Sportweb
pub_728_90

Lunedì, consiglio comunale in bilico. Si annuncia sfida all’ultimo voto

Franco Metta dovrà dimostrare di poter contare ancora su una maggioranza. L'opposizione all'attacco di Sindaco e maggioranza su questione rifiuti e aumento della Tari

i più letti

Una sfilata di moda ha celebrato il decimo anniversario dell’indirizzo Industria e Artigianato per il Made in Italy

L’evento ha ricostruito l’affascinante percorso di crescita personale e professionale compiuto dalle alunne nel corso dei dieci anni di...

LETTERA | «Dovremmo imparare a dire grazie al personale di Pronto Soccorso»

«Dovremmo imparare a dire grazie a tutto il personale che lavora in Pronto Soccorso». Così si legge in una...

Via Nizza al collasso, urge intervento sulla viabilità

Non serve una grande intelligenza e neppure un pensiero particolarmente raffinato per comprendere - già prima - che un...
Gennaro Balzano
Giornalista, corrispondente da Cerignola per La Gazzetta del Mezzogiorno, insegna nella scuola primaria. Collabora con l'Università di Bari ed è consulente in comunicazione in diversi progetti.

Lunedì 30 luglio è il giorno della verità per la maggioranza di Franco Metta, momento in cui il consiglio comunale, in seconda convocazione, potrà approvare – numeri permettendo – la variazione all’assestamento di bilancio che porterà all’aumento della TARI con soli dieci “si”.

Già venerdì, in prima convocazione, proprio il gruppo della Cicogna e di Federazione Civica, insieme a Giunta e Sindaco, avevano dato forfait in consiglio non presentandosi. Per la prima volta nella storia un consiglio con la sola minoranza in aula. Proprio da centrosinistra e Forza Italia sono partite bordate ad una maggioranza che, a sentire i due gruppi d’opposizione, oramai non c’è più, soprattutto dopo che due consiglieri, Vincenzo Specchio e Antonio Novelli, si sono detti indipendenti.

I PEZZI PERSI PER STRADA La solida maggioranza di Franco Metta ha perso nell’ordine Teresa Lapiccirella, prima a prendere le distanze e dichiararsi indipendente, e Antonio Bonavita passato la scorsa estate in Forza Italia; venerdì poi l’annuncio ufficiale all’Ufficio di Presidenza del Consiglio di Specchio e Novelli. Al momento in maggioranza ci sono i sette consiglieri de “la Cicogna” più i tre di Federazione Civica, il presidente e il Sindaco.

In seconda convocazione sarà quasi certamente assente Samuele Cioffi (Fc) fuori Italia, mentre si annuncia il rientro in città di Mario Rendine dell’opposizione: la prospettiva è di un undici contro undici, con Specchio (il dodicesimo, ndr), ago della bilancia, che potrebbe non presentarsi in aula. Il vero problema tra i banchi della maggioranza sono tuttavia le titubanze, neanche troppo sopite, di Loredana Lepore e Pasquita Ciani. Dei nove punti all’ordine del giorno, infatti, la “variazione di assestamento generale e controllo della salvaguardia degli equilibri di bilancio” – da approvare entro il 31 luglio – ha già ricevuto parere non favorevole dal Collegio dei Revisori dei Conti, fatto che spalanca le porte ad un possibile intervento della Corte dei Conti con conseguente responsabilità personale e patrimoniale per i consiglieri che esprimeranno parere favorevole sul punto. E’ così caccia al voto ma anche corsa per ritrovare una compattezza che potrebbe far bene all’amministrazione, in uno dei momenti più complicati della propria storia. Week-end da telefoni caldi quindi e riunioni. Intanto in maggioranza la parola d’ordine è silenzio.

I “NO”, I “SI” E I “NI” Corposo come non mai il fronte del “NO” con i sette del centrosinistra (previsto infatti il rientro di Rendine in città, ndr), i tre di Forza Italia (sempre che siano presenti tutti, ndr) e l’indipendente Lapiccirella. Assenti quasi certamente sia Antonio Novelli che Vincenzo Specchio, gli ultimi in ordine temporale a dichiararsi indipendenti; proprio Specchio potrebbe però riservare delle sorprese l’intero consiglio. Il gruppo dei “SI” vanterebbe invece il blocco di maggioranza, composto da undici unità (considerata l’assenza di Cioffi, ndr) compresi Sindaco e Presidente. Tuttavia pare esista anche il gruppo dei “NI”, nel quale potrebbero rientrare gli incerti Loredana Lepore, Pasquita Ciani e probabilmente un consigliere di Forza Italia.

il_segno
Oropoint_300_250
Ultimi Spazi
OSS_300_250
Cala la pasta

Ultim'ora

L’Audace per il sociale: ieri visita ai bimbi del Cat all’ospedale “Tatarella”

Una bellissima mattinata ieri per l'Audace Cerignola, in compagnia dei bimbi del Centro Autismo Territoriale dell'ospedale 'Tatarella', invitata a...

Quarto corso di formazione politica della Fondazione Tatarella

Dopo il successo delle tre precedenti edizioni, la Fondazione Tatarella, con il patrocinio delle Fondazione Alleanza nazionale organizza da sabato 11 gennaio a sabato...

Ares Flv e Pallavolo Cerignola in casa, rispettivamente contro Chieti e Fasano

Nel weekend impegni casalinghi per Ares Flv Cerignola e Pallavolo Cerignola nei rispettivi tornei di appartenenza di volley: in programma la nona giornata del...

Una sfilata di moda ha celebrato il decimo anniversario dell’indirizzo Industria e Artigianato per il Made in Italy

L’evento ha ricostruito l’affascinante percorso di crescita personale e professionale compiuto dalle alunne nel corso dei dieci anni di attività dell’indirizzo. Attraverso una serie...

“Per incontrare ogni uomo”: il Natale del vescovo Luigi Renna con la Città di Cerignola

Anche quest’anno è denso di impegni, per il vescovo Luigi Renna, il periodo di preparazione alla solenne celebrazione della notte del 24 dicembre quando,...