More

    HomeSportCalcioI nuovi arrivati già incisivi: poker dell'Audace Cerignola alla Molfetta Sportiva

    I nuovi arrivati già incisivi: poker dell’Audace Cerignola alla Molfetta Sportiva

    Tutto invariato in vetta, giovedì a Bitonto lo scontro diretto con i neroverdi battistrada

    Pubblicato il

    Dopo due pareggi consecutivi, l’Audace Cerignola torna a far bottino pieno rifilando un poker alla Molfetta Sportiva. Risultato ampliato nel secondo tempo, ma decisiva la prima rete gialloblu di Di Rito in chiusura di frazione. Sono tre i nuovi acquisti lanciati da Farina dal 1′: l’under Lecce in difesa, Loiodice fra le linee in avanti e Di Rito in attacco con Morra. E’ 3-4-1-2 per i padroni di casa, che si avvalgono anche della spinta sulle fasce di Russo ed Oliva. La Molfetta Sportiva di Lanza risponde con un 4-4-2 classico, in cui i terminali offensivi sono Senè e Cesareo. Parte bene l’Audace: l’incornata di Morra su cross di Russo finisce di poco a lato, il sinistro di prima intenzione di Oliva si perde non molto lontano dall’incrocio dei pali. Gli ospiti si fanno vedere con un sinistro al volo dell’ex Stefanini, largo. Russo, molto attivo sulla corsia destra, non arriva di un soffio sulla tagliata punizione di Carmine Marinaro (18′); sfortunati invece gli ofantini al 29′, quando il traversone di Russo trova il colpo di testa a botta sicura di Loiodice, che però centra il palo pieno. Al 39′ Roberto Marinaro sventa con una uscita tanto coraggiosa quanto efficace l’intervento di testa di Cesareo, a conclusione di un pericolosissimo contropiede molfettese. Quando sembrava che si dovesse andare al riposo con le reti inviolate, il corner di Loiodice (44′) è girato in fondo al sacco da Di Rito, ben appostato in area piccola.

    In avvio di ripresa, un tacco volante dell’attaccante argentino innesca la conclusione di Oliva, fuori dallo specchio. Il raddoppio arriva al minuto 58′: perfetto cross di Morra dalla destra, Loiodice è solo sul secondo palo e stavolta può insaccare liberamente per la corsa sotto la curva gialloblu. Il Cerignola conduce il match con assoluta sicurezza e, tre giri di lancette più tardi, lo chiude: ancora Loiodice, il cui sinistro si infila all’angolino, sugli sviluppi di un calcio dalla bandierina. Marinaro pennella su punizione, ma un difensore biancorosso ha la felice intuizione di spostarsi nei pressi della linea di porta e salva. Ladogana rileva Di Rito fra gli applausi, Russo con un sinistro a giro non ha fortuna. C’è l’esordio anche dell’altro under Trovè in luogo di Oliva, il quale si presenta con una girata di sinistro alta sulla traversa; nel frattempo si era registrato il ritorno in campo di Albanese a sostituire Ciano. Ladogana spizza di testa per Russo, il cui destro fulmineo si stampa sulla base del palo, negandogli la giusta soddisfazione per una partita da alto voto in pagella. Proprio al 95′, Ladogana sulla sinistra mette un pallone in area: Morra lo aggancia e con uno splendido tacco “alla Madjer” di spalle alla porta, beffa Savut per la quaterna.

    Ottavo risultato utile consecutivo per l’Audace, che si avvicina nel migliore dei modi alla super sfida di giovedì a Bitonto, nel turno infrasettimanale. I neroverdi espugnano Vieste e restano con due lunghezze di vantaggio: è appena finita la 13ma giornata, ma già la febbre per il prossimo turno è alta.

    Questo slideshow richiede JavaScript.