More

    HomeNotizieCronacaVIDEO INCHIESTA | Cerignola, #malagestio in comune: comando dei vigili deserto

    VIDEO INCHIESTA | Cerignola, #malagestio in comune: comando dei vigili deserto

    Il caso a Palazzo di città, lo scorso 20 gennaio in occasione dei festeggiamenti di San Sebastiano. Le immagini video del comando sguarnito e le parole di un messo comunale

    Pubblicato il

    Da diverso tempo le cronache nazionali ci hanno abituati a inchieste riguardanti, ad esempio, la gestione di poli amministrativi in modo, per così dire, leggero. Cosa centra Cerignola con tutto questo? Apparentemente nulla, almeno fino ai festeggiamenti del santo patrono della Polizia Municipale. Ma andiamo per gradi, provando a spiegare e sviscerare tutti i dettagli dell’inchiesta, per giungere così a quella che potremmo chiamare una giornata senza vigili. Lo scorso 20 gennaio 2017, venerdì, la Municipale ha festeggiato e celebrato San Sebastiano; una consuetudine, che dura da qualche anno nel centro ofantino, portata avanti anche dal comandante Francesco Delvino.

    UNA GIORNATA SENZA VIGILI – Nel giorno di festa quanto accaduto presso il Comando della Municipale, a piano terra di Palazzo di città, ha dellincredibile: uffici deserti, per l’intera giornata – pare -, con una persona, un messo comunale, quindi persona non autorizzata a svolgere quel tipo di attività, messa a piantonare lingresso, così come si vede nel video/inchiesta realizzato da lanotiziaweb.itNelle immagini del video, lo stesso dichiara di essere un messo comunale e impossibilitato a fornire risposte. Aggiunge, inoltre, che gli è stato detto anche di non rispondere al telefono, al numero dipronto interventodei VigiliInteressante è la precisazione del messo comunale: «mi hanno detto di venire qua», a testimoniare la volontà superiore e di conseguenza a scagionare gli agenti che non hanno lasciato sguarnito il comando all’insaputa dei superiori. Se non vi è quindi alcuna responsabilità da parte degli agenti che legittimamente festeggiavano il proprio patrono, probabilmente autorizzati dal Dirigente, vi è forse una mancanza dei vertici, che hanno “scelto” di lasciare sguarnito il posto di Polizia Locale.

    OUT ANCHE LA VIABILITA’ SCOLASTICA – Nella stessa giornata, 20 gennaio 2017, per l’occasione il dirigente Francesco Delvino informava le scuole cerignolane, attraverso apposita comunicazione ai Dirigenti Scolastici, dell’impossibilità di fornire agenti in «servizio per la viabilità in entrata e uscita»La lettera, protocollata il 17 gennaio, firmata dal Comandante, in modo sintetico e diretto, cita testualmente: «Si comunica che in occasione dei festeggiamenti del proprio Patrono San Sebastiano Martire“, questo Comando di Polizia Municipale non potrà assicurare il servizio di viabilità scolastica in entrata e uscita nella giornata del 20 gennaio 2017». Un disservizio per i cittadini, seppur preventivamente anticipato, che apre una doppia riflessione poiché oltre al dato di opportunità di una simile scelta (si poteva, forse, pensare a una turnazione, dando la possibilità a chi prestava servizio di mattina di poter usufruire del permesso per festeggiare nell’orario pomeridiano, ndr) potrebbe esservi una motivazione giustificativa debole.  

    Il caso, come testimoniato dal video, aggiunto alla ‘comunicazione innovativa’ inviata alle scuole, apre un dibattito proprio sul tema dell’interruzione del servizio di Polizia nella giornata del 20 gennaio. Che sia un’ora, cinque ore o tutta la giornata, appare chiaro come si siano potuti verificare “vuoti” nel servizio degli agenti. Un vuoto che certamente ha coinvolto il presidio di pronto intervento della Municipale lasciato sguarnito, come testimonia il video. Una qualunque emergenza in quella giornata, infatti, così come verificato (10 chiamate su 10 senza risposta) e testimoniato dalle numerose segnalazioni giunte a questa redazione, non è stato possibile gestirla. La domanda e il dubbio al quale probabilmente non si potrà trovar risposta – a parte le implicazioni della possibile interruzione di pubblico servizio art. 340 c.p. – è di tipo comparativo. Ovvero, se il 20 gennaio – e lo testimoniano immagini e parole – ci troviamo di fronte ad un Comando sguarnito, nelle altre città d’Italia accade la stessa cosa?