More

    HomeEvidenzaRigenerazione Urbana di Cerignola, da quale zona della città si parte?

    Rigenerazione Urbana di Cerignola, da quale zona della città si parte?

    Sei gli ambiti di intervento individuati nel DPRU approvato in Consiglio Comunale

    Pubblicato il

    Cosa vogliono rigenerare i cittadini di Cerignola? Da dove vogliono partire? Da quale zona? Qual perimetro deve delineare gli interventi da effettuare? E’ a queste domande che hanno risposto attraverso la loro partecipazione ed il loro contributo di idee i cittadini che lo scorso 26 luglio hanno partecipato ad “Un caffè per Rigenerare”, l’iniziativa promossa dall’Amministrazione Comunale presso il Bar Gorizia per illustrare il progetto di Rigenerazione Urbana e per raccogliere spunti e suggerimenti utili alla rivitalizzazione delle aree e degli spazi. Dopo l’approvazione definitiva in Consiglio Comunale del Documento Programmatico di Rigenerazione Urbana (DPRU) – strumento indispensabile per rilanciare la rivitalizzazione economica, sociale, imprenditoriale ed urbana del territorio – il Comune di Cerignola dunque si avvia a partecipare al Bando Pubblico promosso dalla Regione Puglia finalizzato alla selezione delle Aree Urbane e per l’individuazione delle Autorità Urbane in attuazione dell’ASSE Prioritario XII ‘Sviluppo Urbano Sostenibile’ Azione 12.1 ‘Rigenerazione urbana sostenibile’ del O.O.R. FESR – FSE.

    Sono sei gli ambiti di interventi individuati dal DPRU attraverso i processi partecipativi che nelle scorse settimane hanno coinvolto cittadini, imprese, professionisti, associazioni e organizzazioni: Terra Vecchia – Santa Barbara; Pozzo Carrozza – Porta Torricelli; Cittadella; Scarafone – Fornaci; San Samuel ed aree limitrofe; Percorsi di rigenerazione. Per questo, la cittadinanza e la stessa Amministrazione Comunale sono chiamate adesso ad individuare l’ambito da Rigenerare attraverso gli eventuali finanziamenti intercettati tramite il Bando. Si tratta di un massimo di 5 milioni di euro che possono favorire lo sviluppo urbano e sostenibile di Cerignola. Anche per questo, per l’elaborazione della Strategia di Sviluppo Urbano Sostenibile (SISUS) contenuta nel DPRU da candidare al bando, il progetto deve rispettare alcuni obiettivi tematici: Inclusione sociale e lotta alla povertà; Energia Sostenibile e qualità della vita; Adattamento al cambiamento climatico e prevenzione e gestione dei rischi; Tutela dell’ambiente e valorizzazione delle risorse culturali e ambientali. Il termine di consegna del progetto è fissato all’11 settembre 2017. Fino a quel giorno, dunque, l’Amministrazione Comunale lavorerà per promuovere ulteriori momenti di concertazione e di ascolto della cittadinanza.

    «Vogliamo che questo percorso sia il più partecipato possibile – ha detto Rino Pezzano, assessore comunale alle Politiche Sociali – . Il comune si è finalmente dotato del DPRU, uno strumento indispensabile per rilanciare lo sviluppo economico, urbano, sostenibile, architettonico e sociale della città, tutti elementi che si integrano con la finalità del bando a cui parteciperemo per disegnare un nuovo volto della città». All’iniziativa “Un caffè per Rigenerare” erano presenti anche Tommaso Bufano, assessore all’Urbanistica del Comune di Cerignola; Nicola La Macchia, redattore DPRU della città di Cerignola, Don Ignazio Pedone, direttore diocesano Ufficio Beni Culturali ed Edilizia di Culto. Per partecipare al forum e dare la propria idea di rigenerazione è possibile vistare il sito www.rigenerazioneurbanacerignola.it.