More

    HomeEvidenza69mila euro ai Vigili per gli extra 2016 e il progetto "Cerignola...

    69mila euro ai Vigili per gli extra 2016 e il progetto “Cerignola Sicura”

    Ad alimentare il malcontento è la poca presenza per strada degli agenti che quotidianamente i cittadini rilevano (e segnalano)

    Pubblicato il

    La richiesta di sicurezza passa anche attraverso la voglia – di molti cittadini – di vedere più agenti per strada. Il caso della Polizia Municipale, nei primi mesi di amministrazione per le strade e oggi troppo poco presente ne è un esempio. Seppur l’organico è esiguo, ad alimentare il malcontento è la poca presenza per strada che quotidianamente i cittadini rilevano (e segnalano); acuita dalle centinaia di multe comminate con la videosorveglianza. In questa settimana alla Polizia Municipale sono stati pagati dei “salari accessori” riferiti all’ultima parte dello scorso anno e il saldo del progetto Cerignola Sicura. L’ente pagherà una cifra totale di oltre 69mila euro lordi; per alcuni agenti nell’uovo pasquale vi sarà una cifra superiore anche ai 3 mila euro. Con le premesse di cui sopra, l’idea che possano essere elargiti anche salari accessori agli agenti non viene vista di buon occhio da chi si è visto recapitare più multe in un mese, che poi -per i divieti di sosta e fermata – la nota della Prefettura ha definito illegittime.

    Nel dettaglio i 69mila euro circa di “extra” sono il totale di quattro “determine” datate 12 aprile 2017 a firma Francesco Delvino. Si pagano il salario di reperibilità per i mesi da luglio a dicembre 2016 pari a € 10.171,76 (determina dirigenziale 58), il salario accessorio per lavoro straordinario da luglio ad ottobre di 16.856,43 € (d.d. 57), lo straordinario di novembre e dicembre 2016 di 9843,01 € (d.d. 56) e il progetto “Cerignola Sicura”, con un saldo di 32.691 € ripartiti tra gli agenti che più hanno lavorato nel progetto (d.d. 59 sempre del 12 aprile). Al contrario di diverse multe, tali spettanze sono del tutto legittime e riguardano un arco temporale di circa sei mesi. Quel che fa storcere il naso ai cittadini è – ancora una volta – la reale presenza dei vigili, da quasi un anno impiegati “apparentemente” più all’interno che all’esterno del Comando di Polizia Municipale.