More

    HomeSportVolleyBattuta al tie break l'Ecolav Udas dalla Erredi Assicurazioni Taranto

    Battuta al tie break l’Ecolav Udas dalla Erredi Assicurazioni Taranto

    Nel prossimo turno i biancazzurri di Ferraro a Galatina per l'ultima di andata

    Pubblicato il

    L’Udas Volley perde contro il Taranto 2-3: non bastano gli attacchi di Cianfrone nel tie break per conquistare il match. Per la partita casalinga, mister Ferraro ha schierato: Lanzone,  Zoccola, Palmeri, Lentini, Illuzzi, Durante e Raffaele nel ruolo di libero. Per il Taranto: Civita, Abbondanza, Flemma, Russo, Mingolla, Gasbarro e Mancini nel ruolo di libero. Parte bene l’Ecolav Udas nel primo set: Durante, Palmeri e Lentini allungano le distanze. Dopo l’attacco out di Palmeri, l’ex udassino Civita riesce a murare il famigerato numero 8: il Taranto sembra esser rientrato in partita con il diagonale vincente di Russo, ma l’attacco di Durante e il muro di Illuzzi su Civita frenano gli ospiti. Dopo il timeout tarantino, per i padroni di casa non è difficile portarsi a casa il set: con Palmeri in prima linea e il mani out firmato da Durante, il primo parziale si chiude 25-21. Il lungolinea di Palmeri apre in bellezza il secondo parziale, ma Civita stoppa Durante murandolo con estrema facilità seguito a ruota dal diagonale decisivo di Russo. Nonostante Palmeri resti assai proficuo in prima linea, l’errore di Lanzone rimette tutto in discussione: Civita, Flemma e i due attacchi fuori misura di Palmeri firmano il vantaggio del Taranto. Dopo l’interruzione richiesta dai biancazzurri, Illuzzi entra con un astuto secondo tocco: il primo tempo di Terzi, l’attacco di Civita e il colpo di Gasbarro portano il 21-25 che pareggia i conti.

    Con gli animi accesi ed un match tutto da definire, le due squadre entrano nel vivo: l’Ecolav Udas non sembra brillare, l’Erredi inizia a mordere duro. Abbondanza mura Lentini e Zoccola, Russo ha la meglio su Palmeri e Flemma sale in cattedra sia attacco che in battuta. Ciononostante, gli ofantini restano attaccati sul 6-7: Civita però chiama la carica e i compagni lo seguono. Gli jonici prendono il largo con Abbondanza, Mingolla e Russo entra in pipe. Con uno scarto ampio, è nuovamente il duo Flemma-Civita (13-25) a far girare nuovamente campo. Nelle prime fasi della quarta frazione la situazione non sembra variare: Taranto continua a spingere, Cerignola non demorde: su punteggio di 3-5, Zoccola smuove le acque con un primo tempo mozzafiato. Da quel momento, le due squadre ingaggiano uno scontro all’ultimo punto: diagonale di Durante e primo tempo di Lanzone, Russo mette a terra due colpi dei suoi. Sul 13-15, è l’ingresso di Cianfrone a rimettere in gioco gli udassini, con una serie di offensive vincenti. Si arriva ai vantaggi: i “leoni” di casa non mollano, ed è Lentini con un diagonale ed un pallonetto (27-25) a regalare ai suoi il quinto set.
    Il tie break si tinge immediatamente dei colori avversari: Russo ne piazza due, Abbondanza vince il contrasto a rete con Illuzzi e il servizio out di Durante non sono un buon inizio per i cerignolani. Dopo l’ace di Flemma e il 5-8 conquistato dal primo tempo di Zoccola, l’Udas si riprende grazie agli errori degli avversari ma il momento brillante dura poco: Abbondanza ha ragione di Cianfrone e Flemma riscatta l’attacco fallito precedentemente per l’11-15 che consegna la vittoria a Taranto. Nel prossimo turno, i biancazzurri chiuderanno il girone d’andata con la trasferta di Galatina.
    CLASSIFICA GIRONE G ALLA DODICESIMA GIORNATA
    Bcc Leverano 34; Emrafoods Gis Pallavolo Ottaviano 29; Romeonormanna Aversa 27; Snav Folgore Massa 21; M2G Group Bari 20; Giocoleria Virtus Potenza 19; Fulgor Tricase 18; Tya Marigliano 17; Ecolav Udas Volley Cerignola, Orthogea Ostuni 16; Erredi Assicurazioni Taranto, Florigel Andria 13; Matervolley Castellana Grotte 8; Olimpia Galatina 1.