More

    HomeNotizieAttualitàCerignola, striscione invita a difendersi "dall'invasione" (degli stranieri)

    Cerignola, striscione invita a difendersi “dall’invasione” (degli stranieri)

    Pubblicato il

    Eloquente e diretto lo striscione comparso in prossimità del Parco della Mezza Luna a Cerignola, affisso sulla cancellata dell’Istituto Agrario in via C.A Dalla Chiesa. «Colonia, Amburgo, Stoccarda, Cerignola: difendiamoci dall’invasione», firmato dal logo di Lotta Studentesca, movimento studentesco di estrema destra.

    12523188_965884923458646_8899575626123334780_nLegittimo chiedersi se quanto accaduto (sicuramente da condannare, ndr) a Colonia, Amburgo e Stoccarda la notte di Capodanno può giustificare certi striscioni? Infatti gli atti di violenza commessi ai danni di diverse decine di donne sono inequivocabilmente fatti criminali. A commetterli sono poi stati, secondo le testimonianze e le indagini delle forze dell’ordine cittadini nordafricani e di regioni arabe, alcuni dei quali in Germania da molti anni. Lo stesso ministro della Giustizia, Heiko Maas, ha invitato a non “strumentalizzare” la vicenda accostandola al recente massiccio arrivo di rifugiati in Germania. 516 casi di violenza accertati solo a Colonia, il sospetto sempre più fondato di una macchina organizzativa alle spalle, ma anche una città – Colonia – sempre più in degrado con un aumento sensibile di atti criminali. E poi diversi omissis. Tutto questo con Cerignola cosa c’entra?

    12508675_965884906791981_3464432888165209232_nNiente, non c’entra niente. E la pensa così anche il Primo cittadino. «Mi pare assurdo mettere a paragone quanto accaduto in Germania con il nome di Cerignola – racconta Franco Metta a lanotiziaweb.it -. Probabilmente sarà anche una ragazzata, ma credo sia comunque un gesto da condannare nella maniera più assoluta. Non serve a questa comunità accendere o mantenere accesi fuochi di intolleranza».

    Per il segretario cittadino del Partito Democratico, Tommaso Sgarro, «si tratta di pericolosi rigurgiti neofascisti che dimostrano anche ignoranza sul tema. Mi auguro che si provveda alla rimozione immediata». Intanto qualcuno continua a inneggiare e molti percorrono idealmente la facile via dell’intolleranza e del dito puntato verso lo “straniero”. In una terra, come Cerignola, che conosce bene fenomeni quali lo sfruttamento, il caporalato e la negazione dei diritti, lo striscione di Lotta Studentesca diventa ancor più di cattivo gusto.