pub_728_90
Sportweb

Tentato ricatto per la salma di Mike Bongiorno: condannati due uomini originari di Cerignola

La vicenda risale al 2011: la bara del conduttore tv fu trovata nove mesi dopo, ma i due non trafugarono le spoglie

i più letti

Omicidio-suicidio a Cerignola, “I disagi non devono mai vivere nel silenzio, vanno sempre denunciati”

Il Presidente dell’Ordine degli Psicologi della regione Puglia, Antonio Di Gioia, interviene sulla tragedia che ha coinvolto due donne...

Protesta e sciopero della fame. I dipendenti del “verde” rivogliono il proprio lavoro

Sciopero della fame ad oltranza per i dipendenti del comparto verde pubblico. Questa la decisione presa dai lavoratori della...

Premio Zingarelli, il bando della dodicesima edizione

La data di scadenza del bando prevista il 29 febbraio 2020 dà a tutti la possibilità di partecipare al...

Nuovo capitolo sulla vicenda della salma trafugata di Mike Bongiorno nel 2011. L’ultima parola della Cassazione per tentata estorsione in concorso è arrivata: come riporta Il Giorno, Pasquale Cianci, 68enne, è stato condannato in via definitiva a due anni e quattro mesi, mentre, con il patteggiamento, un anno e 7 mesi a Luigi Spera, 59enne di Settimo Milanese. Entrambi sono di origini cerignolane e da anni residenti nel milanese. I due furono sorpresi dai carabinieri, un mese dopo la sparizione della bara del presentatore dal cimitero di famiglia di Dagnente di Arona (Novara), mentre, da una cabina telefonica in zona San Siro, a Milano, provavano a contattare uno dei figli dello showman per chiedere un riscatto. Anche se delle spoglie trafugate, per loro stessa ammissione, non sapevano nulla.

I telefonisti avevano chiamato per quattro volte la famiglia, il cui caro era scomparso l’8 settembre 2009 all’età di 85 anni. Ma erano degli sciacalli: essi stessi hanno sempre negato di appartenere, infatti, alla banda che aveva trafugato la salma di Mike Bongiorno e che la fece ritrovare 9 mesi dopo a Vuittone (Milano). Sulla vicenda resta ancora un alone di mistero, dunque. Ma un primo punto è stato messo.

il_segno
Oropoint_300_250
Ultimi Spazi
OSS_300_250
Cala la pasta

Ultim'ora

Omicidio-suicidio a Cerignola, “I disagi non devono mai vivere nel silenzio, vanno sempre denunciati”

Il Presidente dell’Ordine degli Psicologi della regione Puglia, Antonio Di Gioia, interviene sulla tragedia che ha coinvolto due donne...

Protesta e sciopero della fame. I dipendenti del “verde” rivogliono il proprio lavoro

Sciopero della fame ad oltranza per i dipendenti del comparto verde pubblico. Questa la decisione presa dai lavoratori della Cooperativa "il Giglio", precedentemente "Mondoservice",...

Premio Zingarelli, il bando della dodicesima edizione

La data di scadenza del bando prevista il 29 febbraio 2020 dà a tutti la possibilità di partecipare al Premio Letterario Nazionale “Nicola Zingarelli”...

Omicidio-suicidio in agro di Cerignola. Due morti e una donna ferita

E' accaduto in agro di Cerignola a metà mattinata. Non si è ben compreso dalle prime rilevazioni cosa sia accaduto precisamente. Quel che è...

Picchia la madre mentre è ai domiciliari: torna in carcere un 32enne di Cerignola

Nello scorso fine settimana, gli Agenti del Commissariato di P.S. di Cerignola hanno eseguito l’ordine di sospensione della detenzione domiciliare e ripristino della custodia...