More

    HomeNotizieProvinciaFenealUil Foggia, «sono davvero sicure le scuole in Capitanata?»

    FenealUil Foggia, «sono davvero sicure le scuole in Capitanata?»

    Pubblicato il

    “A pochi giorni dalla riapertura delle scuole in Capitanata, ci chiediamo quanto sia stato fatto per mettere i nostri ragazzi nelle condizioni di riprendere le lezioni in edifici moderni, confortevoli e sicuri”. A lanciare l’interrogativo è il segretario generale della FenealUil Foggia, Juri Galasso che riprende il discorso sul rapporto “Ecosistema scuola” che vede Foggia al 76esimo posto nella classifica riservata ai capoluoghi. I dati sono riferiti alle scuole dell’infanzia, primarie e secondarie di primo grado e sono stati elaborati assemblando le informazioni generali sugli edifici, le certificazioni, la manutenzione, i servizi messi a disposizione delle istituzioni scolastiche, l’avvio di pratiche ecocompatibili, l’esposizione e a fonti di inquinamento ambientale interne ed esterne agli edifici scolastici e i monitoraggi ambientali.

    “Il dossier risale a qualche mese fa ma i dati non hanno perso la loro attualità. La nostra sensazione è che, in Capitanata, si continui a non investire in sicurezza e ammodernamento. E, in sostanza, si continui a non investire sul territorio. A nostro giudizio, i tempi sono maturi per avviare una ricognizione, seria e ragionata, sullo stato di salute della nostra edilizia scolastica. E, in questo senso, ci piacerebbe che Regione Puglia, Provincia di Foggia e Comuni prendessero le redini dell’iniziativa anche per marcare un segnale di discontinuità col passato”, conclude Galasso.

    4 COMMENTS

    1. Partendo dall’esterno delle scuole, partendo proprio dalle strade, le
      scuole non sono affatto luoghi sicuri per la mancanza di vigilanza della
      viabilità, infatti tranne scuole primarie di elite, i vigili urbani
      latitano, le telecamere non funzionano, i dissuasori di velocità sono
      assenti insieme al senso civico dei cittadini genitori ed automobilisti
      che pretenderebbero di entrare quasi in aula per prelevare i propri
      figli, in compenso molte sono le sale scommesse vicinissime alle scuole come se potessero garantire servizi di una qualche utilità sociale. Poi ci sono le recinzioni di alcune scuole che sono ormai sparite
      tanta è la ruggine che è presente. Non parliamo poi dei certificati
      antiincendio, della pulizia dei locali, della qualità delle mense, anche se il sindaco che è tutto buono…