More

    HomeNotiziePoliticaApprovato il progetto di servizio Civile "Cerignola Bene Comune", ci lavoreranno sei...

    Approvato il progetto di servizio Civile “Cerignola Bene Comune”, ci lavoreranno sei persone

    Pubblicato il

    In data 25 maggio la commissione della Regione Puglia ha emesso le graduatorie dei progetti di Servizio Civile Nazionale pervenuti dai comuni partecipanti al bando. Il Comune di Cerignola ha presentato 4 progetti redatti dagli Assessorati alle Politiche Giovanili e Sport e Politiche Sociali e del Lavoro che sono risultati approvati con pieno punteggio. Dopo aver appreso il brillante risultato Carlo Dercole, Assessore alle Politiche Giovanili e Sport dichiara:

    “Cerignola bene comune” è uno dei 4 progetti di Servizio Civile approvati dalla Regione Puglia. Dopo anni, il Comune di Cerignola avrà un progetto di servizio civile interamente dedicato alle politiche giovanili. I Volontari che opereranno per la realizzazione del progetto saranno 6 e, nel corso dell’esperienza che durerà un anno, saranno impegnati all’interno di “Piazza delle Culture” e dell’Assessorato per “mappatura” del territorio e per la programmazione di una lunga serie di attività culturali e ricreative. Sono pienamente soddisfatto del risultato raggiunto in quanto il progetto presentato ha ottenuto il punteggia più elevato. Ringrazio di vero cuore tutti i giovani professionisti che hanno contribuito nella stesura del progetto volto a dare vitalità e innovazione nella programmazione degli eventi e, in particolar modo, a creare opportunità lavorative e curricolari ai giovani della nostra Città. A breve sarà pubblicato il bando per la presentazione delle iscrizioni alla selezione che saranno valutate da una commissione tecnica per la scelta dei 6 volontari.

    In conclusione invito i cittadini ad una riflessione. Quanti giovani sono impegnati nel Servizio Civile Nazionale all’interno del Comune di Cerignola? Tanti! Quanti se ne aggiungono? 6 per il progetto dell’Assessorato cui sono onorato di rappresentare e coordinare, altri 22 per i tre progetti dell’Assessorato alle Politiche Sociali e del lavoro approvati…scusate se è poco!”.

    Con determina dirigenziale n.27 del 25 maggio 2018 l’ufficio ‘Sezione Politiche Giovanili e Innovazione Sociale’ della Regione Puglia ha provveduto ha valutare i progetti del Servizio Civile presentati dagli enti accreditati. Tra questi, quattro i progetti presentati dal Comune di Cerignola, di cui tre presentati dall’Assessorato alle Politiche Sociali e del Lavoro ed uno dall’Assessorato alle Politiche Giovanili e Sport.

    Nel dettaglio due dei tre progetti approvati e presenti nella graduatoria pubblica sono il prosieguo di quelli già in corso presso l’Assessorato alle Politiche Sociali e del Lavoro ed intitolati “Se tutti i ragazzi del Mondo si dessero la mano” ed “integrazione e Inclusione: una sfida possibile”, mentre a rappresentare la novità tra i progetti approvati è “I nform you 2”; i ventotto volontari già in servizio presso il Comune di Cerignola sono impegnati presso le due strutture comunali dei centri sociali attivi in città e alcuni istituti scolastici con il preciso compito di procedere all’inclusione ed integrazione dei minori più deboli e con disabilità.

    “Possiamo dire a gran voce – commenta l’Assessore alle Politiche Sociali e del Lavoro del comune ofantino, Rino Pezzano -, al netto dell’ennesimo risultato raggiunto, di aver istituito presso il nostro ente lo sportello permanente del Servizio Civile Nazionale provvedendo ad arricchire l’offerta formativa per i più giovani di età compresa tra i diciotto e i ventotto anni”. Tra le misure approvate è prevista la selezione per un totale di ventisei volontari – fanno sapere da Palazzo di Città -, che si andranno ad aggiungere ad i ventotto, di cui dodici sono giunti quasi al temine della loro esperienza. Pezzano inoltre conclude evidenziando il lavoro svolto da parte di questa amministrazione. “Le Politiche Sociali – sottolinea – al centro dell’attività amministrativa, sono ormai in continuo lavoro per rispondere sempre più alle esigenze dell’intera comunità, offrendo opportunità e servizi vantando una equipe di esperti sempre attenta a svolgere il proprio ruolo”.