More

    HomeEvidenzaCerignola, dieci autovelox nel centro abitato: in arrivo la stangata?

    Cerignola, dieci autovelox nel centro abitato: in arrivo la stangata?

    Limite a 30km/h, con una tolleranza massima di 4km/h. A 35 km/h si potrà essere sanzionati per eccesso di velocità

    Pubblicato il

    Era da tempo che da palazzo di Città trapelava l’idea di una riforma totale del controllo del traffico, dalle zone ZTL, ai parcheggi a pagamento, fino al controllo elettronico della velocità con telecamere e rilevatori istallati nel centro cittadino. Negli ultimi giorni, però, cominciano ad arrivare le prime conferme, con annessi dettagli, del programma di controllo della velocità nelle arterie principali del centro di Cerignola.

    Con Determina 667/46, del 29 agosto 2016, l’amministrazione comunale, su indicazione del dott. Delvino, Comandante della Polizia Municipale, ha dato mandato per «l’installazione di n. 10 (dieci) postazioni di controllo della velocità sulle strade del centro urbano sulle seguenti arterie cittadine: Viale USA – Viale M.SS. Ausiliatrice – Via Napoli – Via Gen. Dalla Chiesa – Via San Ferdinando di Puglia – Via Sorelle A. Rosati – Strada Ofantina – Viale di Levante – Viale di Ponente – Via Santuario M. SS. di Ripalta», così come si legge al punto 3 del documento».

    Il compito di vigilare e raccogliere le eventuali sanzioni è stato affidato «alla “GIELLE SERVICE srl”», rimandando i dettagli alla Delibera di Giunta n.143 del 25/05/2016, che nello specifico parla dell’installazione di «n. 01 misuratore di velocità da installare in n. 10 postazioni box di controllo, con spostamento ciclico dello stesso nelle postazioni individuate, in funzione di un programma di sicurezza concordato con il Comando di polizia Municipale».

    La stangata, che con ogni probabilità potrebbe colpire i cittadini di Cerignola, riguarda proprio il limite di velocità fissato. Secondo rumors di palazzo, ancora tutti da verificare, pare che l’amministrazione abbia deciso di fissare il limite di velocità nel centro cittadino a 30km/h, con una tolleranza massima di 4km/h. Il che significherebbe che a 35 km/h, per una delle vie principali del centro, ad esempio, si potrà essere sanzionati per eccesso di velocità. Indiscrezioni che, se confermate, aprono scenari critici nel controllo del flusso veicolare, rischiando, inoltre, di danneggiare non solo i trasgressori cronici. I limiti, in media, nelle città italiane sono compresi tra i 40 e i 50km/h, e le tolleranze in eccesso ammontano solitamente a 5km/h.

    Se l’idea è quella di riordinare il traffico cerignolano, provando a far rispettare le regole di una sana e civile viabilità, il mezzo della mannaia, così come sembra, proposto dal duo Metta/Delvino, non pare essere la panacea per la cromosomica ineducazione alla guida dei cerignolani.

    17 COMMENTS