More

    HomeNotizieAttualitàLeonardo Detto (Cerignola) eletto vice presidente del Parlamento Regionale dei Giovani

    Leonardo Detto (Cerignola) eletto vice presidente del Parlamento Regionale dei Giovani

    Pubblicato il

    Leonardo Detto, (classe 1998 di Canosa di Puglia) frequentante il Liceo Classico Nicola Zingarelli, è stato eletto vice presidente del Parlamento Regionale dei Giovani, l’istituzione con sede a Bari il cui obbiettivo, in collaborazione col Consiglio Regionale della Puglia, la Teca del Mediterraneo, l’Ufficio Scolastico Regionale della Puglia e la gestione operativa di FARM, è incentivare i giovani alla cittadinanza attiva proponendo soluzioni ai problemi del territorio, discutendo su temi di grande rilevanza sociale, ma anche facendo loro conoscere la vita, le regole e l’organizzazione all’interno di una istituzione.

    Le elezioni per il rinnovo dell’Ufficio di Presidenza si sono svolte in seduta plenaria, mercoledì 14 dicembre. Su una lista di 9 candidati, Leonardo Detto è risultato il terzo più votato con 5 preferenze, giungendo alle spalle di Davide Cardenio – che con 19 preferenze ha ottenuto la carica di presidente – e di Cosimo Gravili – che con 17 preferenze ha ottenuto la carica di vice-presidente assieme a Leonardo.

    Le votazioni hanno anche visto la nomina di Luigi Russo e Pia Tarantino in qualità di segretari dell’Ufficio di Presidenza. «Nelle prossime due sedute plenarie virtuali – ha dichiarato Detto in esclusiva per lanotiziaweb.it – si discuterà in merito alle macrotematiche che saranno affrontate quest’anno ed, in seguito, verranno ratificate le nomine per i membri delle commissioni». 

    Nominati anche i componenti dell’Ufficio Stampa, Giulia Ponzo, liceale dello “Stampacchia” di Tricase e Andrea Protopapa, dello scientifico “Trinchese” di Martano che saranno gli addetti stampa del tredicesimo Parlamento dei Giovani.

    Nel corso della seduta, infine, hanno rivolto un saluto ai giovanissimi “colleghi” e gli auguri di buon lavoro due giovani consiglieri regionali, Andrea Caroppo e Francesca Franzoso, che hanno sottolineato la volontà delle nuove generazioni di partecipare alla vita sociale. «Non solo i giovani sentono il bisogno di fare politica, ma è anche la politica che ha bisogno dei giovani», ha detto la consigliera tarantina, che con Caroppo ha denunciato con preoccupazione la “profonda diffidenza” che prevale oggi nei confronti della scienza e della politica, dalla quale invece occorre “sentirsi sempre meno distanti “.