More

    HomeSportVolleyL'Udas sfata il tabù "Dileo": il 3-0 al Locorotondo è una boccata...

    L’Udas sfata il tabù “Dileo”: il 3-0 al Locorotondo è una boccata d’ossigeno per la classifica

    I biancazzurri lasciano i bassifondi e prendono margine sulla zona retrocessione: domenica c'è l'Asem Bari

    Pubblicato il

    Prima vittoria casalinga per l’Asd Udas Volley nel torneo di Serie B, che nel recupero dell’11° giornata ha regolato per tre set a zero (25-21/25-14/25-21) la Volley Locorotondo. Un match giocato con grinta, concentrazione e determinazione, doti che hanno permesso alla squadra ofantina di tirarsi fuori dalla zona retrocessione e fare un piccolo passo in avanti verso la salvezza. Mister Roberto Ferraro, al di la delle defezioni, sceglie la diagonale formata dal regista Calcabrini e dall’opposto V. Petruzzelli, i centrali Lanzone e Zoccola, i laterali Civita e F. Petruzzelli, il libero Raffaele. Ottima partenza della truppa udassina, grazie anche alle battute velenose di Calcabrini, Lanzone e V. Petruzzelli. La Volley Locorotondo subisce gli attacchi delle bocche di fuoco ofantine, ma anche una serie di murate dei centrali biancoazzurri. Al secondo time-out tecnico, la compagine di mister Ferrarro ha ben otto punti di vantaggio. Al rientro sul campo, piccolo calo di concentrazione dei padroni di casa che subiscono il rientro degli avversari. E’ un diagonale dell’opposto V. Petruzzelli che ristabilisce le dovute distanze. Sul tramonto del primo periodo, la maggiore precisione dell’Udas Volley consente ai padroni di casa di conquistare il parziale.

    Il secondo set è una fotocopia di quello precedente. In questo caso, però, gli avversari non riescono nemmeno ad abbozzare una timida reazione. Il regista Calcabrini varia le soluzioni di gioco e trova risposte positive in tutti gli attaccanti cerignolani: i fratelli Petruzzelli e Civita, infatti, mettono a segno un buon bottino di punti. Buoni segnali anche dai centrali e in alcuni fondamentali, come la battuta e il muro. Entrano anche il palleggiatore Del Vescovo e l’opposto Bartoli a dar man forte: un set pressoché perfetto, insomma, che porta sul due a zero i padroni di casa. Anche il terzo parziale è un monologo biancoazzurro. I ragazzi di mister Ferraro non si abbandonano a momenti di rilassamento, come capitato in passato, restano concentrati fino all’ultimo pallone e portano a casa l’intera posta in palio. Lanzone e compagni hanno dimostrato di poter lottare in ogni attacco, anche negli scambi più lunghi evidenziando un’ottima tenuta atletica. Da segnalare anche l’ingresso del 17enne Daniel. L’attacco fulmineo del centrale Zoccola permette ai suoi di conquistare un successo rotondo.

    “Era una partita da vincere – afferma a fine gara il palleggiatore Calcabrini – per la classifica e per il morale. Abbiamo sbagliato di meno rispetto ad altre apparizioni e abbiamo fatto fruttare gli allenamenti durante la pausa natalizia, utilizzando nuovi schemi”. Ora pochi giorni per recuperare e domenica si ritorna sul campo, sempre in casa, con l’Asem Bari. “Questa gara – osserva il tecnico Ferraro – rievoca dolci ricordi, anche se nel giro di due anni per noi sono cambiate molte cose. Speriamo di proseguire su questa strada e di regalare un grande spettacolo al nostro pubblico”.