More

    HomeNotizieAttualitàBagni aperti solo 15 minuti. Alunna se la fa addosso, protestano le...

    Bagni aperti solo 15 minuti. Alunna se la fa addosso, protestano le famiglie

    Pubblicato il

    In città da giorni circola voce sull’utilizzo limitato dei bagni in una scuola primaria di Cerignola. Secondo quanto riferiscono alcuni genitori sarebbe proprio la dirigente del V Circolo Didattico di via Terminillo, Maria Racanelli, a concedere non più di un quarto d’ora, dalle 10,45 alle 11,00, per l’accesso ai bagni. Per le rimanenti ore di permanenza nell’istituto i servizi igienici sarebbero – sempre a detta dei genitori – interdetti all’accesso. Riaperti solo in caso di urgenza, dopo debita valutazione dalla preside. Un’azione punitiva (o educativa?), che ha fortemente indisposto le famiglie degli alunni. Un provvedimento che prenderebbe le mosse da alcuni atteggiamenti degli alunni, che a più riprese avrebbero lasciato in pessime condizioni i servizi igienici a fine giornata.

    Una situazione che era in essere da più di una settimana e che è diventata di dominio pubblico a seguito di un evento avvenuto ieri, quando una bambina, in attesa di autorizzazione, non sarebbe riuscita a resistere “facendosela addosso”. Diverse le proteste dei genitori venuti a conoscenza della notizia, tanto che in mattinata il vice Sindaco Rino Pezzano – e stranamente non l’assessore a Cultura e Pubblica Istruzione Liliana Petruzzelli – ha anche provato ad incontrare la dirigente Racanelli senza però riuscirci. «La dirigente ci ha fatto pervenire da un collaboratore il suo diniego ad incontrarci. Un fatto che riteniamo istituzionalmente sgarbato» ha fatto sapere Rino Pezzano. Un gesto che ha fatto infuriare il Sindaco Franco Metta, già contattato nei giorni scorsi dai genitori che manifestavano malcontento, e che questa mattina di suo pugno ha scritto e poi inviato una lettera al ufficio scolastico provinciale. Di seguito la lettera del primo cittadino, in attesa di una replica ufficiale della Dirigente Maria Racanelli.

    OGGETTO: Direzione didattica Statale 5° Circolo “Terminillo”-Cerignola

    Egregio Dirigente,

    sono costretto a comunicarLe che sono pervenute una serie di segnalazioni da parte di numerosi cittadini, genitori degli alunni frequentanti la scuola in oggetto, concernenti difficoltà degli alunni nell’utilizzo dei locali scolastici, soprattutto per quanto concerne l’accesso ai servizi igienici. Ho provveduto a fissare un incontro con il Dirigente, in data 1 Febbraio u.s. presso il mio Ufficio al fine di discutere circa la problematica segnalata a questa Amministrazione e definire con lo stesso ogni soluzione idonea alla risoluzione del problema. Purtroppo, all’incontro fissato, il Dirigente dott.ssa Racanelli, non si è presentato e non ha fornito alcuna notizia al riguardo. Continuando a pervenire le segnalazioni sui disservizi da parte dei cittadini, ultima delle quali relativa ad un’alunna che, non avendo potuto utilizzare i bagni scolastici, ha espletato i propri bisogni fisiologici da vestita nel corso delle lezioni, il Vicesindaco dott. Rino Pezzano ed il Consigliere Comunale Davide Pizzolo, in data odierna, si sono recati presso il plesso scolastico al fine di incontrare personalmente la Responsabile della struttura e comprendere ogni ragione sottostante i disguidi occorsi.

    La Dirigente, dott.ssa Racanelli, ha fatto riferire al proprio collaboratore scolastico di non voler ricevere” i rappresentanti Istituzionali di questa Amministrazione che, come a Lei noto, è anche proprietaria della struttura che ospita la scuola. Ritengo gravemente ineducato ed irrispettoso istituzionalmente il comportamento assunto dalla Dirigente della struttura scolastica e tanto le segnalo per ogni provvedimento. Circa le problematiche segnalateci dai cittadini, non avendo avuto modo di confrontare con la dott.ssa Racanelli quanto evidenziatoci, La invito ad ogni interessamento per la risoluzione delle medesime. Mi è gradita l’occasione per porgere i miei più distinti saluti.