More

    HomeNotizieCronacaCerignola nuovamente avvolta da una nube maleodorante

    Cerignola nuovamente avvolta da una nube maleodorante

    Pubblicato il

    Si dice che il mattino abbia l’oro in bocca, ma stamattina, al loro risveglio, i cerignolani hanno trovato una sorpresa indesiderata. Una foschia, sottile ma maleodorante, ha reso l’aria sgradevole e acre durante le prime ore del giorno, fino a diradarsi attorno alle 11:00.

    Purtroppo, per i residenti è ormai diventata un’abitudine dover convivere e combattere con situazioni simili ormai da anni.

    Tutti ricordiamo la foto-shock, risalente alla scorsa estate, che ritraeva Cerignola sovrastata dallo smog; l’inchiesta avviata e le successive manifestazioni di protesta da parte di comitati cittadini.

    Parecchi sono coloro che attribuiscono la causa di questo fenomeno a scarichi industriali mal gestiti, (e grandi furono le polemiche riguardo l’inceneritore di Borgo Tressanti) o peggio, a rifiuti tombati nell’agro cittadino (ricordiamo l’inchiesta Black-Land risalente alla primavera 2014).

    Ma, al di là di qualsiasi congettura, è palese che questa situazione potrebbe nuocere alla salute dei cittadini, considerando che, dati alla mano, negli ultimi anni, i dati riguardo la diffusione di tumori in Capitanata sono tutt’altro che rassicuranti, come dimostrato dal “Registro Tumori della Regione Puglia” pubblicato dalla ASL di Foggia.

    Le autorità sono in allerta da  tempo in merito, ma il fatto che tali situazioni continuino a reiterarsi, anche con una certa frequenza, lascia pensare che il problema non sia stato ancora ben inquadrato e  che la soluzione sia, purtroppo, ancora lungi da essere trovata.

    Anche stasera, infatti, in alcune zone di Cerignola, è tornato prepotente il fumo maleodorante con diversi fastidi alle vie respiratorie registrati da diverse persone.

    20 COMMENTS

      • SCUSATE LA RABBIA, MA SU QUESTO SONO ARRABBIATISSIMA. MA CHE CAZ.. QUESTO SIGNOR METTA NE AVESSE RISOLTA UNA. SONO NERAAAAA TUTTI COMPRESI I SUOI FIGLI SI RESPIRANO VELENO. GIA’ LO MANGIAMO.

        BISOGNA INTERVENIRE DIRETTAMENTE NELLE CAMPAGNE DOVE PERIODICAMENTE BRUCIANO GOMMA PLASTICA. E’ UN SEMPLICISSIMO COMPITO CHE POSSONO SVOLGERE I VIGILI COMUNALIIII. INDIVIDUATE LE ZONE DOVE SPESSO BRUCIANO. BASTA ANDARE SULLA CIRCONVALLAZIONE DI CERIGNOLA 16BIS CHE SI VEDEEEEEEEE MA QUESTO E’ PEGGIO DI TUTTI ZERO, ZERO,ZERO PEGGIO DEI PRECEDENTI CHE SI PENSAVA NON POSSIBILE E CI E’ RIUSCITOOOOO