More

    HomeEvidenza"Scrivo per..." la Sia invisibile

    “Scrivo per…” la Sia invisibile

    Un lettore attende da due mesi il ripristino delle strisce gialle riservate ai disabili davanti ad una abitazione

    Pubblicato il

    Per la rubrica “Scrivo per…”, pubblichiamo questa volta una lettera firmata da un nostro lettore: Pasquale si lamenta del mancato ripristino delle strisce gialle riservate ad un posto auto per disabili, stallo che spesso è occupato da altri automobilisti. Il lettore riferisce di essere in attesa da due mesi e spera che, anche attraverso la diffusione sulla nostra testata, il problema si risolva al più presto nonostante le sollecitazioni e le richieste fatte a Polizia municipale e Sia.

    Da due anni mio padre è disabile e dopo aver ottenuto regolare concessione per la sosta davanti casa è nata l’esigenza di richiedere il ripristino delle strisce gialle poiché la vernice passa ma la disabilità resta. Spesso, infatti, nonostante il pannello informativo che segnala la sosta riservata, qualche vicino distratto parcheggia impedendo a mio padre di fruire di un accesso facilitato all’auto.

    Così il 17 maggio scorso presento richiesta e il vigile competente mi dice che dopo una quindicina di giorni sarà effettuato il ripristino. Passano i giorni, le settimane, i mesi (ormai sono due) ma le strisce sono ancora invisibili. Ho provato a contattare personalmente la SIA al numero fisso ed ai cellulari ma dall’altra parte nessuno risponde perché certamente impegnati a fare altro. Oggi pomeriggio (21.07.2017) mi sono recato presso il comando della Polizia municipale e davanti a me c’erano altre persone che attendono ancora per il ritiro di ingombranti. Sarebbe fin troppo facile per me giungere a conclusioni, ma da cittadino e regolare contribuente proprio mi è difficile comprendere le ragioni di questo disservizio. Certamente l’organizzazione ed il controllo della qualità del lavoro svolto dipendono da dirigenti, funzionari e assessorato e con questa mia, vorrei, passando per Lanotiziaweb, far sentire la mia voce poiché non trovo corretto ottenere un servizio dovuto grazie all’amico di turno. Intanto aspetto il ripristino delle strisce e, perché no, una città più pulita magari con la raccolta differenziata.

    Pasquale

    4 COMMENTS

    1. Forse lo scrittore è andato alla sua per i rifiuti ingombranti e non alla polizia municipale… o forse alla notiziaweb sono così abituati a scrivere de la polizia municipale che vanno di default…???