More

    HomeEvidenzaCerignola verso le Primarie Pd: si voterà il 30 aprile tutta la...

    Cerignola verso le Primarie Pd: si voterà il 30 aprile tutta la giornata

    Orlando, Emiliano e Renzi a contendersi la guida del partito. Auspicio comune è che sia un momento di democrazia

    Pubblicato il

    Le primarie del Partito Democratico per l’elezione del Segretario e dell’Assemblea nazionale si terranno domenica 30 aprile a partire dalle 8,00 fino alle 20,00. A Cerignola si voterà presso la sede del Partito Democratico in via Goffredo Mameli. Saranno primarie “aperte”, nelle quali cioè potranno votare anche i non iscritti al Pd purché «dichiarino di riconoscersi nella proposta politica del Partito, di sostenerlo alle elezioni, e accettino di essere registrate nell’Albo pubblico delle elettrici e degli elettori» si legge all’articolo 10 del Regolamento per l’elezione del Segretario e dell’Assemblea nazionale. Tre i candidati in campo: Matteo Renzi, Segretario uscente ed Ex-Premier, Andrea Orlando, già Ministro della Giustizia, e Michele Emiliano, Presidente della Regione Puglia. Tra gli iscritti della locale sezione vi sono sostenitori di ognuno dei tre aspiranti alla guida nazionale del Partito Democratico.

    Come troppo spesso accade alla proposta politica e a i temi si sostituiscono le polemiche. E’ l’ex consigliere comunale Michele Longo, per mesi ai margini della scena politica, a contrastare pubblicamente la scelta di una location prossima alla sede del Pd. «Si preferisce non fare cento passi per fare le primarie in mezzo alla gente ma rinchiudersi nei pochi metri quadri della sede del partito». Longo chiede che «i seggi delle primarie siano allestiti anche a Cerignola in modo da garantire la piena e massima partecipazione dei cittadini». Nello specifico l’ex consigliere avrebbe preferito l’Informa Giovani, dove si votarono le primarie per la scelta del candidato Sindaco, circostanza che vide proprio Sgarro prevalere su Longo. Secca la replica del segretario cittadino del Pd: «Uno dei soliti colpi di ciuffo di Longo. Si alza la mattina e si sente fregato. Adesso scegliere il segretario del Pd facendo le primarie nel Pd diventa un problema. La sezione è li, ed è aperta a tutti coloro i quali a norma di regolamento potranno e vorranno votare. Il resto sono le solite inutili polemiche. Non è mica la prima volta che una consultazione si tiene nella sede del partito» ricorda Tommaso Sgarro riferendosi alle consultazioni precedenti.

    In tutto questo non è esclusa la possibilità che, soprattutto a Cerignola, si presentino a votare cittadini appartenenti a partiti e movimenti che operano esplicitamente in schieramenti opposti al Partito Democratico. Un rischio al quale l’articolo 10 del regolamento ha provato a porre argine, ma che nei fatti potrebbe proprio nella città ofantina palesarsi, laddove qualcuno, anche appartenente alla maggioranza, si dice pronto a sostenere campanilisticamente Emiliano.