More

    HomeEvidenzaFrizioni in maggioranza, dura replica di Sandro Moccia a Federazione Civica

    Frizioni in maggioranza, dura replica di Sandro Moccia a Federazione Civica

    «Resto basito nell’apprendere che il Consigliere Specchio nulla sapeva della ZTL fino allo scorso Febbraio»

    Pubblicato il

    Dura replica del gruppo consiliare “La Cicogna” dopo le esternazioni di Federazione Civica. Lo scorso 17 marzo i civici, con Vincenzo Specchio, avevano espresso le proprie perplessità circa la Ztl e la viabilità, arrivando a proporre la sospensione del provvedimento«La nostra proposta prevede inizialmente la sospensione del progetto e la presentazione di una nuova zona» scriveva Federazione Civica pochi giorni fa.

    Era prevedibile una reazione che puntualmente è giunta, per bocca del consigliere di maggioranza Sandro Moccia«Leggo il comunicato stampa e resto basito nell’apprendere che il Consigliere Specchio nulla sapeva della ZTL fino allo scorso Febbraio» scrive Moccia.

    In effetti il dietrofront del gruppo guidato da Ale Frisani sa’ tanto di ritirata strategica, probabilmente dettata dalla scomoda posizione di Specchio tra Confcommercio e consiglio comunale. «Mi chiedo, quindi, perché interloquiva sulla ZTL con le associazioni di categoria – prosegue Moccia -, prima tra tutte la Confcommercio prima del mese di Febbraio? Quali chiarimenti ha mai chiesto alla Giunta? Quanti incontri Istituzionali ha fatto con i commercianti visto che solo il Sindaco e il Comandante hanno incontrato più volte la categoria? Lo affermo con cognizioni di causa in quanto anche io ero presente. Il delegato alle Attività produttive dove era? Perché in quegli incontri Istituzionali tra Amministrazione Comunale e Commercianti lui non era presente?».

    Evidente la frattura, che di certo non passerà inosservata a Franco Metta, probabilmente oggi deluso dalle parole (fuori dal coro di maggioranza, ndr) di Vincenzo Specchio. «Non credo sia questo il modo corretto di fare politica – incalza il consigliere cicognino -, non si fa politica condividendo un progetto e poi chiedere la sospensione alle prime lamentele. Noi siamo convinti che la ZTL sia un bene per la città, lo siamo anche quando assorbiamo le lamentele di alcuni cittadini. Essere convinti del beneficio di un’azione vuol dire andare fino in fondo».

    Con la raccolta firme del Comitato NO ZTL ultimata e i malumori di commercianti e cittadini, Sandro Moccia difende a spada tratta la zona a traffico limitato, lanciando bordate anche all’assessore di Federazione Civica, nonché viceSindaco, Rino Pezzano«L’Assessore Rino Pezzano fa parte della Giunta, la stessa Giunta che ha pensato alla realizzazione e successivamente ha deliberato per la ZTL. L’Assessore Pezzano fa anche parte di Federazione Civica… mi chiedo: Vi parlate o no?».

    Se la Ztl così come pensata è fulcro di malumori tra cittadini e commercianti, a leggere le dichiarazioni dei due gruppi di maggioranza si comprende come stia diventando anche pomo della discordia in seno all’amministrazione. Una posizione quella di Frisani&Co che potrebbe dare il “la” ad un nuovo valzer di poltrone. E come già accaduto in passato qualche nome potrebbe esser – nella migliore delle ipotesi – rimesso in discussione.