More

    HomeEvidenzaDoppia visita di Emiliano. In casa Pd con Dalessandro, dai Civici con...

    Doppia visita di Emiliano. In casa Pd con Dalessandro, dai Civici con Metta

    Pubblicato il

    Giornata di raccolta quella di ieri per Michele Emiliano, giunto in Capitanata per mettere il cappello ad un altro importante tassello nella costruzione del suo progetto di fidelizzazione del PD provinciale e di consacrazione del movimento Capitanata Civica guidato dal consigliere regionale Di Gioia. La prima tappa è stata proprio l’assemblea provinciale del Partito Democratico, riunitasi nei locali della Camera di Commercio di Foggia. Qui alla presenza di tutti i delegati dell’area Emiliano e Orlando (mentre l’area a sostegno di Iaia Calvio ha scelto di non parteciparvi), ha consacrato Lia Azzarone segretaria provinciale, in barba ad una nota della Commissione Nazionale di Garanzia del Partito Democratico che ha posto “sub iudice” l’intero congresso e che si esprimerà su questo nei prossimi giorni. L’Azzarone nel suo primo discorso da segretario, tra le altre cose dice: «Abbiamo il dovere di aprire il Pd alle passioni, alle intelligenze e alle competenze che animano le comunità civiche in cui abitiamo e operiamo. Abbiamo anche il diritto di scegliere con chi condividere il nostro percorso politico e di governo, cercando di essere il più possibile aderenti allo schema di alleanze tracciate a livello regionale da Michele Emiliano». Oltre a questo da sottolineare l’elezione a Presidente dell’Assemblea del partito democratico provinciale di Daniele Dalessandro, capogruppo del Pd di Cerignola, ex gentiliano di ferro e da quest’ultimo congresso, con una giravolta, passato alla corte di Michele Emiliano.

    Dopo la visita ai dem Michele Emiliano si è recato al palazzo dei congressi della Fiera di Foggia all’affollatissima conferenza programmatica di Capitanata Civica, una sorta di federazione di tutte le esperienze civiche della provincia guidate dall’assessore regionale Leo Di Gioia, della quale fa parte anche il sindaco di Cerignola Franco Metta. Da evidenziare il siparietto tra il presidente Emiliano e Franco Metta: «Volevo dare una buona notizia al sindaco di Cerignola – dice Emiliano -, perchè abbiamo liberato il pd di Cerignola»; tra applausi e risate compiacenti dei presenti la voce di Metta «una mano te l’ho data pure io». Emiliano chiude il suo intervento dicendo: «I civici di Leo Di Gioia sono un patrimonio della politica pugliese e del centrosinistra. Difficilmente potremo farne a meno».

    E’ evidente il filo che tiene legati insieme questi due momenti della vita politica di Capitanata, la consacrazione del partito democratico a totale trazione “emiliana” (con il momentaneo freno all’area Renzi e dell’europarlamentare Gentile, unico argine alla deriva civica) e il movimento civico di Di Gioia che mostra i muscoli da una parte ad Emiliano e dall’altra a Roma. Presto, parafrasando William Blake, l’opposizione sarà sul serio vera amicizia.