More

    HomeSportVolleySecondo successo di fila per l'Udas Volley: la grinta serve per superare...

    Secondo successo di fila per l’Udas Volley: la grinta serve per superare l’Asem Bari al quinto set

    I biancazzurri si allontanano dalla zona retrocessione sfruttando il doppio turno casalingo

    Pubblicato il

    Cuore, grinta e determinazione. Con questi ingredienti l’Asd Udas Volley conquista la seconda vittoria consecutiva nel giro di quattro giorni e fa un bel salto in avanti in classifica. Gli uomini di Roberto Ferrero si impongono, ancora una volta al Palazzetto dello Sport ‘Nando Dileo’, al tie brek (12-25/25-23/21-25/25-22/15-12) con l’Asem Bari. Roberto Ferraro ha gli uomini contati e sceglie la diagonale formata dal regista Calcabrini e dall’opposto V. Petruzzelli, i centrali Lanzone e Zoccola, i laterali Civita e F. Petruzzelli e il libero Raffaele. L’Asem Bari, guidata da Antonio Cavalera, schiera la diagonale con il palleggiatore Mazzarelli e l’opposto Carelli, al centro De Tellis e Di Gregorio, gli schiacciatori Anselmo e Cisternino e il libero Dammacco.

    L’avvio del match è equilibrato. Dopo una prima fase di studio, però, l’Asem Bari scava un solco importante grazie a battute e attacchi molto efficaci. Di contro, l’Udas Volley non riesce a trovare il ritmo per il cambio palla. Ferraro prova a cambiare la diagonale, con l’inserimento del regista Del Vescovo e dell’opposto Bartoli, ma i risultati non sono quelli sperati: gli ospiti conquistano così il primo parziale. Nel secondo set, Del Vescovo resta in campo. Partenza bruciante dell’Asem che vola sulle ali dell’entusiasmo per il periodo appena conquistato. Il merito dell’Udas, in questa fase, è la reazione: Civita, Lanzone e V. Petruzzelli guidano la carica dei padroni di casa che al primo time-out tecnico sono in vantaggio di due punti. Nella parte centrale del set, l’Asem prova di nuovo la fuga: gli udassini, però, una volta scrollatisi di dosso tutte le paure, riescono a ricucire lo strappo. Il finale è emozionante, si gioca punto a punto. L’episodio che determina il pareggio è l’errore in attacco dei baresi.

    Inizio shock per l’Udas nel terzo set: l’Asem si porta addirittura in vantaggio per 8 a 0. Sembra un parziale subito compromesso, ma i biancoazzurri si prodigano in una rimonta che avrebbe dell’incredibile. Lanzone e compagni, infatti, si portano anche a meno tre dagli avversari e avrebbero anche le opportunità per pareggiare i conti, ma gli ospiti non si lasciano sfuggire la ghiotta occasione e conquistano la terza frazione. Il quarto set segue l’andamento altalenante della gara. Inizio equilibrato, poi l’Asem prova a chiudere definitivamente il match, ma gli udassini restano aggrappati alla partita. E’ sul finire del parziale che si sviluppano gli episodi decisivi: dopo aver sempre inseguito nel punteggio, i fratelli Petruzzelli regalano il pareggio, l’ace di Del Vescovo il sorpasso e l’errore dell’Asem il doppio vantaggio, che gli uomini di Ferraro amministrano fino al punto decisivo. E’ tie break.

    Nel quinto set, come spesso accade, si scontrano la determinazione di chi ha pareggiato e la volontà di rivalsa di chi ha subito la rimonta: il risultato è un avvio molto equilibrato. Prima del cambio campo, poi, i padroni di casa riescono a conquistare un buon vantaggio, subito azzerato dai baresi. Si gioca ancora punto a punto: Ferraro inserisce Calcabrini alla battuta per uno stoico Zoccola, che ha giocato non in perfette condizioni. La battuta del regista mette in difficoltà gli ospiti e Civita e V. Petruzzelli ne approfittano per mettere il sigillo su una gara ‘pazza’.

    “E’ stata una partita tosta – commenta a fine gara il capitano, Luca Lanzone –. Noi l’avevamo preparata abbastanza bene: nei due set persi, però, non abbiamo giocato proprio. Siamo stati bravi a reagire con determinazione e coraggio”. Il prossimo turno, l’ultimo del girone d’andata, prevede la lunga trasferta a Cosenza. “Si tratta di uno scontro salvezza – dichiara Ferraro – e bisogna cercare di conquistare punti fondamentali anche lontano dalle mura amiche”.

    CLASSIFICA ALLA DODICESIMA GIORNATA

    New Real Volley Gioia 32; Pag Volley Taviano 30; Bcc Leverano 27; Orthogea Ostuni 26; M2G Solution Asem Bari 19; Area Brutia Cosenza, Olimpia Galatina 14; Pallavolo Andria 12; Udas Volley Cerignola 11; Raffaele Lamezia, Giocoleria Virtus Potenza 9; Conad Lamezia 7; Volley Locorotondo Castellana 6.