More

    HomeEvidenzaOpposizione dura, «l’Amministrazione sta sbagliando». La replica: «inadeguati»

    Opposizione dura, «l’Amministrazione sta sbagliando». La replica: «inadeguati»

    Pubblicato il

    Parole al vetriolo quelle dell’opposizione verso l’attuale maggioranza e il Sindaco Franco Metta. I gruppi consiliari del centrosinistra ne hanno approfittato per ribadire dal palco domenica mattina quanto già espresso in consiglio comunale.

    Una critica aspra dalla consigliera Annamaria Mirra, in riferimento alla mancata rottamazione delle cartelle esattoriali, ovvero quell’opportunità attraverso cui i cittadini avrebbero potuto pagare meno vedendosi scorporare gli interessi e l’aggravamento delle sanzioni. Una disattenzione che permetterà però al comune di recuperare coattivamente i crediti, prendendo anche gli interessi e non avvantaggiando minimamente i cittadini. Daniele Dalessandro parla di «sciatteria amministrativa» riferendosi a tutto l’iter che ha portato alla realizzazione di una ZTL che non ha visto discussione con i cittadini e commercianti se non a giochi fatti. Per Tommaso Sgarro invece quanto riferito su Metta da Pia Zamparese a mezzo stampa è la prova che «tutti i componenti della maggioranza sanno che si sta sbagliando», che si sta mentendo alla città. Come per la TARI, aumentata quest’anno del 18%. O la differenziata, «al 16% quando Metta è diventato Sindaco, oggi al 5%» racconta Sgarro.

    Non si fa attendere la replica di Franco Metta nella giornata di ieri. «Provare ad avere un rapporto costruttivo con la opposizione del PD è impresa impossibile» scrive il primo cittadino. «Nel 2016 abbiamo tenuto ferma la Tari nonostante 900 mila euro di contratto integrativo con SIA e un milione di debiti pregressi, sempre con SIA, recuperati. Abbiamo aumentato la TARI appena del 18%, solamente perché spendiamo di più, essendo obbligati a conferire i rifiuti a Grottaglie». E chiosa, «inadeguati ad amministrare». E’ un continuo botta e risposta tra le rivendicazioni di una maggioranza convinta della bontà di certi progetti e l’opposizione che poco digerisce l’assenza di discussione e alcuni dietrofront (VI lotto su tutti, ndr).