giovedì, 20 Febbraio - 22:10
Sportweb
pub_728_90

Rifiuti, è battaglia sulla SIA tra “federati” e sindaco Metta

Chiesto azzeramento del CDA. La replica del Sindaco: "Non spetta a me"

i più letti

Tragedia in zona Convento. Si lancia nel vuoto e muore

E' accaduto in pieno centro, in zona Convento, nella mattinata di oggi. Una donna si è lanciata nel vuoto...

Vessazioni e minacce alla madre per acquistare droga, i carabinieri arrestano 34enne di Cerignola

I carabinieri di Cerignola hanno eseguito una ordinanza di custodia cautelare agli arresti domiciliari emessa dal Gip del Tribunale...

Sequestrata dalla Polizia autodemolizione con numerosissimi componenti di mezzi pesanti rubati

Scoperta centrale di riciclaggio di automezzi pesanti a Cerignola. La Polizia di Stato controlla una ditta di autodemolizioni e...
Gennaro Balzano
Giornalista, corrispondente da Cerignola per La Gazzetta del Mezzogiorno, insegna nella scuola primaria. Collabora con l'Università di Bari ed è consulente in comunicazione in diversi progetti.

La SIA, l’azienda che si occupa della raccolta dei rifiuti in ben nove comuni, è il nuovo tema su cui Federazione Civica si prepara a dar battaglia alla maggioranza e al Sindaco Metta. Tra le richieste dei federati ci sarebbe, a parte la questione ambientale e la pulizia della città, l’azzeramento del consiglio di amministrazione della partecipata; usa, come già per la giunta comunale, la parola «tagliando» Leonardo Paparella, per valutare le ragioni di un mancato rilancio dell’azienda di contrada Forcone-Cafiero.

«Io sto pensando a salvare SIA, poi parleremo di poltrone, perché qui di poltrone si tratta. Viene posto un problema al sindaco di Cerignola che non è di competenza del sindaco di Cerignola. Hanno mai letto gli atti del consiglio di amministrazione di SIA? Hanno mai partecipato ad un’assemblea dei Sindaci? Perché i signori consiglieri non vengono a partecipare alle assemblee e poi si esprimono in merito?» afferma Metta.

«Vogliamo guardare le carte – dice Paparella -, i bilanci, e capire approfonditamente la questione, per individuare responsabilità eventuali e capirne di più. Resta il fatto che vi è una gestione sul fronte ambiente e rifiuti tutta da rivedere, almeno per Cerignola». Uno studio dovuto che porterà – mormorano – alla richiesta di azzeramento dei vertici SIA.

«Tutte le chiacchiere su SIA e il suo Cda stanno a zero se l’azienda non avrà più bisogno a fine luglio di un consiglio di amministrazione – dice Franco Metta -. E’ del tutto irresponsabile in questo momento dare sfogo a valutazioni molto personali e soggettive su SIA. Entro il 31 luglio bisogna portare a casa in contratti di servizio che affidano a SIA per 9 anni i servizi di raccolta, spazzamento e smaltimento dei rifiuti. Porre oggi un problema in ordine al Cda è da irresponsabili perché in questo momento abbiamo bisogno di portare a termine il lavoro di salvataggio dell’azienda. Un salvataggio che sarà completato definitivamente con il completamento e la messa a regime dell’impiantistica».

Se però la disputa qui è tutta interna alla città di Cerignola persiste un problema su Orta Nova, città che a più riprese ha minacciato l’uscita dal consorzio e quindi l’affidamento dei servizi ad altra azienda rispetto a SIA. «Orta Nova vuole un miglioramento del servizio prima del risanamento di SIA – dice nelle vesti di Presidente del Consorzio Franco Metta -. Non capisce che i servizi dipendono dalla forza economica di un’azienda e poi che non esiste un’alternativa a SIA. Hanno un contratto scaduto – da venti giorni circa -, sono in proroga di fatto. A SIA riconoscono 500mila euro annui ma hanno aumentato di tre volte la Tari, con 1,4 milioni di euro di introito, a fronte appunto di 500mila euro versati. E quando dovesse passare il servizio ad una ipotetica società alternativa a SIA, siamo sicuri che i dipendenti siano felici di passare da un’azienda pubblica come SIA ad una cooperativa privata?»

Gennaro Balzano
La Gazzetta del Mezzogiorno

il_segno
Oropoint_300_250
Ultimi Spazi
OSS_300_250
Cala la pasta

Ultim'ora

Intimidazione a dirigente comunale, la ferma condanna della Chiesa di Cerignola

In una nota congiunta, Mons. Luigi Renna (Vescovo di Cerignola-Ascoli Satriano) e don Pasquale Cotugno (Vicario Foraneo di Cerignola)...

Cerignola, nelle campagne i carabinieri rinvengono armi, munizioni e droga

Un’altra robusta attività di controlli e rastrellamenti ha consentito ai carabinieri di Cerignola di rinvenire e sequestrare armi, munizioni, stupefacenti e vario materiale tipicamente...

Proiettile dietro la porta. Nel mirino un dirigente comunale

Un proiettile in Comune, posizionato dietro la porta di uno dei dirigenti. Si tratta di Michele Prencipe, dirigente ai Lavori Pubblici. Sarebbe infatti stato...

Sanità, Dattoli e Piazzolla indagati per gli appalti ai Riuniti

L’ipotesi è che quattro appalti milionari della sanità siano stati truccati per favorire due professionisti e altrettante imprese. Il sospetto è che questo sia...

Caporalato, Coldiretti Puglia: si paga più la bottiglia del pomodoro in essa contenuto

Quando si acquista una passata al supermercato costa più la bottiglia che il pomodoro contenuto. E’ quanto emerge da una analisi della Coldiretti diffusa...