuto con il Sindaco il giorno 1 febbraio, per delega del Direttore provinciale,  è stato finalizzato esclusivamente a sensibilizzare l’Amministrazione comunale a fornire una risposta relativa alla richiesta di disponibilità di locali da destinare all’Inps. Nel corso dell’incontro non ho fatto cenno alcuno al canone di locazione in quanto di competenza della Direzione regionale.  A conferma di quanto detto, evidenzio che  nel precedente incontro avuto con il Sindaco, a settembre u.s., il Direttore Provinciale della Sede di Foggia, dr.  Furio Vai, ha formulato la richiesta di disponibilità di locali da destinare all’Inps di Cerignola, senza fare  alcun riferimento al canone di locazione. Preciso, inoltre, che la richiesta di disponibilità dei locali è stata formulata ai sensi dell’art.24, c.2, del decreto legge n.66 del 2014 convertito nella legge n.89 del 23/06/2014, che sancisce proprio  che le Amministrazioni dello Stato devono disporre un nuovo piano  di razionalizzazione nazionale per assicurare un complessivo efficientamento della presenza territoriale, attraverso l’utilizzo di beni immobili pubblici disponibili o di parte di essi, anche in condivisione con amministrazioni pubbliche.  A tal proposito, considerato che la richiesta formale di disponibilità dei locali da parte della Direzione regionale, a tutt’oggi, non ha ancora ricevuto una risposta formale, confido che, nell’ottica della collaborazione tra Pubbliche Amministrazioni e nell’interesse dei Cittadini, si possa arrivare ad una soluzione positiva del problema». 

Il risultato ad oggi, nonostante il silenzio assordante degli ultimi mesi su un caso tanto grave, alla luce dell’annuncio della nuova sede di Stornara, potrebbe far pensare che quegli attriti non si siano superati e che, anzi, sia sempre più possibile la chiusura definitiva della sede cerignolano, con tutte le conseguenze del caso in termini di disservizi e problematiche per i cittadini, specialmente quelli più anziani.

il_segno
Oropoint_300_250
Ultimi Spazi
OSS_300_250
Cala la pasta

Ultim'ora

Infertilità femminile: al “Tatarella” di Cerignola nuove tecniche diagnostiche

Le coppie con problemi di sterilità oggi hanno una opportunità in più di diagnosi. È la Sonoisterosalpingografia (SHSG). Unico centro...

Cerignola e i due volti della Giornata della Memoria

Cerignola rivive anche nella Giornata della Memoria, ieri 27 gennaio, le sue contraddizioni. Una città dai due volti, che ha raccontato due storie diverse,...

Memoria e impegno per la legalità, appuntamento a Cerignola con Pinuccio Fazio

Si terrà a Palermo, il prossimo 21 marzo, la XXV edizione della Giornata della Memoria e dell’Impegno in ricordo delle vittime innocenti delle mafie,...

In Capitanata «il pericolo vero è la borghesia mafiosa»

La quarta mafia nelle sue articolazioni (Società, mafia garganica e mafia cerignolana) e poi quella zona grigia che si innerva intorno a malaffare professioni,...

Dopo lo scioglimento per mafia, Rino Pezzano vuole candidarsi alla regione

Dopo lo scioglimento e il successivo commissariamento per infiltrazioni mafiose è partita - già da diversi mesi - la ricollocazione di alcuni membri di...