More

    HomeNotizieAttualitàComitato "Mo Avast", soddisfazione per il risultato. "Ora attenzione per i prossimi...

    Comitato “Mo Avast”, soddisfazione per il risultato. “Ora attenzione per i prossimi giorni”

    Pubblicato il

    Il Comitato Cittadino Spontaneo “Mo Avast”, nato come gruppo di protesta contro la decisione – poi rientrata – di declassare l’Ospedale Tatarella di Cerignola, scrive oggi una lettera/resoconto per stilare un primo bilancio di quanto fatto. Di seguito la nota completa.

    Cari concittadini,

    abbiamo voluto condividere proprio qui, nella Casa comunale che è la casa di tutti i cerignolani, la soddisfazione di aver conseguito un primo ma non ultimo risultato del nostro impegno. Il nostro ospedale Tatarella non sarà declassato e resta di primo livello secondo quanto stabilito dalla Giunta regionale Puglia con deliberazione n. 161 del 29 febbraio 2016 sul piano di riordino ospedaliero. Ora il Piano di Riordino così come approvato dalla Giunta Regionale passerà alla valutazione e alla definitiva approvazione del Governo Nazionale. E’ il momento di non disperdere quella grande energia civica sprigionatasi nella nostra Città giovedì 25 febbraio in occasione del corteo, finalizzandola al mantenimento costante dell’ATTENZIONE a ciò che accadrà nei prossimi giorni. Non abbasseremo la guardia, vi terremo informati nelle modalità già utilizzate dal nostro gruppo per condividere eventuali ulteriori azioni di protesta, ove ve ne fosse necessità, nei confronti dei decisori politici ad ogni livello.

    Una volta, poi, definitivamente approvato il Piano di riordino dal Governo Centrale e, quindi, ottenuto il mantenimento del Primo Livello del nostro Ospedale il Comitato continuerà a lavorare con la sua azione propulsiva, fungendo da collettore delle istanze dei cittadini per trasformarle in proposte, per far sì che la struttura ospedaliera sia realmente efficiente ed eroghi ai cittadini un servizio sanitario realmente adeguato al SUO livello. Il nostro comitato è formato da semplici cittadini aggregatisi spontaneamente domenica 21 febbraio 2016 davanti all’Ospedale al richiamo di “MO AVAST“-No al declassamento dell’Ospedale inteso come scatto di orgoglio e risentimento di tutta la città nei confronti di un’ingiustizia che si stava perpetrando ai danni di tutti noi. Il nostro obiettivo prioritario, sicuramente ambizioso, è quello di “allenare” i cittadini alla partecipazione e al civismo rendendoli protagonisti della loro vita sociale. Dialogheremo, pertanto, con tutti: Istituzioni, Enti, Associazioni, Parrocchie mantenendo, però, la nostra autonomia di azione e di proposta. Per questo, restiamo uniti.

    3 COMMENTS