More

    HomeNotiziePoliticaRendine: «Ztl invernale: Metta tradisce le promesse fatte e rifiuta ogni dialogo»

    Rendine: «Ztl invernale: Metta tradisce le promesse fatte e rifiuta ogni dialogo»

    Pubblicato il

    «Ancora una volta, il sindaco di Cerignola, dopo aver preso in giro i cittadini ed i commercianti di Cerignola, chiude ad ogni forma di dialogo sulle proposte migliorative, provenienti dall’opposizione di centro sinistra, relative alla viabilità cittadina e delle zone a traffico limitato», così il Consigliere comunale Mario Rendine. «Ricordiamo tutti le vicende che hanno portato all’attuale regolamentazione. Era l’ottobre del 2015 quando la Giunta Comunale della Città di Cerignola, dando seguito ad una delirante scelta politica fortemente voluta dal sindaco, approvava un nuovo regolamento comunale in materia di viabilità con relativa istituzione di nuove zone pedonali ed a traffico limitato. Ciò veniva effettuato senza una qualsivoglia logica e/o un’effettiva conoscenza del tessuto urbanistico cittadino: quasi tutti i sensi di marcia del centro invertiti; buona parte del corso cittadino reso quasi perennemente pedonale; zone a traffico limitato in fasce orarie amplissime e senza distinzioni tra giorni festivi e feriali e tra periodi dell’anno; pass per residenti a pagamento; impossibilità di raggiungere le farmacie e quant’altro. Ne scaturiva una enorme e generale confusione. Per questo motivo, un forte movimento di popolo, costituito dai commercianti, dai cittadini, da alcune associazioni, dal Partito Democratico e da tutti i consiglieri dell’opposizione di centrosinistra, si faceva portatore di una legittima e civile protesta raccogliendo migliaia di firme e chiedendo diverse modifiche».

    «E’ stato allora – ricorda il capogruppo consiliare “Sgarro Sindaco” – che Metta, messo alle strette, si vedeva costretto a correggere i propri gravi errori. Ma doveva trovare una scusa per non fare la figura del tonto! Per questo, decideva di affidarsi ai suoi fedeli scudieri, i consiglieri di Federazione civica e di Forza Italia, i quali, recitando il ruolo di comparse di un indecoroso teatrino, presentavano in Consiglio Comunale un contraddittorio documento di quattro pagine. Noi, però, chiedevamo qualcosa di più! Volevamo rassicurazioni, in particolare, sugli orari del periodo invernale. Ritenevamo che la ztl avesse una sua logica durante il periodo estivo o, anche tutto l’anno, ma nei soli giorni festivi. Non potevamo fidarci del sindaco che prometteva di cambiare in futuro gli orari. Non avevamo i “numeri” in Consiglio per imporci, ma è evidente che non potevamo prestare fede a chi, in due anni, non ha mai mantenuto le promesse fatte alla cittadinanza. Ed allora, decidevamo di abbandonare l’aula. Il documento veniva ugualmente approvato in Giunta Comunale con deliberazione n. 101 del 21.04.2017. Con tale atto venivano fissati gli orari della ztl sino al 10.09.2017 e veniva preso l’impegno di adottare una nuova regolamentazione per il periodo successivo».

    «Tuttavia, ad oggi, nessuna modifica è stata apportata! – conclude il consigliere Rendine -Ed, anzi, in risposta alla mia interpellanza, della scorsa settimana, con la quale chiedevo quali fossero sul punto gli intendimenti dell’attuale maggioranza, il sindaco mi rispondeva che non ha nessuna intenzione di far rispettare l’atto di indirizzo adottato dalla sua stessa Giunta. Avrei voluto proporgli delle modifiche piene di buon senso, ma, ancora una volta, rifiuta ogni forma di dialogo! Gli orari continueranno ad essere gli stessi ed il corso cittadino resterà chiuso al traffico, ad esempio, anche negli orari serali delle piovose e fredde giornate invernali. In quei giorni in cui, per intenderci, non si vede nemmeno rotolare la proverbiale “palla di fieno”».