More

    HomeNotizieAttualitàMetta a zero su Forza Italia: «demagogia e populismo senza proposte»

    Metta a zero su Forza Italia: «demagogia e populismo senza proposte»

    Pubblicato il

    L’Istituto Agrario e i suoi terreni, che l’amministrazione comunale vuole destinare alla costruzione di un Palazzetto dello Sport, sono sempre al centro del dibattito politico. Ma se in passato c’erano centrosinistra contro maggioranza, oggi ad essere oggetto delle rimostranze del Sindaco Franco Metta è il gruppo di Forza Italia. A più riprese sostegno della maggioranza, da questa estate il gruppo azzurro ha assunto, a momenti alterni, atteggiamento critico nei confronti del governo cittadino. Oggi il Sindaco ironizza sulla loro posizione, «SI al Nuovo Palazzetto dello Sport, NO alla vendita dei terreni Della Scuola Agraria».

    «Anche i bambini sanno che con le parole si possono costruire lunghi discorsi, fare promesse, accontentare tutti, innalzare i più alti grattaceli, cambiare la città. Con le parole si può fare tanta demagogia ma non si fanno le opere, le piazze e, soprattutto, non si costruiscono i Palazzetti dello Sport.  – precisa il Sindaco – Il gruppo di Forza Italia, nel caso della costruzione del Palazzetto dello sport,  ha utilizzato tante parole costruendo il miglior discorso impregnato di demagogia e populismo che non conduce ad una proposta, una alternativa, una soluzione».

    I forzisti, probabilmente, pagano lo scotto di non aver assunto una chiara posizione sull’argomento fin dall’inizio, ma soprattutto la difficoltà di non avere una linea politica unica. «Qualcuno gli spiegasse  – dice Metta in riferimento al gruppo berlusconiano – che per costruire un’opera occorre spendere denaro.  Quando il denaro non lo hai in tasca occorre che te lo procuri e l’unico modo per procuraselo è alienare un bene per costruirne un altro. Forza Italia, per anni, ha amministrato con le parole accompagnate dal più distruttivo immobilismo, causando danni enormi alla città ed obbligando noi a spendere denaro e tempo per riparare tutti i guai che in passato hanno combinato – chiosa Metta – oggi continuano a parlare, a fare demagogia senza apportare una reale, fattibile, concreta proposta».