More

    HomeNotizieAttualitàBorgo Libertà, pace e solidarietà: "Accendi la mente e spegni i pregiudizi"

    Borgo Libertà, pace e solidarietà: “Accendi la mente e spegni i pregiudizi”

    Una giornata intensa, fortemente voluta dal Centro Incoming presieduto da Angelo Campese, il prossimo giovedì 6 luglio. Presenti anche Mons. Renna e i parroci Divittorio e Centola, oltre ai bambini dell'Estate Ragazzi 2017

    Pubblicato il

    “Accendi la mente e spegni i pregiudizi” questo il titolo di una giornata dedicata interamente ai temi della pace e della solidarietà. Al centro dell’attenzione del Centro Incoming, con la partnership del Comune di Cerignola e il contributo economico e fattivo della Pro Loco dei Monti Dauni di Monteleone di Puglia, giovedì 6 luglio, saranno diversi i momenti emozionanti e di riflessione, così come confermato da Angelo Campese, Presidente del consorzio di cooperative sociali Pro Work di Capitanata nonché Responsabile amministrativo del Centro Incoming Turistico Giovanile di Borgo Libertà: «Questa festa l’abbiamo finanziata noi con la pro loco monti dauni, per sensibilizzare i cittadini, e soprattutto i bambini, sul tema della pace e della solidarietà».

    Infatti, a Borgo Libertà, teatro della manifestazione, ci saranno Mons. Luigi Renna, Vescovo della Diocesi di Cerignola-Ascoli Satriano, Don Agostino Divittorio, parroco della Chiesa dello Spirito Santo di Cerignola, Don Michele Centola, parroco del S.S. Cuore di Gesù di Borgo Libertà e tutti i bambini dell’Estate ragazzi 2017 della parrocchia cerignolana. Inoltre, vanno menzionati anche Stefano Buchicchio, scenografo della scena teatrale, Mario Bentivoglio, attrezzista, Rosaria Colangione, coordinatrice Movimento Parrocchiale Giovani, e il responsabile dell’organizzazione del trasporto, Pietro Colangione, consulente del Consorzio Pro work di capitanata – Agenzia viaggi AlbaNuova.

    A partire dalle 18, Mons. Renna inaugurerà il murales artistico a tema, una vera e propria opera di mecenatismo che aprirà di fatto l’intera manifestazione. Si proseguirà con la proiezione del cartone animato Azur e Asmar, per poi soffermarsi tutti sulla rappresentazione teatrale dal titolo “L’albero e il mitra una fiaba disarmante”«Si tratta di uno spettacolo molto particolare ed emozionante – afferma Campese a lanotiziaweb –; in qualità anche di regista ho cercato di tradurre in teatro qualcosa che possa rappresentare la realtà di oggi. L’albero, infatti, rappresenta la natura e la pace mentre il mitra la guerra e il male. Sarà bello perché parteciperanno alla rappresentazione anche i bambini dell’estate ragazzi». 

    Successivamente ci sarà la degustazione enogastronomica, per poi terminare con una visita, facoltativa, presso i locali di Torre Alemanna. Una giornata di pace e solidarietà, come testimoniato nelle parole dell’ideatore, che proverà a rompere quel muro di indifferenza ed omertà che ancora trova radici profonde nella nostra terra.