More

    HomeSportCalcioL'Audace Cerignola è ora primo da solo: nuova quaterna, stavolta all'Hellas Taranto

    L’Audace Cerignola è ora primo da solo: nuova quaterna, stavolta all’Hellas Taranto

    I tre davanti tutti a segno, in chiusura una autorete: si riprende l'8 gennaio in trasferta a Trani

    Pubblicato il

    Vittoria e vetta solitaria della classifica: l’Audace Cerignola chiude alla grande il 2016, travolgendo 4-0 l’Hellas Taranto ed approfittando del ko del Bitonto ad Altamura. Fra gli ofantini torna Ciano in difesa, Martinez sostituisce lo squalificato Pollidori ed affianca Carmine Marinaro in mediana, ancora una conferma per Loiodice-Morra-Di Rito in avanti. L’Hellas Taranto di Renna lascia Crupi inizialmente in panchina, in un 3-5-2 che vede la coppia offensiva Chiffi-Kunde ed in campo il classe 2001 Di Serio. Già al 3′ ottima occasione per la squadra di Farina: la girata di Di Rito su cross di Russo termina a lato. Al 10′ la prima marcatura dei locali: su un lancio dalla difesa, la sponda aerea di Di Rito è raccolta col piattone destro al volo da Loiodice, palla all’angolino e nulla da fare per Anastasia. Un nuovo appoggio della punta argentina aziona Carmine Marinaro, il cui sinistro a giro finisce largo. Alla mezzora Di Rito si mette in proprio, ma il colpo di testa su invito di Loiodice è debole e controllato dal portiere ospite. Dopo un dubbio atterramento in area di Russo, sul quale l’arbitro fa proseguire, al minuto 35 l’Audace raddoppia: Loiodice dalla sinistra pennella per Morra, stacco imperioso del capitano e partita già in ghiaccio. L’unica offensiva dei tarantini va a firma Diaz, il cui tiro dalla distanza è bloccato agevolmente da Roberto Marinaro.

    Questo slideshow richiede JavaScript.

    Al rientro dagli spogliatoi, nell’Hellas Taranto c’è Crupi per l’infortunato Fonzino: Di Rito non trova il bersaglio grosso di testa, poi Loiodice colpisce alto al volo su traversone di Russo. Cappellari rileva Trovè: il neoentrato chiama alla parata in due tempi Anastasia con un insidioso destro. E’ un dominio schiacciante quello del Cerignola, che al 61′ trova la terza rete: cross di Morra ed incornata vincente di Di Rito, il quale inserisce anche oggi il suo nome nel taccuino dei marcatori. C’è l’esordio di Monopoli per uno stanchissimo Morra, poi Russo lascia spazio a Ladogana: i gialloblu controllano e fanno girare palla, mentre gli spartani non si rendono mai pericolosi. La puntata di Di Rito nel finale trova pronto Anastasia, il numero uno rossoblu tuttavia non può opporsi alla sfortunata autorete del compagno D’Andria, appena prima del triplice fischio. Per la terza volta consecutiva l’Audace vince fra le mura amiche realizzando quattro gol e si godrà le Festività di fine anno col primato in tasca. Ora una sosta di una ventina di giorni, l’Eccellenza per i cerignolani riprenderà domenica 8 gennaio con la trasferta sul campo della Vigor Trani.

    AUDACE CERIGNOLA-HELLAS TARANTO 4-0

    Audace Cerignola: Marinaro R., Lecce, Russo (75′ Ladogana), Martinez, Ciano, Altares, Trovè (56′ Cappellari), Marinaro C., Di Rito, Loiodice, Morra (67′ Monopoli). A disposizione: Diouf, Matera, Naglieri, Amoruso. Allenatore: Francesco Farina.

    Hellas Taranto: Anastasia, Cantoro, Santamaria, Visconti, Keita, D’Andria, Fonzino (46′ Crupi), Diaz, Chiffi (85′ Adamo), Kunde, Di Serio (56′ Sabatelli). A disposizione: Tanese, Basile, Viggiani, Mazza. Allenatore: Giovanni Renna.

    Reti: 10′ Loiodice, 35′ Morra, 61′ Di Rito, 95′ D’Andria (aut.).

    Ammoniti: Lecce, Monopoli (AC); D’Andria (HT).