More

    HomeEvidenzaVideo | Intervista: Franco Metta in mezz'ora

    Video | Intervista: Franco Metta in mezz’ora

    Pubblicato il

    L’ingresso nel nuovo anno, in un nuovo anno di amministrazione, è l’occasione giusta per fare bilanci. Abbiamo incontrato il Sindaco Franco Metta, nel pomeriggio di ieri 13 gennaio, per porgli una serie di domande, a cominciare dalle tre azioni più significative messe in campo dalla sua amministrazione. «Innanzitutto 30-35 milioni di euro di investimenti pubblici nei prossimi 6-8 mesi – dichiara il Sindaco –, il profondo rinnovamento della macchina comunale e il recupero di reputazione e considerazione rispetto alla città, in coincidenza con l’organizzazione di una serie di eventi».

    Tra le domande la nascita del gruppo di Capitanata Democratica, “critico” su molti aspetti dell’azione di governo, e che Metta apostrofa come «un errore», precisando però che con Pezzano & Co «non vi è uno strappo. Niente di drammatico».

    L’ambiente resta al centro dell’azione amministrativa di Metta. Sul fronte inceneritore «si proverà a impugnare l’ultima autorizzazione concessa». Per i rifiuti invece «a marzo si esaurirà il V lotto e il VI lotto non si farà». Nei prossimi giorni, poi, comincerà il lavoro per attivare la raccolta differenziata anche se «il 2016 sarà difficoltoso per SIA», chiosa il Sindaco. Sul fronte sicurezza annuncia «la più moderna centrale di videosorveglianza dell’Italia del Sud», senza  dimenticare che Cerignola «sta meglio» di Foggia o di San Severo. Sullo sport, invece, il Sindaco difende a spada tratta quanto fatto e rilancia i nuovi progetti, su tutti tennis, pista per mountain bike, piscina e rugby. In tutto questo il caso Sportmania diventa un «fortunato intoppo».

    Sugli affidamenti diretti il Sindaco ricorda che si è proceduto attraverso preventivi, lo prevede la legge, nonostante l’opinione di «qualche improvvida consigliera di opposizione». La regole, ci tiene a precisare Metta, sarà fare gare su tutto. Precisa l’idea sull’opposizione: «sbagliano tutto, vanno al disastro completo». Esiste il “malcontento”? «No – afferma il Sindaco -. Visione faziosa, che non corrisponde assolutamente al clima della città».

    Metta in questi mesi si è distinto per l’uso dei Social Network, gli chiediamo pertanto cosa pensa di questo strumento. «Faccio il mio dovere di Sindaco. Scrivo, ma non leggo commenti. A volte mi scappa pure la battuta e la polemica».

    In quasi mezz’ora di botta e risposta offriamo alla città un quadro chiaro rispetto alle idee del Sindaco e le domande (ci auguriamo, ndr) diventano il pungolo doveroso, sale del dibattito democratico e corretto.

    16 COMMENTS

    1. 35 milioni di euro secondo me appartengono in larga parte a finanziamenti della vecchia amministrazione
      potrei sbagliarmi ma non credo
      io gli avrei chiesto come mai continua ad occuparsi di tutto lui