venerdì, 21 Febbraio - 05:52
Sportweb
pub_728_90

I giornalisti raccontano i luoghi che fecero grande Peppino Di Vittorio

Un press tour che promuove la città a partire dai luoghi cari al grande sindacalista. Gli ospiti del gruppo parteciperanno al corteo del primo Maggio a Cerignola

i più letti

Tragedia in zona Convento. Si lancia nel vuoto e muore

E' accaduto in pieno centro, in zona Convento, nella mattinata di oggi. Una donna si è lanciata nel vuoto...

Cerignola, nelle campagne i carabinieri rinvengono armi, munizioni e droga

Un’altra robusta attività di controlli e rastrellamenti ha consentito ai carabinieri di Cerignola di rinvenire e sequestrare armi, munizioni,...

Vessazioni e minacce alla madre per acquistare droga, i carabinieri arrestano 34enne di Cerignola

I carabinieri di Cerignola hanno eseguito una ordinanza di custodia cautelare agli arresti domiciliari emessa dal Gip del Tribunale...

La strada in cui nacque, la scuola che frequentò da bambino prima di essere costretto ad abbandonarla per andare a lavorare dopo la morte del padre, il suo primo luogo di lavoro: in questi giorni, e fino al 3 maggio, un gruppo di giornalisti e blogger provenienti da tutta Italia sta percorrendo un cammino “Sulle strade di Peppino Di Vittorio”, per conoscere, attraverso un press tour organizzato dal Comune di Cerignola e dall’Associazione Casa Di Vittorio, i luoghi che formarono il più grande sindacalista italiano di tutti i tempi, uno degli uomini politici italiani più apprezzati e incisivi del ‘900. 

Il press tour – finanziato dalla Regione Puglia nell’ambito del Bando Ospitalità rivolto a giornalisti, blogger e influencer che vogliano raccontare la Puglia promuovendone il patrimonio culturale, storico e ambientale – ha preso il via giovedì 28 marzo. Il gruppo ospite sta visitando Cerignola, scoprendone la bellezza, attraverso i passi compiuti da Giuseppe Di Vittorio tra le piazze, le strade, i tratturi e i campi coltivati di una città che gli ha dato i Natali, lo ha visto crescere, lo ha sostenuto e lo ha amato ampiamente ricambiata. Per Peppino Di Vittorio, Cerignola orgoglio e appartenenza, fierezza della cultura contadina, base e volontà di riscatto per sé stesso e per la sua gente, banco di prova quotidiano per le lotte in favore di braccianti, cittadini, lavoratori, donne e uomini del suo tempo, con lo sguardo sempre rivolto al futuro. A 61 anni dalla sua morte, a Cerignola e in tutto il mondo, l’esempio, le azioni e la visione di questo grande statista restano materia viva per chi si impegna in favore della legalità come le cooperative sociali cerignolane cui sono stati affidati i beni confiscati alla mafia. Sui terreni un tempo proprietà di clan malavitosi, oggi si è data vita alla filiera etica dei prodotti agricoli coltivati, raccolti e trasformati da giovani del posto. In quei campi, ogni estate, arrivano ragazze e ragazzi da tutta Italia, per dare una mano, per coltivare una speranza che è divenuta progetto. Nel nome di Peppino Di Vittorio, e secondo i valori che è stato capace di tramandare, l’Amministrazione comunale di Cerignola e l’Associazione Casa di Vittorio, in collaborazione con scuole e realtà associative, organizzano iniziative culturali e sociali, laboratori, progetti che promuovono concretamente la cultura della legalità e dei diritti. Martedì 1 maggio, gli ospiti del press tour parteciperanno al corteo che attraverserà la città per celebrare la Festa dei Lavoratori. 

il_segno
Oropoint_300_250
Ultimi Spazi
OSS_300_250
Cala la pasta

Ultim'ora

Intimidazione a dirigente comunale, la ferma condanna della Chiesa di Cerignola

In una nota congiunta, Mons. Luigi Renna (Vescovo di Cerignola-Ascoli Satriano) e don Pasquale Cotugno (Vicario Foraneo di Cerignola)...

Cerignola, nelle campagne i carabinieri rinvengono armi, munizioni e droga

Un’altra robusta attività di controlli e rastrellamenti ha consentito ai carabinieri di Cerignola di rinvenire e sequestrare armi, munizioni, stupefacenti e vario materiale tipicamente...

Proiettile dietro la porta. Nel mirino un dirigente comunale

Un proiettile in Comune, posizionato dietro la porta di uno dei dirigenti. Si tratta di Michele Prencipe, dirigente ai Lavori Pubblici. Sarebbe infatti stato...

Sanità, Dattoli e Piazzolla indagati per gli appalti ai Riuniti

L’ipotesi è che quattro appalti milionari della sanità siano stati truccati per favorire due professionisti e altrettante imprese. Il sospetto è che questo sia...

Caporalato, Coldiretti Puglia: si paga più la bottiglia del pomodoro in essa contenuto

Quando si acquista una passata al supermercato costa più la bottiglia che il pomodoro contenuto. E’ quanto emerge da una analisi della Coldiretti diffusa...