More

    HomeNotizieCronacaPortavalori e rapine, 18 arresti tra Capitanata e Campania. Coinvolti anche cerignolani

    Portavalori e rapine, 18 arresti tra Capitanata e Campania. Coinvolti anche cerignolani

    Foggiani e cerignolani tra gli indagati. Cinque rapine con l’utilizzo di armi da guerra. In progetto colpaccio in Germania da 20 milioni di euro

    Pubblicato il

    Vasta operazione della Polizia di Stato italiana e dell’L.K.A. (Landeskriminalamt) tedesco  nelle province di Salerno, Foggia, Napoli e Verona, nonché in Germania nel lander della Ranania – Palatinato, volta a disarticolare una nutrita associazione criminale a carattere transnazionale dedita alle rapine in danno di furgoni porta valori e di Istituti di Credito.

    PROGETTO Le indagini, svolte dai poliziotti del Servizio Centrale Operativo e delle Squadre Mobili di Salerno e Foggia, con il coordinamento della Procura di Nocera Inferiore (Sa), hanno permesso di individuare svariati episodi criminosi di particolare rilievo e di impedirne altri di imminente esecuzione. Accumulavano denaro necessario per mettere in piedi un mega colpo, una rapina da 20milioni di euro in Germania, facendo base a Verona. Un’impresa a più mani con competenze criminali differenti provenienti dalle province di Foggia, Salerno e Napoli.

    ARRESTI All’alba di oggi l’esecuzione di 18 arresti (custodia in carcere per 9 persone, arresti domiciliari per 8, obbligo di dimora e l’obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria per 2, un’ultima persona è ricercata). Un’operazione condotta dalla Polizia con il supporto delle autorità tedesche. L’organizzazione criminale è ritenuta responsabile, a vario titolo, di 5 rapine una delle quali tentata, commesse anche con l’utilizzo di armi da guerra come fucili a pompa e kalashnikov, nelle province di Salerno, Avellino, Foggia e Napoli sfruttando un “basista” dipendente della Cosmopol, di Pomigliano D’Arco.

    INDAGINI Indagini avviate a seguito di una rapina ad un furgone portavalori commessa a Fisciano, lo febbraio scorso. Un commando assaltò un portavalori della società irpina Cosmopol tra gli svincoli di Montoro Inferiore e Fisciano: 78mila euro il bottino. Ancora, rapine ad aprile a Solofra e poi a Foggia (Unicredit). Altra rapina il 21 luglio alla biglietteria degli Scavi di Pompei e tentata rapina ad Acerra. Il tutto condito da una fitta attività investigativa con intercettazioni telefoniche ed ambientali.

    I NOMI Angelo Carbone, di 51 anni, Antonio De Sandi di 68, Angelo Pugliese (di Cerignola) di 45 anni, Giancarlo D’Abramo (di Cerignola) e Pasquale Pecorella di 40 anni: per loro la custodia cautelare è in carcere. Vanno ai domiciliari Luigi Delli Carri di 46 anni, Ciro Bruno di 39 anni, Maurizio Correra di 52 e il cerignolano Francesco Cucchiarale di 21 anni.