More

    HomeNotizieAttualitàSabato 21 gennaio la Marcia per la Pace a Cerignola

    Sabato 21 gennaio la Marcia per la Pace a Cerignola

    L'evento è pensato per sensibilizzare l'opinione pubblica su un tema delicato per la convivenza e lo sviluppo dei popoli

    Pubblicato il

    La Diocesi di Cerignola-Ascoli Satriano, attraverso l’Ufficio di Pastorale Sociale e del Lavoro, il Servizio di Pastorale Giovanile, l’Azione Cattolica Italiana-Settore Giovani e il Servizio Civile di Caritas Italiana, organizza a Cerignola per sabato, 21 gennaio 2017, la Marcia per la Pace, allo scopo di sensibilizzare l’opinione pubblica su un tema così delicato quanto cruciale per la convivenza e lo sviluppo – nella giustizia – dei popoli.

    «Operare in questo modo – si legge nel messaggio La non violenza: stile di una politica per la pace di papa Francesco, diffuso in occasione della 50a Giornata Mondiale della Pace, celebrata lo scorso 1° gennaio – significa scegliere la solidarietà come stile per fare la storia e costruire l’amicizia sociale. La nonviolenza attiva è un modo per mostrare che davvero l’unità è più potente e più feconda del conflitto. […] Nel 2017, impegniamoci, con la preghiera e con l’azione, a diventare persone che hanno bandito dal loro cuore, dalle loro parole e dai loro gesti la violenza, e a costruire comunità nonviolente, che si prendono cura della casa comune».

    Alla Marcia – guidata dal vescovo Luigi Renna – prenderanno parte il clero diocesano e religioso, le Amministrazioni – guidate dai Sindaci – dei nove Comuni compresi nel territorio diocesano, gli operatori pastorali, le comunità parrocchiali, i membri dell’associazionismo confraternale e laicale.

    «Marciando nel nostro territorio – dichiara don Pasquale Cotugno, direttore dell’Ufficio di Pastorale Sociale e del Lavoro – intendiamo sottolineare l’importanza di riaffermare con la nostra presenza il bisogno di presidiare la città. In un periodo in cui violenza e illegalità stanno caratterizzando la vita quotidiana del nostro territorio, è necessario contrastare la prepotenza, i soprusi e la corruzione con azioni nonviolente che riaffermino la forza del diritto e della giustizia».

    Questo il programma: ore 17,30: raduno in Piazza del Cinquecentenario (nei pressi della Scuola Media “Don Bosco”), animato dall’Azione Cattolica Italiana-Settore Giovani; ore 18,45: sosta in Piazza Castello animata dalla Pastorale Giovanile; ore 19,15: sosta in Piazza Duomo animata dalla Pastorale Sociale e del Lavoro; ore 20: intervento del vescovo Luigi Renna in Piazza della Repubblica. L’iniziativa si prefigge – in un territorio disagiato come il nostro, fortemente attraversato da fenomeni di violenza e indifferenza – di motivare la realizzazione di una qualità di vita sempre più civile, legata a un diffuso senso di fraterna e accogliente legalità che attinga la sua linfa vitale dalla solidarietà.